Vichyssoise, zuppa cremosa di patate e porri fredda

La Vichyssoise è una famosa e buonissima zuppa di patate e porri inventata in America da un cuoco francese da servire fredda, ma che in inverno si può consumare anche come vellutata calda: la facile ricetta.

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

La Vichyssoise è una delicata e cremosa zuppa a base di porri e patate da servire fredda e particolarmente indicata ai pranzi estivi quando si desidera consumare pietanze e e primi piatti rinfrescanti che possano dare sollievo nelle giornate afose.

Elegante nella sua semplicità, la famosa vellutata, inizialmente chiamata  Crème Vichyssoise Glacée e creata ai primi del Novecento dallo chef francese Louis Diat al Ritz Carlton di New York che si era ispirato ai sapori della sua infanzia nell’idearla e che l’aveva chiamata in questo modo in dedica alla città di Vichy dove aveva vissuto, per me costituisce da anni l’asso nella manica quando ho ospiti a tavola nei mesi caldi e voglio fare bella figura con loro senza costringerli a mangiare le solite insalate di riso, pasta fredda o primi piatti ” fumanti “.

La realizzazione di questa ottima vellutata franco-americana, presente nei menù degli alberghi e ristoranti blasonati di tutto il mondo, è forse anche più semplice di quella del Gazpacho in bianco e non richiede bravura ai fornelli, ma il segreto della sua perfetta riuscita sta nell’usare materie prime freschissime e di buona qualità e, possibilmente, brodo di pollo “vero”.

Adesso ti spiego come fare la Vichyssoise, primo piatto estivo da consumare rigorosamente freddo, ma, se ti piacciono le creme di porri e patate calde, in inverno puoi seguire la ricetta della crema Parmentier, anch’essa di origine francese e “cugina ” di questa preparazione che, a sua differenza, va servita in tavola fumante quando il clima è rigido.

Esecuzione della ricetta: facile

Costo: basso

Tempo di preparazione: 15 minuti

Tempo di cottura: 30 minuti

Tempo di riposo: 90 minuti

Ingredienti per 6 persone:

4 porri di media grandezza

5 patate di media grandezza

2 cipolle

1 l di brodo di pollo

1 l di latte

1/4 di l di panna

40 g di burro

erba cipollina q.b (o prezzemolo tritato)

noce moscata grattugiata q.b

pepe bianco q.b

sale q.b

Per l’accompagnamento:

cipolline novelle q.b (facoltativo)

crostini abbrustoliti q.b

Preparazione della Vichyssoise di porri e patate

 

Pulisci le cipolle e i porri, lavali, asciugali e taglia a rondelle sottili entrambi gli ortaggi, utilizzando solo la parte bianca dei porri.

Come cuocere i porri in pentola con l'olio

Metti le due verdure tagliate in una casseruola con il burro, sistema tra lo strumento di cottura e il fornello una retina frangifiamma e falle appassire a fuoco basso.

Nel frattempo, leva la buccia alle patate,sciacquale, asciugale e tagliale a fettine sottili.

Quando le verdure saranno diventate trasparenti, aggiungi le patate affettate e falle cuocere per 3-4 minuti, mescolando con il cucchiaio di legno.

Brodo di pollo conservato in barattolo di vetro

Poi aggiungi il brodo di pollo bollente e continua la cottura a fiamma bassa fino a quando le patate si spappoleranno facilmente.

Passa il composto al frullatore o al passaverdure montato con la ruota a fori piccoli e poi filtralo con l’aiuto di un colino a maglie strette in modo da ottenere una vellutata priva di grumi.

Rimetti il passato sul fuoco, unisci il latte e porta tutto al punto di bollore, girando con il cucchiaio di legno.

Aggiungi la panna fuori dal fuoco, condisci con una un pizzico di sale, una presa di noce moscata grattugiata e una di pepe bianco in polvere, mescola, spolvera con erba cipollina sminuzzata 8 o prezzemolo tritato) e lascia raffreddare la vellutata.

Vichyssoise di porri e patate nella tazza

Quando la cremosa vellutata sarà diventata fredda del tutto, coprila con la pellicola da cucina e lasciala riposare in frigorifero per 1 ora circa prima di servirla fredda in tavola nelle singole tazze mescolata a qualche cubetto di ghiaccio e accompagnata da cipolline novelle e crostini abbrustoliti a parte.

Si può conservare la zuppa Vichyssoise di porri e patate in frigorifero, in un contenitore coperto con pellicola alimentare, per 48 ore al massimo.

Se ti piacciono le zuppe, dai un’occhiata anche a:

Credit photo intestazione: E4024 for Wikimedia.org

Credit photo cottura dei porri: Mallory Dash for Flickr.com

Credit photo brodo di pollo: Marco Verch for Flickr.com

Credit photo: David Krieger for Flickr.com

Loading...
Scritto da Francesca Be
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Condividi
Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Commenta con il tuo profilo Facebook
  • Ricevi Ultimi Articoli

    I tuoi dati sono al sicuro