Come pulire le pareti di casa

Come eseguire la pulizia periodica delle pareti della casa e come rimuovere efficacemente le macchie di varia natura presenti sui muri: consigli pratici.

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Non è possibile! Ieri ho dovuto, ancora una volta, pulire le pareti….appena tinteggiate. 🙁

I bambini sono bellissimi, fonti di gioia e serenità, ma anche….di infiniti piccoli guai:-)

Avevo appena provveduto a imbiancare le pareti del salottino la settimana scorsa ed ecco che arriva mia cugina a trovarmi con le due piccole pesti Anna e Matteo: felicissima di vederli, ma molto meno quando ho constatato che invece di disegnare sull’album, avevano scambiato il  muro per un foglio bianco!

Vabbé, pazienza, i guai della vita sono altri!

Per fortuna che, quando li ho sorpresi sul fatto, si erano “esibiti” solo a matita e non hanno avuto il tempo di fare un murale coi temibili pastelli.

Ho fatto finta di niente, rimproverandoli bonariamente, ma…non li ho più persi di vista, i carissimi frugoletti:-))))

Dato che detesto avere i muri scarabocchiati anche per poche ore, appena sono andati via ho subito cercato la schiuma di melammina, che effettivamente è proprio una gomma magica, perché, dopo il suo uso, ditate e scarabocchi erano spariti come d’incanto.

E allora ho deciso d’impiegare un po’ di tempo per scrivere questo post sulla pulizia dei muri di casa in generale e su come eliminare le macchie.

Come pulire le pareti e rimuoverne le macchie

Pulire periodicamente le pareti sporche è un’operazione necessaria per prevenire accumuli di polveri ed acari dannosi per la salute e per eliminare l’eventuale fuliggine che si forma inevitabilmente con l’accensione di caloriferi, stufe, caminetti.

Io preferisco eseguire la “pulizia profonda” delle pareti 4 volte all’anno durate la fase di luna calante, in quanto le fasi lunari influiscono sui lavori di casa…anche se può sembrare strano. 🙂

Si deve iniziare sempre dal soffitto, adoperando un piumino apposito col telescopio allungabile per arrivarci agevolmente, ma si può anche usare un comune spazzolone su cui avvolgere legare un panno microfibra che catturi bene la polvere.

Panni in microfibra colorati ideali per catturare la polvere meglio del piumino

Io, a questo scopo, uso il Panno Magico in microfibra della Logex, ideale per spolverare e che è eco-friendly.

Salendo qualche gradino di una scala, si può facilmente raggiungere il soffitto e gli angoli dello stesso dove le ragnatele tendono maggiormente a formarsi.

Dopo aver spolverato il soffitto, si passa alle pareti, levando quadri e altri ornamenti appesi e si procede dall’alto verso il basso, ripassando man mano in senso orizzontale.

Se la pittura è lavabile si potrebbero tamponare i segni e le macchie sul muro con una spugna, prima imbevuta di acqua e sapone neutro e ben strizzata, per poi passare un panno umido per togliere il sapone, ma non ho avuto buoni risultati: bisogna saper usare la spugna bagnata sui muri, mentre io, quando non avevo ancora esperienza, ho seguito le indicazioni trovate su Internet e  le pareti hanno un po’ perso l’omogeneità del colore.

Allora ho deciso di usare la spugna umida il meno possibile e solo dove ce n’è un effettivo bisogno.

Comunque, prima di adoperarla, chiedete consiglio al negozio dove avete acquistato la pittura ( ogni volta che vi accingete a tinteggiare i muri di casa, prendete nota del nome e del colore della vernice ): solo le superlavabili possono essere trattate, e con molta cautela, con l’acqua, anche se quasi tutte se si chiamano pitture lavabili erroneamente.

Le ditate e i segni di matita si possono cancellare, come abbiamo visto, con la Gomma Magica, ma è possibile utilizzare a questo scopo anche la gomma pane.

Capita che i bambini riescano anche a sporcare di terra i muri: lasciatela asciugare completamente e poi asportatela delicatamente con una spazzola a setole morbide.

