Tappeti: pulizia e trattamenti di routine

Consigli per il mantenimento ottimale dei tappeti di casa: trucchi vari e suggerimenti pratici per la corretta pulizia e manutenzione di routine.

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

I tappeti sono molto belli, completano l’arredamento delle nostre case e danno un senso di calore ed accoglienza del tutto particolare, ma hanno bisogno di cure continue per rimanere belli e non subire danni e in questo post desidero spiegarvi effettuare la pulizia e manutenzione dei tappeti nei modi corretti.Trattiamoli “come si deve” e puliamoli frequentemente per fare in modo che non si rovinino e si mantengano al meglio il più a lungo possibile.

Consigli pratici per effettuare la pulizia e la manutenzione dei tappeti in casa nel migliore dei modi

Se il tappeto è di valore (sia affettivo che commerciale) usiamo sempre il sottotappeto per evitarne l’usura.

I sottotappeti sono di due tipi: quello a rete e quello gommoso, più spesso.

Il primo ha essenzialmente funzione antiscivolo ed è indicato per i tappeti piccoli, il secondo per quelli di maggiori dimensioni.

Di tanto in tanto spostiamo il tappeto  o i mobili che vi poggiano sopra per evitare usure in alcune zone e disomogeneità nella trama e il formarsi di muffa.

Non passiamo l’aspirapolvere o il battitappeto per la pulizia di routine: serviamoci invece di una scopa di saggina, seguendo sempre il verso del pelo.

Io, personalmente, uso l’aspirapolvere solo 4 o 5 volte all’anno nelle pulizie profonde, in occasione delle quali molti  adoperano il Vaporetto o elettrodomestici similari, in quanto il vapore pulisce ed igienizza.

Ferro da stiro verticale a getto di vapore

Ma io preferisco non rischiare e, al loro posto, passo la spazzola a vapore (quella per stirare) su tutta la superficie del tappeto: questo comporta più tempo e fatica, ma lo trovo un trattamento più sicuro e meno stressante per la trama tessile.

Se si è rovesciato qualcosa, la prima azione è cercare di eliminare il più possibile il liquido: asciughiamo con cura, partendo dall’esterno della macchia ed andando verso l’interno senza strofinare.

Fatto questo, passiamo a smacchiare,usando prodotti diversi a seconda del tipo di macchia.

Quelle fresche e superficiali si possono eliminare versandoci sopra un po’ di acqua minerale gasata, lasciando agire 1 o 2 minuti e poi pulendo a fondo con l’aiuto di una spugna.

E’ molto importante asportare le macchie di sangue il prima possibile, dato che possono diventare indelebili se passa del tempo e l’emoglobina, responsabile della colorazione rossa, diventa secca.

Quelle secche vanno trattate generalmente con una soluzione di acqua tiepida in cui avremo versato 2 cucchiai di detersivo e 2 di aceto bianco per 1 litro: facciamo penetrare bene la soluzione e poi asciughiamo il più possibile.

Per pulire e smacchiare i tappeti bisogna usare una spazzola morbida apposita

Per le macchie ostinate usiamo detersivo per capi delicati sciolto in acqua tiepida, facendolo penetrare nella trama con l’aiuto di una spazzola morbida, strofinando delicatamente in senso verticale e orizzontale ed assorbendo la schiuma eccedente: se, una volta asciugata, la macchia non è andata via , ripetiamo l’operazione.

La crema da barba è un buon smacchiatore istantaneo che va poi tolta con acqua minerale ( va bene anche l‘acqua demineralizzata fai da te o quella trattata con le pipes di ceramica EM ).

Facciamo asciugare, mettendo sulla macchia un  panno pulito bianco con sopra un peso o un libro.

Il panno, una volta bagnato, va sostituito con uno asciutto.

Un rimedio della nonna: per ridare brillantezza ai colori passate sul tappeto uno straccio pulito imbevuto di petrolio.

Rovesciamo il tappeto almeno 2 volte all’anno e lasciamolo così una settimana per eliminare la maggior parte di polvere che si è annidata: io faccio questa operazione a luna calante, seguendo le fasi lunari.

Ai primi caldi bisogna mettere via i tappeti per la stagione estiva arrotolandoli,  dopo averne effettuato la pulizia e spruzzati con lo spray contro le tarme, con fogli di giornale al loro interno.

Articoli correlati:

Credit photo pulizia dei tappeti: Pashminu for Pixabay.com

Loading...
Scritto da Francesca Be
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Condividi
Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Un pensiero su “Tappeti: pulizia e trattamenti di routine

I commenti sono chiusi.

Commenta con il tuo profilo Facebook
  • Ricevi Ultimi Articoli

    I tuoi dati sono al sicuro