Come dare la cera ai pavimenti di marmo

Come si deve stendere la cera sui pavimenti in marmo per nutrirli e farli diventare lucidissimi.

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Dare la cera ai pavimenti di marmo è, tra le varie faccende domestiche, il lavoro che, personalmente, mi pesa di più, ma è necessario farlo, se vogliamo che il nostro pavimento non si rovini ed abbia un aspetto lucido e brillante.

Proprio in questi giorni, anche se confesso che ho tergiversato un po’ a causa di dolori alla schiena, mi sono messa d’impegno a passare la cera sulle superfici di casa mia che, guarda caso, sono quasi tutte in marmo o in graniglia.

Quindi, essendo ” fresca fresca” della cosa, eccomi oggi a scrivere alcuni consigli che spero siano utili. 🙂

Per esperienza personale, ho potuto verificare che questo lavoro riesce meglio nel periodo di luna crescente: vi suggerisco vivamente di controllare in che fase lunare ci si trova al momento e di seguire la luna in questa, come nelle altre faccende di casa.

E’ bene, comunque, scegliere una giornata soleggiata e secca  per ottenere buoni risultati: non si deve mai dare la cera quando piove e in presenza di umidità atmosferica.

La cera da usare deve essere di buona qualità e adatta al tipo di materiale dei pavimenti: io, dopo avere usato varie marche, adesso sono soddisfatta dei risultati che ottengo adoperando una cera professionale lucidante 1 volta all’anno e, più spesso ed abitualmente la Nuncas per marmi e graniglie, ma….ogni caso e ogni pavimento è ” a sé “. 🙂

Come bisogna incerare i pavimenti in marmo

Prima d’ incerare i pavimenti in marmo, è necessario pulire bene e a fondo le superfici.

Si deve passare l’aspirapolvere sulla pavimentazione, rimuovendo lo sporco annidato negli angoli e nei punti difficili con l’aiuto di uno scopino.

Una volta eliminata la polvere, occorre lavare il pavimento con una soluzione a base di acqua tiepida ed alcool denaturato o di acqua tiepida e ammoniaca (1 tazzina da caffè scarsa per 2 litri di acqua): io uso acqua e ammoniaca se devo decerare e se il pavimento deve essere sgrassato molto.

Altrimenti, se voglio solo “rinfrescare” un pavimento incerato regolarmente, adopero acqua e alcol.

Cerco, comunque, di usare l’ ammoniaca solo in rari casi, in quanto, a lungo andare rovina la piombatura di marmi e graniglie: se la si deve usare per forza, bisogna assicurarsi di sciacquare benissimo le superfici e di asportarne completamente le tracce.

Se avete dei dubbi e vi rimane comunque la paura di danneggiare il pavimento, usate il sapone di Marsiglia e, nel caso non otteneste buoni risultati, chiedete consiglio a un esperto e adoperate un prodotto specifico per il vostro tipo di pavimento.

Per i miei pavimenti in marmo e graniglia adopero spesso il detergente Unipul a pH neutro: non li rovina, li pulisce bene, non lascia aloni ed è lievemente profumato.

S’ immerge un panno di microfibra, apposito per il lavaggio dei pavimenti (lo si trova facilmente nei supermercati) nel secchio, lo si deve strizzare e poi passare con lo spazzolone su tutta la superficie, insistendo sulle zone maggiormente sporche e negli angoli e nei punti difficili dove maggiormente s’insediano lo sporco e gli acari della polvere.

Non usate i comuni stracci per pavimenti, che trattengono troppo liquido e non sgrassano bene: usare i panni in microfibra è più faticoso, ma….il risultato ne vale la pena. 🙂

Dopo aver accuratamente lavato il pavimento, occorre sciacquare con cura, possibilmente con acqua demineralizzata, e poi  aspettare che si asciughi.

Una volta che questo è completamente asciutto, potete applicare la cera:

  • si prende un secchio pulito e vi si versa dentro la cera senza diluirla.
  • Si bagna con acqua fredda e si strizza bene (come se fosse stato centrifugato) un vecchio asciugamano di spugna o un panno in microfibra (da tenere da parte solo per questo uso, in quanto ho potuto notare che, anche lavandolo, rimangono tracce di cera).
  • S’ imbeve il panno di cera e lo si strizza leggermente.
  • Si passa la cera sul pavimento una sola volta, seguendo un’ unica direzione e facendo attenzione a incerare in maniera uniforme a non ripassare dove è già stato cerato.

Infine, quando la cera è completamente asciutta (si deve aspettare almeno 30 minuti, ma è meglio 1 ora) si passa alla lucidatura: io uso la lucidatrice con prima i feltrini duri per lucidare  e poi con quelli morbidi, tipo peluche, da apporre sopra le spazzole per rimuovere le ombre sui pavimenti.

Alcune case produttrici di cera consigliano, in caso di pavimenti in marmo e graniglia aridi e trascurati, di passare due mani di cera, a distanza di qualche ora l’una dall’altra, in modo che la cera possa nutrire le superfici e si formi uno strato compatto e protettivo.

