Scarpe da ginnastica: lavaggio a mano e in lavatrice

Guida al lavaggio di sneakers e scarpe sportive: lavarle nel modo corretto e adottare alcuni accorgimenti fa in modo di farle durare a lungo e in forma.

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Il lavaggio delle scarpe da ginnastica, che ormai fanno parte del nostro abituale modo di vestire, è una pulizia a fondo da eseguire con una certa frequenza ed oggi vediamo insieme come lavare a mano e in lavatrice le scarpe sportive e come farle asciugare nel modo corretto senza rovinarle e facendo in modo che non perdano la forma.

Fare in modo che le sneakers siano “presentabili” e durino a lungo è piuttosto semplice , ma  ogni tanto è necessario anche procedere con il lavaggio ad acqua per igienizzarle e mandare via sporco e macchie persistenti.

Il ” nemico numero uno ” che la pulizia delle scarpe da ginnastica deve debellare è lo spiacevole odore  che inevitabilmente si manifesta, in quanto la suola è generalmente di gomma.

Infatti, per quanto possiamo fare per prevenirlo (come indossarle con i piedi perfettamente puliti e curati, asciugati e protetti da calzettoni, calzini da ginnastica e fantasmini), il materiale di cui è fatta la suola impedisce la corretta traspirazione ed è normale che, prima o poi, il cattivo odore si formi e….” prenda possesso ” delle nostre care scarpe  sportive. 🙁

Inoltre, trattandosi di calzature per il tempo libero, fango e macchie di vario genere sono all’ordine del giorno.

Quindi, il chiedersi, come ho appurato che fanno in molti, se è opportuno o no sottoporre a bucato le scarpe da ginnastica non ha, secondo me, molto senso: questo tipo di calzature si deve lavare per forza, altrimenti non le si potranno più indossare ulteriormente per….evidenti ed ovvi motivi. 😉

Scarpe da ginnastica lavabili in acqua

Per questo motivo vi consiglio d’informarvi bene al momento dell’acquisto se tutte le parti del paio che state per comprare sono lavabili e di scegliere un altro modello se presentano materiali e applicazioni non trattabili con acqua.

Se scarpe sportive e sneakers sono costruite in materiale tessile per calzature, il lavaggio non presenta alcun problema e basta adottare semplici accorgimenti, in modo che la colla presente tra tessuto e materiale gommoso non vada via, facendole ” aprire “.

Se si tratta di pelle, bisogna invece prestare una certa attenzione e adottare determinate precauzioni, specie se si usa la lavatrice.

Io sono cauta anche se le calzature  sono di tela…..non si sa mai 🙂

Il lavaggio può essere eseguito a mano o in lavatrice: il primo comporta maggior impiego di tempo e lavoro, ma in certi casi è ” più sicuro”; il secondo è  rapido e semplice, ma è necessario seguire alcune regole per non rovinare le scarpe.

Come lavare a mano le scarpe sportive

Spazzolino adatto per levare la polvere alle scarpe da ginnasticaPer prima cosa bisogna eliminare la polvere depositata sulle calzature con una spazzola adatta.

Il lavaggio a mano delle scarpe in tessuto si esegue (dopo aver tolto le stringhe e l’eventuale soletta da lavare a parte) mettendole a bagno in una soluzione di acqua tiepida (quella calda potrebbe danneggiare le parti incollate), sapone di Marsiglia o detersivo per i piatti  sgrassante e 1 cucchiaio di bicarbonato per 10-15 minuti.

Poi si passa energicamente una spazzola da bucato sulle eventuali macchie e, una volta che queste sono state eliminate, si sciacquano accuratamente le sneakers sotto il getto d’acqua in modo che non rimangano residui di sporcizia o di sapone.

Evitate la candeggina nel modo più assoluto: stinge i colori e ingiallisce i tessuti bianchi.

Infine, si mettono le calzature ad asciugare all’aria aperta nel modo che indico in seguito.

Prima di lavare a mano le scarpe sportive in pelle liscia, bisogna, innanzitutto spolverarle bene come quelle in tessuto, levare con un panno morbido inumidito eventuale fango e sporcizia, passare un batuffolo intriso di latte detergente (pulisce e, allo stesso tempo, idrata la pelle e forma un velo protettivo), insistendo sulle zone più ” difficili”.

Poi si passa al procedimento indicato sopra e, una volta che le scarpe da ginnastica in pelle liscia sono asciutte, occorre passare sulla loro superficie il prodotto ingrassante apposito, o anche una normale crema nutriente e idratante con un panno morbido, levando poi i residui con un lembo pulito dello stesso.

Pulizia di calzature sportive con pelle scamosciata e  verniciata

Spazzola in para per la pulizia delle pelli scamosciateLe calzature scamosciate, invece, vanno passate solo con lo spazzolino in para apposito su tutta la superficie esterna, insistendo delicatamente su eventuali macchie e incrostazioni e bisogna, salvo diverse indicazioni riportata nella etichetta interna con le istruzioni di lavaggio, evitare assolutamente l’uso di acqua.

