Gomma magica: cosa è, a cosa serve, come comprarla

La versatile gomma magica è un formidabile alleato nelle pulizie di casa: di cosa è fatta, come adoperarla per rimuovere efficacemente lo sporco senza consumarne troppa e senza rischi per la salute, come acquistarla a costi contenuti al massimo.

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Uso ormai abitualmente la gomma magica nelle faccende domestiche e devo ammettere che, facendomi risparmiare tempo e fatica e dandomi ottimi risultati nella pulizia di casa e accessori di abbigliamento, non ne potrei più fare a meno.

Anche se probabilmente conosci quella molto diffusa della Mastro Lindo e la adoperi già, ti consiglio la lettura di questo post in cui ti spiego cosa è la gomma magica, i suoi molteplici usi e come risparmiare sul suo acquisto.

Cosa è la la gomma magica

La gomma magica presente sul mercato è, in sostanza, schiuma di melammina, o melamina, policondensata con formaldeide e poi essiccata, triturata, additivata e sottoposta a un trattamento termico.

iGomma Magica Mastro Lindo

Il particolare composto veniva usato in passato principalmente come isolante idraulico e assorbente acustico, ma nei primi anni del 2000 è stato scoperto dai chimici che, a contatto con l’acqua, la melammina-formaldeide, la cui sigla identificante è MF in base alle direttive 16780 e 7728 del DIN ( istituto tedesco della standardizzazione), acquista ottime proprietà pulenti.

In pratica il composto, una volta bagnato, diventa la cosiddetta gomma magica. una specie di carta vetrata dalla grana particolarmente fine e delicata che è in grado di rimuovere la sporcizia anche dalle superfici e dagli interstizi non facili da raggiungere (leggi lo studio in inglese del colosso della chimica BASF se vuoi approfondire).

2 candide spugne melamminiche mai usate

La gomma magica ad uso domestico ha l’aspetto molto simile a quello di una spugnetta bianca che diventa elastica una volta bagnata e la cui superficie rimane sempre pulita, proprio per il fatto  che si consuma durante l’impiego.

A cosa serve la gomma magica

La gomma magica, capace di raggiungere i punti più difficili e rimuovere sporco ostinato e grasso, serve per pulire muri, pavimenti arredi, oggetti, accessori presenti in una casa.

Non la devi, però, adoperare su superfici laccate, protette da uno strato di vernice e scure, dato che, essendo leggermente abrasiva, potrebbe graffiarle, opacizzarle o scolorirle.

Ti sconsiglio di usarla nella pulizia della carrozzeria dell’auto o della moto, dell’acciaio inox e del rame (vedi qui e qui come trattare entrambi i metalli), dei rivestimenti antiaderenti e del legno grezzo,  finito, satinato, levigato, spazzolato e finto laminato.

Io, personalmente, impiego la gomma magica-schiuma di melammina per pulire:

  • macchie, sporcizia, orme e segni sui pavimenti, facendo attenzione ad passarla con molta delicatezza su quelli in marmo lucidato a piombo.
  •  Muffa e sporco nelle fughe tra le piastrelle.
  • Tracce di scotch e di colla rimaste su oggetti vari.
  •  Superfici, oggetti e contenitori in plastica tranne quelli alimentari (poi vediamo il perché).
  • Telai e superfici di porte e finestre.
  • Tutte le superfici lavabili del bagno e rimuovere il calcare e le macchie di acqua dalla doccia e dai rubinetti.
  • Ditate e scarabocchi di pastelli e pennarelli su pareti e tappezzerie lavabili.
  • Le parti esterne di piccoli e grandi elettrodomestici.
  • Pelle liscia (non quella scamosciata per cui il prodotto non è indicato) di divani, borse, cinture e scarpe.
  • Metalli preziosi e non.
  • Suole di scarpe e parti in gomma o tela delle sneakers.
  • Piani di cottura, cappa e superficie esterna della cucina.
  • Arredi in formica.
  • Battiscopa, pomelli e maniglie senza strato protettivo.
  • Tastiera, mouse e console esterna del computer (non il monitor).
  • Attrezzi per il bricolage fatti in materiali compatibili.

Il prodotto può anche essere impiegato nella pulizia di vetri e specchi, ma, pur essendo efficace nel rimuovere macchie di pioggia, polvere e smog dalla loro superficie, ho notato che tende a lasciare degli aloni.

Certamente puoi usarlo per eliminare il grosso della sporcizia, ma poi ti consiglio di ripassare i vetri con acqua e ammoniaca (o il prodotto che usi abitualmente) e asciugare bene strofinando con fogli di giornale appallottolati.

Alcuni usano la gomma melamminica per rimuovere il bruciato e le incrostazioni da pentole e padelle, ma io preferisco non farlo e ti spiego il perché.

La spugna non è tossica in se stessa (la sua tossicità pare che sia simile a quella del sale da tavola, cioè nulla), ma, se entra nell’organismo attraverso gli alimenti, può provocare malattie del sistema urinario.

La cosa è stata scoperta dagli studiosi qualche anno fa, facendo una ricerca scientifica dopo che dei bambini erano arrivati all’ospedale con patologie dei reni dopo aver assunto del latte in polvere  mischiato con melammina da un disonesto produttore cinese.

Per questo motivo preferisco evitare di usare la gomma magica per lavare piatti, pentolame e utensili che entrano abitualmente in contatto con gli alimenti.

