Minestra di gamberi, ceci, ditalini in tegame alla procidana

Con gamberi e ceci si può fare una buonissima e sana minestra che può costituire, assieme a un contorno di verdure, un pasto completo nell'equilibrio di carboidrati e proteine: la ricetta tipica procidana.

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

L’ ” azzeccato ” abbinamento di crostacei e legumi, in cui i sapori del mare si fondono con quelli della terra e assai comune nella cucina meridionale, attualmente è diventato cool, perché è sempre più presente nei menù degli chef stellati e oggi voglio proporti la ricetta insolita della  appetitosissima minestra di gamberi e ceci alla procidana, che ho mangiato per la prima volta nel ristorante Da Costanzo, famoso anche per la sua impareggiabile pasta con cozze e patate e che per me è il migliore dell’isola partenopea.

L’esecuzione della ricetta (gentilmente datami da Costanzo) della minestra fatta al tegame, che può essere anche un piatto unico nutrizionalmente equilibrato se accompagnata da un contorno di verdure, è semplice, ma i ceci secchi devono stare a bagno in acqua per una notte prima della cottura.

Se hai tempo, ti consiglio caldamente di usare quelli essiccati, ma, se sei di fretta, adopera possibilmente ceci già pronti di buona qualità conservati in vasi di vetro ed evita l’impiego di quelli in scatola, dato che spesso non tengono bene la cottura e anche perché la latta contiene nichel, metallo poco salutare.

L’origano è l’ingrediente magico per l’ottimale riuscita del piatto e, se è stagione, fai come fanno a Procida: usa quello fresco al posto di quello essiccato.

Nel caso tu preferisca fare una zuppa di gamberi e ceci invece della minestra, non usare la pasta e metti sul fondo delle singole scodelle una fetta di pane abbrustolito su cui versare il saporito composto di crostacei e legumi fumante.

Esecuzione della ricetta: facile

Costo: medio

Preparazione: 20 minuti+25 minuti di cottura

Ingredienti per 4 persone:

500 grammi di ceci lessati

500 grammi di gamberi freschissimi

200 grammi di ditalini (o altro formato di pasta corta da minestra)

1 carota

1 cipolla

1 spicchio di aglio

1 dado per brodo di verdure

1 cucchiaino di origano

olio extravergine di oliva q.b

sale e pepe q.b

Preparazione della minestra di gamberi e ceci in casseruola alla procidana

Monda i gamberi togliendo loro testa, guscio e budello nero interno e poi lavali e scolali.

Pulisci la carota e la cipolla, sciacquale, asciugale e tritale assieme allo spicchio di aglio privato della buccia.

Metti il trito ottenuto in una casseruola dai bordi alti con 1 cucchiaio di olio EVO e fallo imbiondire per qualche minuto, facendo attenzione che non prenda colore.

Fai cuocere in un tegame a parte i crostacei con poco olio per circa 5 minuti in modo che s’insaporiscano bene e poi spegni il fuoco.

Passa la metà dei ceci già cotti al passaverdure ( puoi usare anche il mixer) in modo da farne una purea e trasferiscila nella casseruola contenente il soffritto di verdure.

Aggiungi 1/2 litro di acqua, copri con il coperchio, porta ad ebollizione a fuoco basso, unisci il dado vegetale ( io uso quello fatto da me) sbriciolato e fai cuocere per circa 5 minuti.

Trascorso questo tempo, a bollore tuffaci dentro la pasta e continua la cottura per altri 8-9 minuti fino a quando sarà pronta.

Poi spegni il fuoco, incorpora i crostacei e i ceci lessi lasciati interi rimanenti, regola di sale e di pepe e servi il tavola la saporita minestra di gamberi e ceci alla procidana con una spolverizzata di origano e un filo di buon olio extravergine a crudo, accompagnandola con un vino bianco secco e giovane.

Se ti piacciono i primi piatti liquidi, dai un’occhiata anche a:

Loading...
Scritto da Francesca Be
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Condividi
Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Commenta con il tuo profilo Facebook
  • Ricevi Ultimi Articoli

    I tuoi dati sono al sicuro