Cosa fare se perdi le chiavi di casa

I miei consigli dettati dall'esperienza su come comportarsi quando si perdono le chiavi di casa per poter rientrare in fretta nella propria abitazione e renderla sicura spendendo niente o sostenendo un costo il più contenuto possibile.

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Prima o poi succede quasi a tutti di smarrire le chiavi della propria abitazione e, dato che mi è capitato alcune volte grazie alla mia “cronica” distrazione, ho una certa esperienza in proposito e in questo post desidero indicarti cosa fare in pratica in caso di perdita delle chiavi di casa.

Lo so, non poter rientrare nella propria abitazione e non sapere in che mani possono essere finite le nostre chiavi è uno spiacevolissimo evento che provoca ansia, ma l’importante è cercare di mantenere la calma e cercare di capire cosa è meglio fare per poter accedere all’abitazione in breve tempo e metterla in sicurezza senza spendere soldi inutilmente.

Non farti prendere dal panico e dai sensi di colpa, dato che:

  • primo: non servirebbe proprio a niente e perderesti la lucidità necessaria per uscire in fretta e al meglio dall’incresciosa situazione in cui ti trovi.
  • Secondo: lo smarrimento delle chiavi non è  un sintomo di scarse facoltà mentali e tanto meno è dovuto a instabilità psicologica nella stragrande maggioranza dei casi ( e non  credo neanche alle “ragioni inconsce” tirate in ballo da alcuni psicanalisti), bensì un piccolo problema che, come scrivevo prima, ognuno di noi si trova ad affrontare nel corso della vita.

Accertarsi dell’effettivo smarrimento delle chiavi

La prima cosa da fare è assicurati di non avere più le chiavi con te effettivamente e che non siano invece finite in punti reconditi dell’automobile, nei sacchetti dello shopping o della spesa, nella fodera della borsa o del vestiario, etc.

Capisco che può sembrare lapalissiano, ma ti consiglio di controllare bene per un fatto che mi è capitato l’ultima volta che non trovavo le chiavi.

Quando mi sono accorta di non averle in un negozio, ho ispezionato le tasche e svuotato completamente la borsa, ma non le ho trovate con mio grande disappunto.

Di conseguenza, dato che ero sicura di averle quando sono uscita, ho pensato che mi fossero cadute o mi fossero state sottratte in altri esercizi commerciali che avevo visitato quel pomeriggio e li ho prontamente contattati per telefono, ma nessuno aveva rinvenuto le mie chiavi.

Allora, visto che era estate e le persone a cui avevo affidato le chiavi di riserva si trovavano in vacanza, ho dovuto chiamare il mio fabbro che mi ha finalmente aperto la porta di casa.

Anche se ero certa di non averle dimenticate in casa, ho guardato dappertutto in ogni stanza, ma… niente, le mie chiavi non c’erano proprio.

Chiavi di casa ritrovate in mano alla proprietaria

Stavo per fare cambiare la serratura, ma per scrupolo ho svuotato nuovamente la borsa e l’ho “palpeggiata”: il mazzo era lì, incastrato sotto la striscia di pelle del fondo che, scollandosi, si era staccato in un punto. 😉

Ti ho fatto questo racconto per il fatto che le chiavi si possono infilare dappertutto ed è bene controllare con calma e senza farsi sopraffare dal nervosismo per evitare che “saltino fuori” dopo aver fatto ricorso a un tecnico inutilmente.

Guarda anche sotto e sopra l’automobile, negli spazi antistanti all’abitazione, nell’atrio, in ascensore e sul pianerottolo e pensa alle possibili soluzione solo quando devi arrenderti al fatto che le chiavi non ci siano effettivamente più senza fermarti alla prima evidenza.

Localizzatore per non perdere le chiavi

Un apparecchio utilissimo che voglio comprare per non perdere le chiavi ed altri oggetti come il telecomando e il portafoglio, è il localizzatore key finder, da attaccare agli oggetti personali di cui non si vogliono perdere le tracce e che funziona tramite app.

Cosa fare per poter rientrare in casa se non hai più le chiavi

Se hai lasciato le chiavi di emergenza a vicini, parenti, amici e persone fidate, accedere alla tua abitazione sarà piuttosto semplice senza l’intervento di personale specializzato.