Anche se non si può parlare di vera pericolosità quando le tracce di schiuma melamminica vengono asportate poi con un lavaggio con detersivo per piatti e con un accurato risciacquo, ritengo che le precauzioni non siano mai troppe nei casi in cui quando c’è di mezzo la salute.

Come usare la gomma magica

Anche se la gomma magica non irrita la pelle e solitamente non provoca allergie a meno che non si sia intolleranti alla specifica sostanza, ti consiglio di indossare guanti di gomma prima di adoperarla per evitare che, consumandosi durante l’uso, dei frammenti della stessa possano penetrare sotto le unghie.

Proteggi le unghie specie se sei donna e porti lo smalto, dato che l’attrito provocato dallo sfregamento della spugna pulente sulle superfici a mani nude potrebbe rovinarlo.

Come ho scritto sopra, la spugna magica non è tossica in se, ma oltre ad evitare di ingerirne delle tracce, non usarla con acqua calda e con detergenti a base di cloro come la candeggina: calore e cloro provocano una reazione chimica che rende nociva la melammina.

Per questo la gomma magica va usata senza aggiunta di detersivi e bagnata con acqua fredda.

Inoltre, prima di pulire qualsiasi materiale con la stessa, fai una prova su una parte nascosta per assicurarti che sia idoneo al trattamento ed evitare di danneggiarlo.

Come strizzare la gomma magica premendola tra le mani

Per prima cosa, immergi la spugna in acqua fredda e poi strizzala, pressandola tra le palme delle mani senza attorcigliarla (come mostrato nella foto accanto) per non romperla.

Una volta strizzata, passane un angolo delicatamente e ripetutamente sulla superficie da pulire con una leggera pressione come se fosse una gomma per cancellare.

Usa un angolo e non tutta la spugna per fare in modo che si consumi gradualmente e non si sbricioli l’intera spugna e passalo sulle parti sporche e macchiate sempre con movimenti nella stessa direzione per prolungarne la durata.

Ti consiglio di mettere in pratica questi due trucchi, in quanto la parte di spugna che assorbe la sporcizia cambia la sua struttura a contatto dello stesso e, diventando fragile, si sfalda e si consuma.

Sciacqua, se necessario e sempre nel modo indicato sopra, la gomma tra una passata e l’altra e, una volta asportato lo sporco, asciuga la superficie trattata con un panno pulito che porterà via anche i rimasugli di melammina rimasti sulla stessa.

Lava la gomma magica avanzata con sola acqua fredda, pressala tra le mani per rimuovere l’acqua in eccesso e lasciala asciugare del tutto prima di riporla in un luogo fuori dalla portata di bambini e animali domestici che potrebbero portarla alla bocca e ingerirla.

Se non prevedi di usare una intera spugna melamminica, tagliane una fetta e bagna e impiega solo quella, mantenendo nuova e asciutta quella che non ti serve al momento.

Oltre ad evitare un inutile spreco, raggiungere scanalature, angoli e punti difficili ti sarà più facile se maneggi un pezzetto piccolo del prodotto.

Come risparmiare nell’acquisto della gomma magica

Esistono in commercio spugne di questo tipo di varie marche, tra cui la più nota e usata è la Gomma Magica della Mastro Lindo la cui confezione di 2 spugne ha un costo di circa 3 euro.

2 strati esterni pulenti e 1 interno per facilitare la presa della spugna magica Mastro LinndoMa, sebbene io reputi il prodotto di questa marca il migliore tra quelli attualmente presenti sul mercato italiano e il più pratico da usare, per il fatto che ha 2 strati bianchi e 1 interno color fucsia che facilita la presa ergonomica della gomma mentre quelli esterni vengono consumati durante la pulizia, sappi che puoi trovare prodotti simili a prezzi molto più bassi.

Dato che le spugne pulenti di questo tipo sono costituite da schiuma di melammina, poi reperirne sul mercato quelle che non riportano la dicitura “gomma magica” e che, grazie a questa assenza (credo che il nome sia brevettato, ma non ne ho la sicurezza), hanno costi notevolmente più contenuti.

Io, sempre attenta a fare economia in tutto, le compro spesso sul web, dove, acquistandone 10 per volta, pago ogni pezzo circa 60 centesimi spendendo quasi la metà di denaro che dovrei pagare per procurarmi il prodotto famoso e blasonato.

Se prevedi di farne un largo uso come me che adopero la gomma magica abitualmente nelle pulizie di casa e ne consumo una quantità notevole durante il corso dell’anno, ti consiglio di indirizzarti verso spugne di schiuma di melammina non di marca e ti suggerisco anche di metterti d’accordo con parenti e amici per fare un acquisto comune che ti permetterà di risparmiare ancora più soldi nel caso tu riesca a ordinarne molti pezzi.

  • Se vuoi scoprire altri prodotti efficaci che ti faciliteranno  lo svolgimento delle faccende domestiche, dai un’occhiata anche a:
  • Come autoprodurre in casa un detersivo per i piatti naturale ed economico
  • Come usare nel modo corretto l’ecologico percarbonato di sodio senza procurare danni ai tessuti
  • La gomma pane è un formidabile aiutante nei lavori di casa: come servirsene
Loading...
Scritto da Francesca Be
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Condividi
Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

Un pensiero su “Gomma magica: cosa è, a cosa serve, come comprarla

I commenti sono chiusi.

Commenta con il tuo profilo Facebook
  • Ricevi Ultimi Articoli

    I tuoi dati sono al sicuro