Scarpe da ginnastica: pulizia e conservazione

Le scarpe da ginnastica devono essere pulite e trattate nei modi corretti per durare a lungo e rimanere in buono stato: seguite queste semplici regole!

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Le scarpe da ginnastica, o sneakers, che ormai fanno parte del nostro uso quotidiano e che indossiamo abitualmente e non solo per fare dello sport, hanno comunque bisogno di essere sempre in ordine e questo è possibile solo con una regolare manutenzione e facendo in modo che siano sempre pulite e prive di odori.

Se vogliamo che le scarpe sportive durino a lungo e continuino a fare ” la loro figura”, è bene osservare alcune semplici  regole per la pulizia e conservazione delle scarpe da ginnastica.

Ho già scritto  un post su come lavare le sneakers, sia che siano fatte di tela che di pelle, ma bisogna anche tenere presente che il lavaggio le usura a lungo andare e che è preferibile non eseguirlo troppo spesso.

Come pulire le scarpe da ginnastica senza lavarle e i trattamenti per mantenerle in buono stato

Ecco alcuni accorgimenti che metto in atto con le mie sneakers e scarpe da tennis. 🙂

Non le calzo mai a piedi nudi, ma indosso sempre i calzini da ginnastica o i  “fantasmini” per evitare il contatto tra la scarpa e la pelle: questo fa in modo che si eviti la comparsa di cattivo odore il più a lungo possibile e, cosa peraltro non da poco, si preserva la salute del piede.

Cospargo l’interno delle scarpe col bicarbonato e le indosso sempre dopo aver lavato i piedi e averli cosparsi di borotalco.

Cerco di avere sempre a disposizione due paia di scarpe da ginnastica, in quanto le scarpe, come i vestiti del resto, hanno bisogno di “riposare” e di non essere indossate giornalmente: il fatto di avere più sneakers non costituisce una spesa superflua, ma l’indossarle alternativamente permette di farle durare di più, di non doverle pulire “di fretta e furia” o di rischiare di essere costretti a calzarle quando non sono ancora perfettamente asciutte.

Estraggo spesso la soletta in lattice e ne eseguo sovente il lavaggio.

Spazzolo le scarpe da ginnastica dopo ogni uso per rimuovere la polvere e lo sporco superficiale.

Tolgo il prima possibile le eventuali tracce di fango e di terra (dopo averle fatte asciugare), servendomi di spazzole e della gomma pane sulle parti gommose mente adopero l’apposita spazzolina di para per le parti in pelle scamosciata.

Per pulire le parti in gomma, che sono, peraltro, le più soggette a sporcarsi, potete anche sfregarle col dentifricio, servendovi di un vecchio spazzolino da denti, o usare uno straccio impregnato di detersivo per i piatti, evitando l’alcol che le ingiallisce e rovina col tempo;

Eseguo sovente una pulizia ” a secco” dell’interno delle scarpe da ginnastica, mettendovi all’interno del bicarbonato di sodio e lasciandolo agire per 24 ore prima di rimuoverlo: il bicarbonato non copre gli odori, ma li elimina.

Per togliere piccole macchie in superficie e per igienizzare mi servo di un getto di vapore molto caldo ( io adopero una spazzola a vapore piuttosto potente, ma va bene anche il getto del ferro da stiro  a caldaia): il vapore penetra nelle fibre e svolge un’azione pulente e antibatterica.

Se c’è presenza di macchie sulla tela, le si può rimuovere con acqua e detergente per i piatti o con una pastetta a base di acqua e bicarbonato da sfregare delicatamente con uno spazzolino da denti vecchio: si lascia agire 10-15 minuti e poi si sciacqua con un panno pulito bagnato.

Le macchie sul tessuto di tela possono essere trattate anche con la trielina, insistendo sulle parti colpite con movimenti circolari fino all’evaporazione della stessa per evitare che si formino antiestetici aloni.

Scarpe da ginnastica screpolate in punta

Per pulire la superficie delle scarpe da ginnastica in pelle liscia si può adoperare il latte detergente o una soluzione di acqua tiepida e sapone di Marsiglia, evitando l’alcol e spazzole con setole dure che renderebbero arido il materiale e provocherebbero alla lunga screpolature antiestetiche come nella foto.

Esistono in commercio anche saponi per il cuoio specifici, ma bisogna fare attenzione a non usarli ( in quanto ammorbidiscono la pelle) sui componenti della scarpa soggetti a particolare pressione e non bisogna mai impiegarli su calzature progettate per attività che comportano l’esecuzione di movimenti laterali.

La pelle scamosciata si pulisce con un panno in microfibra inumidito sempre con acqua e sapone di Marsiglia: si fa agire per 5 minuti, si sciacqua con un altro straccio bagnato, si lascia asciugare ( non al sole ) e poi si passa la spazzola di para.

La pelle in camoscio  può essere trattata con un  particolare spray impermeabilizzante  che la protegge dalla pioggia e parzialmente anche dalle macchie.

Pulire la pelle di vernice, attualmente molto in voga negli intarsi delle scarpe sportive, è semplice: basta usare del semplice latte.

Di tanto in tanto è bene nutrire le parti in cuoio con latte detergente o crema neutra apposita.

Se le scarpe da ginnastica si cominciano a scollare e scucire in alcuni punti, bisogna agire tempestivamente e non aspettare che la cosa peggiori: portatele immediatamente dal calzolaio per farle aggiustare, anche se io……adopero il Superattack. 😉

In ogni caso, non lavatele prima di averle riparate ed eseguite il lavaggio delle scarpe sportive incollate successivamente a basse temperature.

Le sneakers mantengono la loro forma se le si fa asciugare e le si ripone coi tendiscarpe o con carta bianca appallottolata all’interno.

Non mettetele mai ad asciugare sul termosifone, ma solo nei pressi dello stesso o all’aria aperta ( non alla luce diretta dei raggi solari).

L’umidità è nemica delle scarpe sportive e della nostra salute: indossatele solo quando sono perfettamente asciutte ( e fate completamente asciugare i calzini che indosserete prima di calzarle ).

Per conservare le scarpe da ginnastica a lungo e in buono stato, riponiamole nella scarpiera perfettamente pulite, facendo loro prendere aria di tanto in tanto.

Con la pulizia regolare e osservando questi accorgimenti le scarpe da ginnastica dovranno essere lavate meno spesso e dureranno molto più a lungo…. e “in perfetta forma“. 🙂

Credit photo: Flickr by Bill Toe

Loading...
Scritto da Francesca Be
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Condividi
Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Commenta con il tuo profilo Facebook
  • Ricevi Ultimi Articoli

    I tuoi dati sono al sicuro