Macchie varie su tappeti e moquette: come trattarle

Come si trattano e si tolgono le macchie da tappeti e moquette: elenco delle macchie di varia natura e rimedi specifici per eliminare ognuna di esse.

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Ho già scritto a proposito della pulizia dei tappeti e dei trattamenti adatti e su come mettere via i tappeti in estate, ma in entrambi i post non avevo parlato delle macchie, in quanto per ogni tipo di macchia c’è un rimedio diverso e ritengo che sia meglio affrontare l’argomento con questo articolo specifico.

Pertanto oggi voglio dirvi quali sono i metodi casalinghi ” collaudati” per rimuovere da tappeti e moquette le macchie di varia natura.

Ecco di seguito l’elenco dei rimedi che ritengo essere i più efficaci per eliminare le macchie sui tappeti e tessuti d’arredo non delicati ( con bambini, adulti distratti, anziani ed ospiti posso proprio dire di essere diventata una vera esperta nel mandare via le macchie da ogni tipo di tessuto 😉 ).

 Rimedi per mandare via dai tappeti le macchie di vario tipo

Macchie d’acqua: tamponare con un panno bianco e pulito e poi passarlo in modo circolare attorno ai contorni.

Macchie di acquarello: passare un po’ di acqua tiepida con una spugna, tamponare con un panno pulito, poi stendere lo shampoo apposito per tappeti e sciacquare ripetutamente con la spugna imbevuta di acqua pulita.

Macchie di albume: levare i residui, spruzzare sulla parte macchiata uno smacchiatore spray e spazzolare quando il tessuto si è asciugato del tutto.

Macchie di  bevande alcoliche : passare sulla parte macchiata un po’ d’acqua frizzante e poi tamponare con alcol.

Macchie di bevande non alcoliche: passare acqua gasata e sapone neutro, poi sciacquare bene con acqua pulita e asciugare con un panno asciutto, passandolo con movimenti rotatori.

Macchie di biro: tamponare con alcol denaturato.

Macchie di birra: tamponare con carta assorbente evitando di strofinare e, una volta che il liquido è stato raccolto, prendere un panno asciutto, applicare con questo del sapone neutro diluito in acqua e poi asciugare, tamponando dai bordi verso il centro della macchia.

Macchie di brodo: asciugare il liquido con carta assorbente, smacchiare con un prodotto apposito, passare lo shampoo per tappeti e moquette, poi sciacquare ed asciugare tamponando.

Macchie di bruciature: strofinare delicatamente una zolletta di zucchero sulla parte annerita.

Macchie di burro: mettere la carta assorbente sulla macchia e passarvi sopra il ferro da stiro caldo per far assorbire il grasso; infine si tratta con un detergente specifico per tappeti.

Macchie di candeggina al cloro: le si tamponano con una mistura di acqua e aceto bianco.

Macchie di caffè: si fa una miscela di acqua e aceto bianco, si tampona e poi si sciacqua ripetutamente con acqua pulita.

Macchie di catrame: fare una soluzione di glicerina ed acqua in parti uguali, lasciarla agire sulla macchia per circa un’ora e poi sciacquare; all’occorrenza si possono togliere gli eventuali residui con un apposito smacchiatore per tappeti.

Macchie di cera e di pastelli a cera: si mette sulla macchia un foglio di carta assorbente, ci si passa sopra il ferro da stiro caldo ( cambiando la carta man mano che la cera viene assorbita ) e si ripassa poi la trielina con un panno pulito.

Macchie di cera per pavimenti: levare la cera con la punta di un cucchiaino, tamponare con la trielina e poi levare gli aloni con uno smacchiatore spray.

Macchie di cioccolato: si trattano con acqua fredda per editare che si espandano.

Macchie di coca cola: se la macchia è fresca occorre tamponarla con una miscela di saponaria e acqua gasata; se invece è vecchia bisogna trattarla con una miscela di aceto bianco e detersivo neutro in parti uguali.

Macchie di cosmetici: tamponare con detergente per tappeti diluito in acqua e poi sciacquare con cura.

Macchie di escrementi: asportare bene i resti con un cucchiaio e poi tamponare con ammoniaca diluita con acqua.

Macchie di fango: si lascia asciugare, poi si spazzola per il verso del pelo e si aspirano i residui col battitappeto; poi occorre lavare con acqua e saponaria se necessario, tamponando quindi per asciugare.

Macchie d’erba : versare sulla macchia un po’ di succo di limone e poi passare con una miscela di acqua e aceto bianco.

Macchie di fuliggine: aspirare bene col battitappeto, senza spazzolare per evitare che la polverina si espanda; poi si sparge sulla zona un poco di talco, lo si lascia agire e si aspira nuovamente.

Macchie di frutta: occorre fare ammorbidire la macchia versandovi  sopra un po’ di latte e poi la si tampona con acqua fresca e ammoniaca.

Macchie d’ inchiostro:  si passa ripetutamente una spugna imbevuta di acqua gasata, si lascia asciugare e poi si tratta con scaglie di sapone di Marsiglia sciolte in acqua calda; si lascia agire per un ‘ora circa e infine si sciacqua.

Macchie di gomma americana: passare sopra un cubetto di ghiaccio, affinché la gomma si stacchi con facilità.

Macchie di gelato: tamponare con una spugna inumidita e poi passare alcool o ammoniaca.

Macchie di latte: si tamponano con acqua gasata.

Macchie di lucido per scarpe: si levano le tracce con un panno morbido e poi si tampona con alcol.

Macchie di muffa: si lava la parte colpita con acqua e sapone di Marsiglia, si sciacqua e poi si lava ancora con l’apposito shampoo.

Macchie di pennarello: asciugare la parte macchiata e poi tamponare con alcool denaturato.