Contattali telefonicamente per metterti d’accordo su come fartele recapitare, ma cerca di rimanere nel frattempo che arrivano in soccorso fuori dalla tua casa (o di lasciare qualcuno di fiducia a tenere d’occhio la tua porta se devi andarle a prendere tu) se hai il sospetto che le tue chiavi ti possano essere state rubate o se sono comunque riconducibili in qualche modo a te o alla tua abitazione.

Nel caso tu non abbia preso la precauzione di lasciare il mazzo di emergenza a qualcuno, non ti resta che chiamare i pompieri o un fabbro.

Nel caso che tu non abbia chiuso la porta con mandate puoi fare un tentativo per fare rientrare lo scrocco con l’aiuto di una tessera come nel video in fondo, ma se la porta non si apre subito lascia perdere il fai da te (sprecheresti inutilmente energie e rischieresti di rovinare la porta).

Disegno del camion dei Vigili del Fuoco

Ti dico subito che l’intervento tempestivo e gratuito dei Vigili del Fuoco avviene solo in caso di pericolo, come quando si teme di aver lasciato una pentola sul fuoco, un rubinetto aperto o ci sono bambini, disabili e animali in casa.

Altrimenti, dando i pompieri la priorità a interventi più urgenti, potresti aspettare anche alcune ore prima che arrivino e l’intervento è a pagamento se non viene effettuato per emergenze.

Le chiamate non urgenti e in mancanza di pericolo imminente di danno  a persone, animali e beni hanno un costo dalle 150 alle 400 euro circa.

Non essendoci una regolamentazione uguale per tutti i Comuni in Italia, posso solo fornirti questa forbice di prezzo indicativa, in quanto dipende dalle circostanze, dal numero di uomini impiegati e dalle disposizioni del presidio locale.

Puoi consultare le tariffe orarie dei Vigili del Fuoco qui (sono del 2015 e non so se sono state aggiornate, ma sul web non ho trovato nulla in proposito).

Inoltre devo avvisarti che i pompieri, non essendo dei tecnici specializzati in porte e serrature, possono non avere molti riguardi e romperle, dato che il loro lavoro, in questo caso, consiste unicamente nel darti la possibilità di entrare in casa.

Io li ho chiamati una volta e, dato che per fortuna la mia porta aveva solo la “cricca” (chiusura a scatto) , hanno potuto aprire la porta senza scassinare e fare danni, ma, se hai dato dei giri di chiave, ti consiglio di rivolgerti a un esperto in riparazione serrature.

Cerca di evitare di chiamare ditte di pronto intervento, dato che, pur offrendo il vantaggio di poter avere a disposizione personale specializzato velocemente, sono molto care.

Un mio amico, per esempio, ha pagato l’anno scorso ben 250 euro per farsi aprire la porta chiusa solo con la cricca in 15 minuti di effettivo lavoro del tecnico.

Ti consiglio di rivolgerti al tuo fabbro di fiducia e, se non ne hai uno, chiedi a vicini, parenti e negozianti per farti indicare il nome di un fabbro serio e possibilmente della tua stessa zona (anche il tempo impiegato per raggiungere il luogo dove svolgere il lavoro ha un costo).

Calcolatrice utile per controllare un preventivo

Cerca di farti fare comunque un preventivo, specificando se la porta è blindata o no e il tipo di serratura.

I fabbri sono notoriamente cari e mi è impossibile darti informazioni sul costo di un intervento del genere, ma ti posso dire che aprire una porta, anche blindata, chiusa solo con la cricca è un lavoro piuttosto semplice che dovrebbe costare molto meno di uno in cui si deve per forza intervenire sulla serratura come nel caso si siano dati dei giri.

Cambiare la serratura

Una volta che sei finalmente tra le mura domestiche ed hai verificato di non aver dimenticato le chiavi in casa dovrai decidere se cambiare la serratura o meno.

Se la tua porta è provvista di ferro morto e c’è sempre qualcuno nell’abitazione che possa metterlo, puoi anche aspettare qualche giorno, cercare ancora le chiavi e chiedere ai vicini se per caso le avessero trovate.