La pelle verniciata si pulisce facilmente solo con un panno inumidito nel latte prima di passare al risciacquo con un altro bagnato con l’acqua e ben strizzato (consiglio comunque la lettura del post sulla pulizia e manutenzione degli accessori di abbigliamento in vernice).

Lavaggio in lavatrice delle scarpe da ginnastica

Come dicevo, io, per precauzione, non faccio differenza tra calzature in tela o di pelle liscia nel lavaggio in lavatrice e procedo in questo modo: metto le scarpe in una sacca apposita o in una federa, pongo nella vaschetta del sapone di Marsiglia liquido o un detergente delicato, aggiungo il disinfettante e procedo con un ciclo veloce e delicato a 30 gradi.

La mia lavatrice non è provvista, purtroppo, del programmasport“, ma sarebbe quello ideale per lavare le scarpe per il tempo libero.

Prima dei risciacqui, aggiungo nel cassettino  1 cucchiaio di bicarbonato o 1/2 tazzina di aceto bianco.

La centrifuga ” stressa “, inevitabilmente, sneakers e simili e può provocare i tanto temuti scollamenti: io faccio fare solo qualche giro o evito del tutto di azionarla ( dipende se ho fretta che asciughino o no 🙂  ).

Ho appurato che è meglio non lavare solo un paio di scarpe, ma mettere in lavatrice almeno 2 paia con altri panni sporchi, in quanto lo sfregamento favorisce una buona riuscita del lavaggio.

Io spesso lavo le scarpe da ginnastica assieme al bucato di calzini sportivi e tappetini da bagno.

Un trucco della nonna è anche l’inserimento di una palla da tennis pulita nel cestello per favorire lo sfregamento.

Nel lavaggio manuale occorre togliere le stringhe e lavarle a parte, ma in questo caso non è necessario, mentre è  invece sempre opportuno estrarre la soletta e farle fare il ciclo di lavaggio assieme agli altri indumenti nel cestello.

Come fare asciugare le scarpe da ginnastica in modo idoneo per non deformarle e sciuparle

Scarpe sportive messe ad asciugare con la punta sollevataNon usate assolutamente l’asciugatrice, ma procedete con un’ asciugatura ” al naturale ” lontano dai raggi solari e da fonti di calore, in posizione verticale o con la punta sollevata, in modo che l’acqua rimanente rifluisca nella parte del tallone, così da poterla facilmente eliminare.

Quando le scarpe sono ancora piuttosto umide,  è bene inserire  dentro della carta appallottolata in modo che mantengano la forma, ma usate solamente carta bianca o del colore delle calzature: la carta stampata va assolutamente esclusa per questo uso.

Al posto della carta potete anche usare i tendiscarpe di plastica ( quelli in legno si rovinerebbero a contatto dell’umidità), assicurandovi che siano della stessa misura del paio per non sformarle.

Quando le sneakers saranno finalmente asciutte del tutto, cospargete l’interno con un po’ di bicarbonato: serve ad eliminare del tutto i germi e a prevenire il formarsi dei cattivi odori.

Una volta che l’asciugatura è completata, occorre, come abbiamo visto sopra,  nutrire e rivitalizzare la pelle liscia con la crema apposita  (il prodotto forma anche un velo impermeabilizzante contro pioggia e macchie varie) o servendovi semplicemente di un idratante normale come il dopo bagno per il corpo, levando poi i residui in eccesso non assorbiti.

La pelle scamosciata, come scrivevo prima, va solamente spazzolata con l’apposita spazzolina di para o di caucciù.

Alla fine di tutta la procedura, non dimenticate di passare uno spray deodorante per calzature all’interno.

Questo mio ultimo consiglio potrebbe sembrare una curiosa bizzarria, ma…. ” provate per credere “: il lavaggio delle scarpe sportive e sneakers a luna calante assicura ottimi  risultati. 🙂

Articolo aggiornato il 29 novembre 2017.

articoli correlati:

Loading...
Scritto da Francesca Be
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Condividi
Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

6 commenti su “Scarpe da ginnastica: lavaggio a mano e in lavatrice

    1. Ciao Moz.Come dicevo,il lavaggio in lavatrice è più rapido e facile e ti confesso che anche io le lavo quasi sempre in questo modo 🙂

  1. anche io prediligo la lavatrice 😉 ma poi pongo molta attenzione alla fase dell’asciugatura, che come dici tu, va seguita con attenzione!
    ti dirò, la mia asciugatrice ha un ciclo per le scarpe, ma non ho mai osato provare…

    1. Ciao Carla.Ti capisco benissimo, ma si potrebbe provare con scarpe vecchie e ormai…quasi spacciate ;.)

I commenti sono chiusi.

Commenta con il tuo profilo Facebook
  • Ricevi Ultimi Articoli

    I tuoi dati sono al sicuro