I segni di pastelligessetti, e matite colorate si levano strofinando con del dentifricio bianco e non gel, poi si passa un panno e infine si tampona con un panno umido: i panni adoperati devono essere sempre pulitissimi e di color bianco.

I baffi dei caloriferi si levano con la gomma pane o con gli appositi panni gommati che si possono trovare nelle drogherie e nei colorifici.

Muffa su parte bassa di parete

Le macchie di muffa si rimuovono passandovi sopra un panno asciutto, poi uno bagnato con acqua ossigenata e poi ancora uno asciutto; oppure si asciuga la muffa con il phon e poi si passa la spazzola per rimuoverla.

Un ottimo prodotto contro la muffa già pronto e non tossico è l’Antimuffa Naturale della ditta Schimmel.

Le macchie di sangue, salsa di pomodoro e sughi vari sui muri bianchi si eliminano con acqua ossigenata a 12 volumi, mentre questa sostanza non è indicata per pareti colorate: in questo caso si leva il grosso della macchia con acqua e poi si tampona con un panno in microfibra fino a che l’alone sarà scomparso.

Le macchie di biro e di sangue sono tra le più difficili da eliminare: le prime si trattano con aceto bianco distillato o latte, mentre le seconde con il detersivo liquido per i piatti.

Le macchie sulla tappezzeria di stoffa si tamponano con la trielina: per fare in modo di evitare il formarsi di antiestetici aloni, bisogna usare l’accortezza di continuare a tamponare fino a quando lo smacchiatore sarà evaporato del tutto.

Per un buon successo nella pulizia dei muri e nell’eliminazione macchie dalle pareti di casa è, in ogni caso, fondamentale la tempestività nel trattarle.

credit photo: Flickr.com by Quinn Dombrowski

Loading...
Scritto da Francesca Be
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Condividi
Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

11 commenti su “Come pulire le pareti di casa

  1. Con due monelli come i miei per casa questo tuo post me lo stampo subito!
    Che consigli preziosi, grazieeeeeee 🙂

  2. grazie!!! In effetti non avevo mai pensato alla gomma… ho sempre usato la spugna bagnata ottenendo sì il muro pulito ma la pittura omogeneizzata e con il chiaro scuro si vedono le ombre.

  3. se usi la spugna, devi comunque tamponare coon un panno asciutto.o dico…per cattive esperienze:-))))

  4. Macchie di sangue sulle pareti? occhio che stai allevando dei piccoli Dexter 😀

  5. Salve a tutti, ho una domanda: il mio problema non sono le scritte sui muri bensì sui pensili in legno della cucina dove mio figlio si è divertito a colore con i pastelli a cera! Grazie!

    Gustavo Woltmann

    1. Buonasera Gustavo.Le macchie dei pastelli di cera sono frequentissime coi bambini 🙂 Sul legno può provare a passare un po’ di maionese con un panno, la lascia agire 2-3 minuti e poi la asporta con un panno pulito.Generalmente questo rimedio casalingo funziona, a meno che non si tratti di legno trattato in modi particolari e che i pastelli siano quelli classici.Mi sappia dire se in questo modo è riuscito a togliere gli scarabocchi.

  6. salve 🙂 .. vorrei rinfrescare le pareti di casa.. ma ho dei disegni sul muro a cui tengo e non vorrei rovinarli.. come posso fare? grazie a chi mi consiglierà..

    1. Ciao Maria.Darti una risposta mi è davvero impossibile, dato che può esserti di aiuto, secondo me, solo un esperto.Ti consiglio, per evitare di correre il rischio di fare danni, di non agire prima di aver chiesto aiuto alla persona che ha fatto i disegni o esserti consigliata col personale competente in materia di un buon colorificio specializzato in pittura artistica, specificando, possibilmente, il tipo di colore usato per il disegno e le caratteristiche del muro e della tinteggiatura dello stesso.
      Sappimi poi dire come è andata. 🙂

  7. Salve il mio compagno ha indossato dei jeans nuovi che hanno perso colore è macchiato il muro bianco di blu… Come posso rimediare senza dover tinteggiare? Grazie dei consigli

I commenti sono chiusi.

Commenta con il tuo profilo Facebook
  • Ricevi Ultimi Articoli

    I tuoi dati sono al sicuro