Ti consiglio di fare questo per il fatto che può capitare che un vicino rinvenga un mazzo di chiavi e che, non sapendo di chi siano o non trovandoti a casa, non te le consegni subito, ma le trattenga per fare in modo che qualche malintenzionato non se ne possa appropriare.

Solitamente il condomino si attiva in fretta per identificare il proprietario, ma può succedere che per un motivo o per l’altro rimandi e per tale ragione sarebbe meglio aspettare un po’ prima di cambiare la serratura ( sempre che la casa non rimanga incostudita).

Oltre a chiedere a tutti i vicini se per caso avessero rinvenuto le tue chiavi, controlla  portone, giardino, posti auto, etc., perché a volte le persone, non volendo prendersi incombenze, si limitano a lasciare, irresponsabilmente, chiavi rinvenute nelle parti comuni dell’edificio.

Se le chiavi ” vengono fuori ” solitamente non è necessario cambiare la serratura, ma, se hai anche il minimo sospetto che qualcuno possa averne fatto una copia, ti consiglio di valutare seriamente la possibilità di sostituirla ugualmente.

Chiavi dimenticate nella serratura della portaQuesto vale anche se dimentichi le chiavi attaccate alla toppa esternamente e nell’edificio dove abiti c’è un gran via vai di gente sconosciuta.

In ogni caso è imperativo cambiare la serratura in caso di scippo e se le chiavi sono in qualche modo riconducibili a te e alla tua casa.

Pondera bene tutte le possibilità, anche quelle che ti sembrano remote.

Se, per esempio, temi di aver perso le chiavi nel supermercato o in un negozio del tuo quartiere, considera la possibilità che qualche malintenzionato che ti conosce di vista possa impossessarsene e, anche se il mazzo è “anonimo”, scoprire facilmente dove abiti con la concreta possibilità che entri in casa tua.

Anche se cambiare la serratura comporta una spesa non indifferente, la sicurezza della propria abitazione è fondamentale.

Serratura nuova di porta blindata

La sostituzione della serratura di una porta blindata ha generalmente un costo oscillante tra 250 e 600 euro che dipende fondamentalmente dal tipo e dalle caratteristiche della stessa.

La sostituzione della serratura di una porta normale ha un costo piuttosto basso e a volte è possibile cambiare solo i cilindretti e le chiavi di una blindata con una spesa molto minore, ma se la porta è di vecchia generazione spesso non è facile reperire gli ingranaggi adatti.

Se devi cambiare la serratura o sostituire il serramento nel suo insieme fai comunque ricerche sul web, valuta le caratteristiche tecniche, considera il costo della manodopera (incide parecchio sulla spesa finale) e richiedi diversi preventivi a fabbri professionisti della tua zona per poter fare un confronto, scegliere il migliore e spendere soldi in modo appropriato.

Nel caso avessi urgenza di procedere con la sostituzione, richiedi  sempre il preventivo comunque (anche telefonicamente) per evitare brutte sorprese.

Se hai perso le chiavi, molto probabilmente nel mazzo ci sarà stata anche quella del portone e di eventuali cancelli e porte comuni.

Spiega ai condomini e all’amministratore dell’edificio l’accaduto e valutate insieme se è il caso di procederne alla sostituzione (la decisione deve essere presa all’unanimità in presenza di regolamento condominiale).

Considera anche la possibilità d’installare una serratura con il controllo biometrico degli accessi.

Tali serrature di ultimissima generazione, che si basano sul riconoscimento delle singole persone abitanti della casa tramite  la mappatura della retina dell’occhio o l’impronta digitale, al giorno d’oggi hanno un costo abbordabile e non sono più appannaggio di aziende e persone facoltose, dato che la spesa di base di un lettore di impronte digitali parte attualmente da 150 euro circa.

Con il localizzatore key finder e con una serratura di questo tipo la perdita delle chiavi sarà un problema remoto e non rischierai di rimanere fuori casa con conseguente stress e dispendio di denaro.

Se vuoi sapere come affrontare altre “seccature” che capitano nella vita di tutti i giorni, dai un’occhiata anche a:

Loading...
Scritto da Francesca Be
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Condividi
Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Commenta con il tuo profilo Facebook
  • Ricevi Ultimi Articoli

    I tuoi dati sono al sicuro