Macchie di pomodoro e di ketchup: togliere le incrostazioni con una spugna inumidita e poi trattare con lo spray specifico per tappeti.

Macchie di profumo: si tampona con acqua e sapone di Marsiglia e poi si sciacqua con cura.

Macchie di resina: si deve tamponare con essenza di trementina e alcol, poi si sciacqua bene.

Macchie di rossetto: tamponare con ammoniaca diluita in acqua o con alcol.

Macchie di ruggine: si tampona con  una soluzione di ossalato di potassio diluito in acqua al 3% o si applica una pastetta di sale e succo di limone fresco; poi si sciacqua con un panno pulito imbevuto d’acqua.

Macchie di sangue: se la macchia è fresca la si tampona con una spugna imbevuta d’acqua, se è invece secca la si tratta con acqua fredda e ammoniaca e poi si sciacqua.

Macchie di smalto per unghie: si passa delicatamente un batuffolo di cotone imbevuto di solvente oleoso per smalto, si levano eventuali residui tamponando con alcol e infine occorre fare il lavaggio con lo shampoo per tappeti e moquette.

Macchie di: si tampona con con acqua frizzante, si lava la parte colpita con l’apposito shampoo e, se necessario, si passa uno smacchiatore adatto all’uso con movimenti circolari.

Macchie d’unto: si sparge sulla macchia della saponaria, si copre con carta assorbente e vi si passa sopra il ferro caldo, cambiando la carta assorbente quando ha raccolto il grasso ed è diventata unta.

Macchie di uovo: levare i residui e poi tamponare con acqua fredda salata.

Macchie di urina: tamponare con acqua fredda e poi passare un po’ di ammoniaca diluita in acqua per disinfettare e ravvivare i colori.

Macchie di vernice: si trattano da rovescio con la trielina.

Macchie di vino rosso: tamponare con un panno bianco asciutto e pulito e poi passare ripetutamente una spugna imbevuta di acqua tiepida ( possibilmente quella di cottura dei fagioli ).

Se la macchia non viene via bisogna applicarvi sopra un miscuglio di acqua e glicerina in parti uguali, lo si lascia agire per la durata di un’ora, si tampona con acqua fredda e, in ultimo, di passa uno straccetto imbevuto di alcol.

Bisogna fare sempre molta attenzione nello smacchiare i tappeti ed agire con la massima prudenza per evitare danni a quelli antichi e più delicati.

Si deve sempre evitare l’uso di spazzole di ferro o a setole dure ( io adopero una vecchia spazzola per capelli da bambino, fitta e morbida per non rovinare la trama dei manufatti ) e non bisogna mai mettere i tappeti ad asciugare al sole o in piena luce.

Ma, soprattutto, evitiamo assolutamente l’uso di detergenti troppo aggressivi per togliere le macchie da tappeti e moquette e, nel dubbio, non rischiamo di fare danni irreparabili e rivolgiamoci a un professionista: cercare di levare una macchia in modo improprio….può costarci il tappeto. 😉

Articoli correlati:

Loading...
Scritto da Francesca Be
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Condividi
Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

10 commenti su “Macchie varie su tappeti e moquette: come trattarle

  1. Premesso che io non ho tappeti in casa (non li ho mai amati particolarmente), questo tuo post è però davvero utilissimo.
    Tante volte, infatti, sento persone che si lamentano perchè hanno problemi a smacchiare i tappeti. Trovare chi ha condotto una ricerca o ha anche sperimentato rimedi efficaci in questi casi è una fortuna 🙂

    Un saluto affettuoso!

  2. Buona sera ho un problema stavo usando dell’acetone per rimuovere dei residui di colla dalla moquette ho provato su una piccola porzione e il risultato era eccelente ma mi è caduto l’acetone e adesso ho un’ alone come posso risolvere?
    Grazie

    1. Non so cosa dirti: so solo che non si usa mai l’acetone per smacchiare e che io non sono una lavandaia professionista, ma solo una casalinga che scrive ed offre la propria esperienza.Capirai bene che se hai fatto un guaio con l’acetone….non ti resta che di rivolgerti ad esperti: chiedi a una lavanderia specializzata. 🙂

  3. Ciao sono disperata :/ mi è caduta l’acqua von detersivo sulla moquette ed è rimasta una macchia gigantesca come posso risolvere? Vi prego aiutatemi

    1. Di che detersivo si tratta? Prova a levarlo bene con acqua frizzante e poi dimmi come è andata.

        1. Il normale detersivo per piatti non dovrebbe macchiare.Levalo con un panno pulito imbevuto di acqua gasata.Se non va via la macchia chiedi consiglio a un negozio di moquette.

  4. Ciao a tutti… Ho bisogno di un consiglio, vivo a Londra e nella mia stanza c é solo moquette, circa 15 gg fa mi è caduta una goccia di colore per capelli in tinta castano chiaro che ha macchiato la moquette. È davvero una macchia piccola ma vorrei rimuoverla, cosa mi consigliate?

    1. Ciao Gessy.
      Innanzitutto bisognerebbe sapere i componenti della tintura in questione e chiedere consiglio su come mandarne via le macchie su tappeti e moquette al servizio clienti della casa produttrice.
      In linea di massima puoi provare con l’aceto di mele: impregna la parte macchiata con abbondante aceto ( non sfregare la macchia per evitare che si espanda ), lascia agire per 2 ore e poi risciacqua bene con un panno pulito imbevuto di acqua appena tiepida.
      Fammi sapere poi se hai risolto 🙂

I commenti sono chiusi.

Commenta con il tuo profilo Facebook
  • Ricevi Ultimi Articoli

    I tuoi dati sono al sicuro