Come disfare la valigia in modo intelligente con poca fatica

Disfare la valigia al ritorno da un viaggio è un lavoro necessario che non serve rimandare: consigli per svuotare il bagaglio con intelligenza e organizzazione con poca fatica e velocemente senza stressarsi inutilmente.

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Devi svuotare la valigia dopo le ferie e la cosa ti terrorizza? Niente panico, poiché usando la testa e mantenendosi calmi lo si può fare nel modo più veloce e meno faticoso possibile.

Disfare i bagagli al ritorno dalle vacanze provoca nervosismo e insofferenza nella maggioranza delle persone che si sommano alla cosiddetta ” sindrome del rientro ” costituita da una serie di sintomi provocati dal rimpianto delle belle giornate passate senza pensieri e dallo stress che comporta riprendere il lavoro e la routine quotidiana.

In passato mi è capitato di rimandare ad oltranza questo lavoro peraltro necessario e di andare letteralmente in panico quando poi mi ritrovavo in mezzo a sacchetti della roba sporca, calzini spaiati, pile di vestiti ammucchiati qua e là e accessori, scarpe, oggetti, gadget e cosmetici sparsi in tutta la casa.

Per non piombare nel caos ogni volta che dovevo liberare la mia valigia dal suo contenuto, ho dovuto imparare a svolgerlo con razionalità ed oggi ti spiego come disfare la valigia in modo intelligente e organizzato per evitare di farti prendere da una crisi di nervi quando ritorni dalle ferie o da un viaggio di lavoro e non sai da dove iniziare a farlo.

Premessa importante: affronta questo lavoro il prima possibile, dato che è inevitabile e il procrastinare e lasciare la valigia piena in ingresso o accantonarla in un angolo della casa non risolve un bel nulla e servirebbe solo ad aumentare il malumore e la sensazione di disagio che si prova quando si rimanda un’attività che deve essere comunque svolta inderogabilmente prima o poi.

Prenditi comunque delle pause che ti permettano di svolgerlo con la dovuta serenità e lucidità, senza aver fretta e credere di potercela fare a pulire e mettere tutto a posto ” in un battibaleno “, perché non ci riusciresti comunque e ti stresseresti inutilmente.

Pazienza e organizzazione costituiscono l’unico metodo possibile per riuscire a svuotare una valigia con intelligenza nel minor tempo possibile.

Come disfare la valigia in modo corretto e organizzato

Prima di aprire il bagaglio armati di calma e pazienza e comincia con il sistemarlo su un piano rialzato in modo da non doverti chinare ogni volta che ne estrai il contenuto e di evitarti danni e dolori alla schiena.

Non fare l’errore che commettono molti nel metterlo sul letto, dato che, avendo viaggiato, è sporco e pieno di batteri: non è certo il caso di portarteli nel luogo dove dormi.

Se proprio non hai altri ripiani dove disporlo e devi usare il letto per tenerlo sollevato e poterne vedere bene il contenuto, proteggi il giaciglio con un telo in modo che microbi, agenti patogeni e sudiciume non entrino in contatto con coperte e lenzuola.

Il telo va usato anche se metti la valigia su altri piani rialzati della casa (come, ad esempio, una sedia robusta) per evitare contaminazioni ed eventuali danni provocati al componente di arredo utilizzato da sfregamenti e simili.

Poggia valigia pieghevole in legno a 2 ripiani

Se viaggi molto, ti consiglio di procurarti un poggia bagaglio come quelli che si trovano negli alberghi che  non occupano spazio essendo pieghevoli, si possono usare all’occorrenza come piano di appoggio e ti evitano la fatica di dover poi lavare ogni volta i teli entrati in contatto con valigie sporche.

Separazione dei capi di abbigliamento e lavaggi

Apri la valigia e inizia a disfarla cominciando con il separare i capi d’abbigliamento sporchi da quelli non usati e fai prendere aria in un’altra stanza a quelli che sono ancora puliti prima di sistemali nell’armadio o di dar loro una rinfrescata con il vapore, capace di igienizzarli e fare sparire eventuali tracce di muffa e le macchiette più superficiali.

Se torni dal mare, sbatti all’aperto costumi, teli ed altro abbigliamento da spiaggia con molta cura per eliminare la sabbia rimasta sugli stessi che, se non rimossa, potrebbe poi intasare e otturare il filtro della lavatrice.

Separa in pile diverse i capi che possono essere lavati in lavatrice da quelli per i quali è indicato il lavaggio a mano e a secco e, una volta fatta  questa prima cernita, metti subito in un sacco quelli da portare in lavanderia e sistemalo in una stanza che non usi in modo da  evitare al massimo il disordine e facilitarti le ulteriori divisioni dei vestiti che andrai a fare.

Se sei alle prese con una sola valigia da disfare è difficile che tu possa perdere la testa nel ritrovarti in mezzo a vere e proprie montagne di panni sporchi (con un po’ di pazienza e organizzazione sistemerai tutto in breve tempo), ma, se hai una famiglia numerosa, è facile che ti capiti di non sapere da che parte cominciare ed è proprio in tal frangente che devi non perdere la calma e pianificare i lavaggi in casa nel modo più ragionato e pratico.

