Home Casa Manutenzione Ruggine: come eliminarla, prevenirla, rimuoverne le macchie

Ruggine: come eliminarla, prevenirla, rimuoverne le macchie

Ruggine su lucchetto vecchio

Oggi parliamo di come prevenire ed eliminare la ruggine,“ brutta bestia ” da rimuovere da strutture ed oggetti ferrosi, della quale bisogna cercare in ogni modo possibile di evitarne la comparsa tra le mura domestiche e combatterla immediatamente al suo apparire.

Ieri, dovendo potare delle piante in giardino,  ho cercato le cesoie nella cassetta degli attrezzi per farne la disinfezione preventiva, ma..le ho trovate arrugginite.

E pensare che le avevo comprate solo un anno fa 🙁

Dato che dovevo per forza liberarle dalla ruggine, ho raggruppato altri attrezzi ed oggetti cromati ed in ferro colpiti dall’ossidazione e….mi sono messa all’opera.

Visto che l’esperienza è fresca, scrivo questo post su come eliminare e prevenire la ruggine dei metalli ferrosi, sperando sia utile a chi sta leggendo.

SE VUOI RICEVERE GRATUITAMENTE I NUOVI POST IN ANTEPRIMA CLICCA SU

Cosa è la ruggine del ferro?

La ruggine è un composto spontaneo costituito di vari ossidi e di colore bruno-rossiccio e, al contrario di quello che pensano in molti, non è tossica, in quanto è costituita essenzialmente da ossido di ferro.

Quando l’ossidazione è favorita dalla presenza di acqua e ossigeno, sull’acciaio e sui metalli ferrosi in genere si forma la ruggine che origina un fenomeno di corrosione.

Come rimuovere la ruggine, eliminarne le macchie e prevenirla

In commercio esistono numerosi convertitori e prodotti mirati per sciogliere ed eliminare la ruggine come l’ottimo Ferox,  specifico per il trattamento del ferro arrugginito, ma, se posso, io preferisco ricorrere ai metodi casalinghi per toglierla.

Quando ci si accinge a trattare le ossidazioni dovute a questa “ sgradita ospite ” è consigliabile indossare occhiali da lavoro appositi per proteggere gli occhi e non rischiare che alcuni frammenti vi entrino dentro.

Se l’oggetto ferroso non ha altri componenti che si potrebbero rovinare, è possibile immergerlo in acido muriatico al 30% per qualche minuto per poi lavarlo con una soluzione a base di carbonato di calcio o bicarbonato per arrestare l’azione acida e per prevenire la formazione di nuova ruggine.

Alla fine di questo trattamento lo si deve oliare per ostacolare l’azione ossidante atmosferica.

Attenzione all’acido muriatico: bisogna stare molto attenti quando lo si usa, possibilmente all’aperto, ed è necessario servirsi di guanti, occhiali protettivi, camice da lavoro e mascherina.

Cerco di usare il meno possibile carta vetrata e spazzole di ferro e mi servo di questi aiuti solo per tubature esterne e simili, in quanto si formano righe e lesioni sulle superfici trattate, e, quando devo utilizzare la spazzola di ferro, procedo ad asportare la ruggine sfregando sempre nella stessa direzione e poi passo una normale spazzola per capelli vecchia per levare i residui.

Limone tagliato a metà e sale fino

Come mandare via le macchie

Un rimedio della nonna assai in caso di macchie di ruggine su superfici metalliche è quello di versare sulle parti colpite un miscuglio di limone e sale; lo si lascia agire per 30 minuti e poi si strofina energicamente con una spugna umida.

Per fare la pastetta non è necessario usare un limone fresco, ma si ne può benissimo impiegare il succo di uno vecchio, che, anche se non è più commestibile, continua a svolgere un’ottima azione smacchiante e pulente.