Io, però, preferisco tirarla con la lucidatrice dopo la prima mano, lavare ancora e lasciare asciugare del tutto prima di passarla nuovamente: anche se è più faticoso, ho visto che in questo modo evito il frequente formarsi di problemi di ancoraggio e di antiestetiche striature, ombre e opacizzazioni.

La cera si deve dare ai pavimenti in marmo ogni 3 mesi circa, ricordandosi di decerare ogni 3-4 anni con un prodotto specifico apposito e adatto al tipo di pavimentazione.

Credit photo: Kathleen Tyler Conklin  for Flickr.com

Loading...
Scritto da Francesca Be
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Condividi
Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

16 commenti su “Come dare la cera ai pavimenti di marmo

    1. Ciao Moz e buona domenica.Ti dirò che anche io, da piccola, avevo un sacro timore della lucidatrice.Prima c’era lo spazzolone 🙂

    2. io ti consiglio loro, hanno dei maccinari da paua, lo hanno fatto da me, il pavimento è tornato nuovo!!

    1. Verissimo, ma con la mia schiena ed età,…..” a mano ” non me la sento proprio 🙂

      1. Ciao Franci,
        Mi sono trasferita da poco in una nuova casa e 4 pavimenti su 6 sono in marmo e graniglia. Ho comprato cera 900, una c’era solida da dare a mano.
        In 3 pavimenti ho effettuato questi passaggi:
        1. Inceratura con paglietta superfine o panno in cotone
        2. Levigatura con paglietta grana media
        3. Lisciatura con paglietta grana finissima
        4. Lucidatrice con dischi spazzola
        5. Lucidatrice con feltri di lana.
        Questi 3 pavimenti sono abbastanza lucidi e scivolosi (come piacciono a me perché quando sposti qualcosa che ha i Feltrinelli ad esempio una sedia, scivola benissimo e non lascia righe).
        Al 4 pavimento, che mi dava l’impressione essere più rovinato degli altri, ho dato 2 mani di cera a distanza di un’ora circa e il mattino seguente ho iniziato con gli stessi passaggi dell’altro pavimento.
        Finito tutto il pavimento era bellissimo, sembrava bagnato. Unico problema? Non è scivoloso come gli altri. Sembra quasi appiccicoso. Alché ho capito che c’era troppa cera. Così ho passato la paglietta a grana grossa per levigato molto poi paglietta fine è più Lucidatrice. È migliorato ma non è superscivoloso come gli altri. Per evitare di effettuare di nuovo gli stessi passaggi con la lanetta ecc… c’è un modo per sgrassarlo bene ed essere molto più simile agli altri tre?
        Grazie 🙂

        1. Ciao Eleonora.Molto dipende dal materiale in cui è fatto il pavimento, ma proverei con un buon sgrassatutto.

        2. Ciao Eleonora.Anche a me pare proprio che hai dato troppa cera.Hai provato a sgrassare con acqua e alcol (non usarlo puro, ma diluito)? Anche io ho pavimenti in graniglia e,in un caso simile al tuo, ho provato con il detergente Unipul e ha funzionato. Lo vedi qui: https://amzn.to/2tvlAE9. E’ un detergente che fa poca schiuma e concentrato (lo devi diluire, ma ci sono le istruzioni) e a ph neutro. I detergenti acidi alla lunga rovinano la graniglia e vanno evitati.Prova e poi dimmi come è andata. 🙂

  1. Ciao, ho intenzione di seguire i tuoi consigli, solo una domanda tu utilizzi cera da lucidare perché è migliore della autolucidante? Puoi indicarmi la marca?

  2. Ciao mi sto trasferendo in un appartamento con i pavimenti di marmo. Erano tantissimo sporchi quindi ho comprato uno sgrassante decerante. Abbiamo tolto le macchie più grosse e il pavimento è diventato bianco opacissimo. In più per l odore che c era, mio marito ha lavato spesso con rio casa mia con ammoniaca. Adesso vorremmo passare la cera. Per questioni economiche abbiamo comprato la cera emulsio metallizzata 6 mesi autolucidante (tutte le mie zie che hanno il marmo hanno detto che è la migliore). Ho paura però che il marmo si sia rovinato troppo con tutto lo sgrassante e tutta l ammoniaca. Posso sperare di riprenderlo? Grazie per la risposta.

    1. Ciao Concetta.L’Emulsio è una cera buona, ma forse hai bisogno di un prodotto più “curativo, visto lo stato del tuo pavimento.Io adopero la Nuncas ( c’è il link nel post), che nutre il marmo in profondità, ma, visto che devo chiamare la ditta per fare una domanda sullo sfeltro, oggi chiedo a loro anche di consigliarmi il prodotto più adatto al tuo caso e come usarlo.Appena so qualcosa ti rispondo qui.

      1. Ciao Concetta. Ho contattato il servizio consumatori della Nuncas e mi hanno detto di dirti di chiamarli in modo di avere la possibilità di consigliarti per il meglio nel tuo caso specifico.

I commenti sono chiusi.

Commenta con il tuo profilo Facebook
  • Ricevi Ultimi Articoli

    I tuoi dati sono al sicuro