Comincia col dividere i vestiti che sopportano il lavaggio meccanico a seconda delle colorazioni e dei tessuti, in modo da formare gruppi di capi che possano essere lavati insieme alla stessa temperatura senza che sbiadiscano e trasferiscano il colore, e inizia con i cicli di lavaggi, dando la precedenza agli indumenti che ti servono puliti il prima possibile.

Procedi nel fare i bucati in lavatrice per gruppi in questo modo, considerando sempre l’urgenza di indossare alcuni capi piuttosto che altri e tenendo presente che il cestello non va sovraccaricato se si vuole ottenere indumenti perfettamente igienici.

I capi da lavare a mano vanno anch’essi divisi per colore e tessuto (i sintetici, ad esempio, richiedono un lavaggio diverso da quello della lana): puoi anche lavarne più di uno allo stesso tempo, ma assicurati di poterlo fare senza fare danni.

Armati di pazienza, perché, se gli indumenti sporchi sono parecchi, è normale che ci vogliano dei giorni per  risistemare il guardaroba dopo un viaggio e cerca di mettere in atto gli stratagemmi per non doverli stirare.

Questo è il da farsi in pratica con capi di abbigliamento, calze e biancheria intima, ma in un viaggio non si portano dietro solo quelli e ora vediamo come procedere per pulire e mettere al loro posto in fretta quant’altro ti è servito nella tua permanenza fuori casa.

Cosa fare con scarpe, accessori, bigiotteria, cosmetici e altri oggetti contenuti in una valigia da disfare

Scarpe da vacanza lpulite e messe ad asciugare

Separa le scarpe, le borse e le cinture da tutto il resto, pulisci quelle in pelle con i prodotti adeguati e per le sneakers ed altri accessori lavabili procedi come indicato nel post su come lavare le scarpe sportive in materiali trattabili con l’acqua e in quello su come igienizzarle senza il lavaggio.

Per fare il modo di prenderti delle pause di riposo e non dover fare il lavoro tutto insieme, tratta prima gli accessori che ti servono subito, mentre puoi anche aspettare qualche giorno per procedere alla pulizia di quelli che non usi abitualmente e che metterai via.

Per non trovarmi oggetti di tutti i tipi che erano in valigia sparpagliati per casa e per risparmiare passi inutili per mettere ogni volta ognuno al loro posto, inizialmente li divido in vari cestini per tipo e funzione e ti consiglio caldamente di fare lo stesso.

Usa un cestino per gli accessori elettronici e simili, un altro per i gioielli fantasia, un altro per i cosmetici e per i prodotti e gli attrezzi per la cura personale, un altro ancora per i farmaci e così via fino a quando la valigia sarà finalmente vuota.

Panni in microfibra colorati ideali per catturare la polvere meglio del piumino

Poi dai a tutti gli oggetti tirati fuori dalla valigia una veloce pulita con un panno in microfibra per eliminare polvere, residui vari e sporcizia prima di mettere ognuno al suo posto.

Componenti elettronici e bijoux temono salsedine e sabbia in particolar modo e, nel caso ce ne fossero tracce, necessitano di una pulizia più approfondita: per la bigiotteria segui i miei consigli su come pulirla correttamente e per gli accessori di elettronica consulta i rispettivi libretti con le istruzioni.

Se hai comprato e fatto impacchettare durante il viaggio dei cadeaux per amici e parenti e non hai intenzione di darglieli subito, ma di regalarli loro a Natale o in occasione di altre ricorrenze, attacca sulla confezione di ciascuno un post-it (foglietto adesivo) con scritto il contenuto e il destinatario prima di riporli al riparo da danni in un luogo asciutto.

Ti raccomando di fare questo dopo aver disfatto la valigia per il fatto che con il tempo è facile dimenticarsi cosa c’è in un pacchetto e a chi è destinato con la conseguenza di doverlo aprire necessariamente.

Bikini e cappello di paglia da mettere via al rientro dalle vacanze

Una volta che avrai terminato di lavare e riordinare i capi di abbigliamento e messo al loro posto le cose che usi abitualmente, effettua una pulizia profonda degli indumenti e accessori stagionali che non ti serviranno per lungo tempo come, ad esempio, accessori e abbigliamento da spiaggia (scopri come si puliscono i cappelli di paglia e come devono essere riposti i costumi da bagno) e mettili via in modo da liberare armadi e cassetti delle cose che non adoperi.

Se seguirai questi miei consigli, frutto di esperienza diretta e di errori fatti da me in passato, disfare una valigia in modo intelligente e impiegando il tempo strettamente necessario per farlo non sarà più per te una ” missione impossibile”, ma ricordati che anche il bagaglio necessita di essere pulito internamente ed esternamente prima di essere riposto.

Usa semplicemente una spugnetta imbevuta di acqua tiepida saponata e poi strizzata e sciacquala con acqua pulita se la valigia che hai appena svuotato è resistente e lavabile come la maggior parte di quelle che sono attualmente in commercio o usa dei prodotti specifici se è di pelle o costruita in altri materiali delicati, assicurandoti che sia completamente asciutta e priva di umidità al momento di metterla via.

Se vuoi sapere cosa fare in altri frangenti che ti possono provocare ansia, dai un’occhiata anche a:

Credit pohto scarpe pulite: freestockphotos.biz

Credit photo abbigliamento da spiaggia. Pxhere.com

Loading...
Scritto da Francesca Be
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Condividi
Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Commenta con il tuo profilo Facebook
  • Ricevi Ultimi Articoli

    I tuoi dati sono al sicuro