Anche l’immersione nella Coca Cola è molto utile per asportarla, in particolare quando l’oggetto da pulire è composto anche da materiali plastici, come, ad esempio, gli attrezzi per il giardinaggio, ma, essendo corrosiva, non va mai utilizzata su marmo e materiali simili e bisogna usare la bevanda appena aperta affinché possa agire in tutta la sua efficacia.

Per disincrostare efficacemente bisogna usare Coca Cola di una lattina che non è stata ancora aperta

Mettere  in ammollo i morsetti della batteria nella Coca Cola previene il processo di corrosione.

Le pentole in acciaio inox si trattano sfregando le parti arrugginite con della carta d’alluminio alimentare oppure si taglia mezza cipolla, la si cosparge di sale fino e si passa ripetutamente sui punti ossidati.

Le macchie sulla plastica si levano strofinandole con alcool denaturato, come si fa per mandare via i residui di cera dai portacandele.

La ruggine dei lavelli si toglie sfregandoli con una pastetta fatta con 1 cucchiaio di sale fino ed 1 di succo di limone.

Gli oggetti di ottone si trattano sfregandoli con aceto bianco e lo stesso si deve fare con la bigiotteria ossidata, ma rapidamente e con particolare delicatezza.

Le macchie di ruggine sui tessuti di cotone e lino si eliminano applicando la solita pastetta di limone e sale prima del normale lavaggio, mentre quelle sulla lana vanno tamponate con un panno pulito imbevuto di acqua e ammoniaca.

Anche l’uso della trielina è indicato nel trattamento delle ossidazioni sui tessuti, mentre la ruggine sulle tende da sole si deve asportare con l’aiuto di una spazzola per poi tamponare con aceto bianco.

Per smacchiare tappeti e moquette si può usare una soluzione di ossalato di potassio diluito in acqua al 3% o la solita pastetta di sale e limone, ma, se il tappeto è antico o prezioso, è sempre consigliabile chiedere ad un esperto.

La ruggine va sempre tolta del tutto dall’oggetto “ infestato ” dalla stessa prima di  sottoporlo a tinteggiatura per evitare che  “ cammini  indisturbata ” sotto lo strato di vernice.

Dopo l’asportazione dell’ossido bisogna sempre passare del solvente o dell’acquaragia e attendere la completa asciugatura prima di passare l’antiruggine o la pittura.

Prevenzione

Gli utensili metallici, tipo quelli da giardino, devono sempre essere lavati, asciugati accuratamente e lubrificati con sostanze oleose apposite (io uso l’olio di vaselina) prima di essere riposti.

Bustine di silica gel igroscopico

Per prevenire la ruggine è utile mettere un gessetto o una tavoletta tarmicida o del gel di silice nella cassetta degli attrezzi da bricolage e nei ripostigli dove si ripongono gli oggetti metallici per evitare la formazione della muffa e di umidità (che è la più grande alleata della ruggine).

Se si ha un prato sintetico, si possono mettere dei feltrini sotto le gambe in ferro degli arredi da giardino presenti sullo stesso per evitare che le sue fibre possano essere macchiate dalla ruggine in caso di ossidazione.

Per evitare la comparsa delle odiose macchiette marroncine (tipiche dalla ruggine sulla carta) sulle pagine dei volumi che teniamo in libreria dovute all’umidità, è bene eseguire una volta all’anno il trattamento per prevenire la comparsa di muffa sui libri.

Per la prevenzione delle ossidazioni è molto utile aprire le ante di credenze ed armadi contenenti attrezzi vari ed azionare sovente il deumidificatore o il condizionatore portatile in prossimità degli stessi.

Bisogna stare all’erta e non abbassare la guardia anche se non si riscontrano ossidazioni in casa, dato che prevenire la ruggine è sempre meglio che doverla combattere tenacemente ed eliminare quando ha già iniziato a fare danni.

Credit photo sale e limone: Sony Nex F3-340 for Maxpixel.net

Credit photo bustine di gel di silice: Pxhere.com

Change privacy settings