Risparmiare facendo il bucato

Si può risparmiare anche facendo il bucato: consigli utili per eliminare sprechi energetici, usare meno detersivo e consumare solo l'acqua necessaria.

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Abbiamo visto come evitare lo spreco di energia in generale ed ora vediamo anche che cosa è possibile fare per ottimizzare l’impiego di acqua, elettricità e detersivi per ottenere un bucato perfetto e, nello stesso tempo, un risparmio non trascurabile.

Sì, è possibile risparmiare facendo il bucato in casa, anche se la cosa può sembrarvi impossibile a prima vista.  🙂

Prima di passare ai trucchi da mettere in pratica, voglio fare una premessa che reputo molto importante: usate, preferibilmente, detersivi “fai da te” naturali e il sapone di Marsiglia , dato che costano poco e permettono di salvaguardare la salute vostra, degli animali domestici e del Pianeta e non credo proprio che si tratti di ragioni poco valide.

Cane guarda incuriosito il bucato nella lavatrice

Consigli per risparmiare soldi, tempo e lavoro nel fare il bucato in casa

Adoperate il bicarbonato, che è anche un deodorante naturale: può essere impiegato, al posto degli sciogli-macchia chimici, per rimuovere le macchie dai tessuti bianchi in fibra naturale.

Ecco come usare il bicarbonato come smacchiatore per tessuti:

  • si strofina sulla macchia una pastetta in proporzione di 1 parte di acqua e 3 di bicarbonato;
  • si lascia agire per 1 ora;
  • poi si lava normalmente.

Il bicarbonato può anche essere usato come additivo al detergente impiegato (1/2 tazza) e per aumentare il potere candeggiante (sempre1/2 tazza).

Usate l’aceto bianco al posto dell’ammorbidente: l’aceto igienizza e toglie i residui di detersivo dai capi, rendendo morbide le fibre dei tessuti, ma, attenzione, l‘aceto non è compatibile con i normali detergenti (le loro azioni, se contemporanee, si annullano reciprocamente) e va inserito nel cassetto della lavatrice agli ultimi risciacqui: 100 ml di aceto ad ogni lavaggio e…. basta all’inquinamento provocato dagli ammorbidenti chimici e alle allergie che questi causano!

L’unico inconveniente è l’odore, ma va via durante l’asciugatura e…la nostra salute è ben più importante. 🙂

Aceto di mele in una ciotolina

L’aceto è anche un potente anticalcare: fate ogni tanto la manutenzione della lavatrice, azionando un ciclo a vuoto con acqua e 1 litro di aceto bianco a 60-90 gradi.

Se usate i detersivi in commercio, usate la quantità indicata sulla confezione, specie per quelli concentrati: abbiamo tutti la tendenza a usare più detergente di quello che serve effettivamente e questo comportamento, oltre a rovinare con il tempo le fibre, ci fa sprecare una quantità considerevole di detergenti durante il corso dell’anno.

Sempre se impiegate prodotti industriali, usate le formule concentrate: risparmierete spazio e denaro.

Fate il bucato la sera e nei fine settimana, sfruttando le fasce orarie più economiche: se avete un piano tariffario bi-orario potrete consumare meno energia, risparmiando fino al 20% sulla bolletta dell’elettricità.

Azionate la lavatrice solamente quando è piena, ma non sovraccarica: il riempirla troppo fa in modo che il detersivo non si distribuisca in modo uniforme e il bucato non sarebbe perfettamente pulito.

Scegliete il tipo di ciclo in base al grado di sporco dei capi.

Se dovete lavare jeans, altri indumenti in denim e capi scuri, non fate il bucato ad alta temperatura, ma metteteli in lavatrice a rovescio e utilizzate acqua tiepida.

Usate poca candeggina, che tende, col tempo, a far ingrigire i capi bianchi e preferite l’impiego, sempre sugli indumenti chiari, del percarbonato di sodio, ottimo sbiancante e disinfettante.

Se la vostra lavatrice svolge anche l’azione di asciugatura, non fatene uso se il tempo atmosferico è favorevole e potete appendere la biancheria all’aperto.

I colori del bucato - Washing colors
credit photo: RaSeLaSeD-il Pinguino

E’ bene stendere i capi ordinatamente, spianando pieghe e grinze, piegate in 2 le lenzuola e mettete le camicie sulla gruccia: la corretta asciugatura vi permetterà di risparmiare tempo ed energia al momento dello stiro del bucato e, specie per la biancheria e le lenzuola, questo accorgimento vi permetterà di fare a meno di stirare molti indumenti.

Se è inverno e i caloriferi sono accesi, non mettete comunque ad asciugare la biancheria sui termosifoni: invece di risparmiare sul riscaldamento, avreste meno calore in casa e consumereste di più.

Stendete le tende nel modo giusto subito dopo averle lavate e quando sono ancora bagnate per evitare di consumare energia, tempo e fatica che la stiratura comporta.

Spero che questi consigli per risparmiare col bucato vi siano utili e vi facciano risparmiare denaro, tempo e fatica. 🙂

Credit photo intestazione: Clker-Free-Vector-Images for Pixabay.com

Credit photo aceto di mele: Flickr.com by Veganbaking.net

Loading...
Scritto da Francesca Be
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Condividi
Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

18 commenti su “Risparmiare facendo il bucato

  1. Certo che sono utili questi consigli, come lo sono sempre i tuoi.
    Devo superare la diffidenza verso l’aceto bianco al posto dell’ammorbidente, che comunque non uso quasi mai (solo per la lana). Ma se lo dici tu…. mi fido. Proverò! =)
    Dani

    1. Ciao Daniela.Io uso molto l’aceto e, se ti abitui, è veramente insostituibile 🙂

  2. Faccio poco come buicato lavatrice siamo solo in due. Conosco l’utilità del bicarbonato vecchio sistema grazie del far ripresente. Buona domenica

  3. Dovrei soffermarmi un pò sulla voce “detersivi fai da te”…sono un bel pò carente in tal senso… 🙁
    Comunque , tu sei una blogger preziosa, Franci: i tuoi post sono uno più utile dell’altro 🙂 e non lo dico per adularti, lo sai che lo penso davvero.
    Buona domenica, cara!

  4. Io in genere sto abbastanza attento ad evitare sprechi e l’uso di prodotti chimici inquinanti. Ma riguardo ai detersivi non riesco a farne a meno: quelli di oggi hanno veramente capacità detergenti, sbiancanti e smacchianti impensabili fino a poco tempo fa. Cerco semmai di usarne in quantità moderata per rispetto all’ambiente, ma di mettermi a farli da me sinceramente non ne ho per niente voglia (almeno per il momento). Un abbraccio

    1. Ciao Andrea e grazie della visita.Del resto, ognuno si regola come crede, ci mancherebbe 🙂

    1. Grazie, Speedy.Sto facendo una tua ricetta e sento già un delizioso profumino venire dalla cucina 🙂

    1. Brava!Questa famiglia, oltre a stare ai fornelli in modo eccellente, sa un sacco di cose di faccende casalinghe 🙂

  5. Anch’io cerco di evitare gli sprechi ma quanto ai detersivi spesso abbondo un pochino….
    ti abbraccio Francesca e grazie per questi post strautili.

    1. Ciao Sabrina.Anche io avevo la tendenza ad abbondare coi detersivi, ma….mi sto correggendo :-)))

I commenti sono chiusi.

Commenta con il tuo profilo Facebook
  • Ricevi Ultimi Articoli

    I tuoi dati sono al sicuro