Sarde alla griglia con patate al cartoccio e maionese all’aglio

Le sarde fatte arrostire sulla griglia e servite con patate cotte nel cartoccio e salsa aioli sono uno sfizioso e economico piatto tipico della Francia meridionale da provare assolutamente se si ama il pesce azzurro: la mia variante più delicata con maionese all'aroma di aglio.

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Sebbene l’odore che rilascia durante la cottura possa essere forte e persistente, il pesce azzurro arrostito ha per me un gusto impareggiabile a cui non so resistere e 3-4 volte all’anno, dopo aver chiuso bene la porta della cucina, spalancato la finestra e azionato la cappa, mi metto a fare le squisite sarde alla griglia con patate al cartoccio e maionese all’aglio a parte per i miei ospiti che ne sono golosi e delle quali voglio proporti la ricetta.

Per accompagnare questa appetitosa preparazione tipica francese realizzabile con una spesa molto contenuta e che costituisce la pietanza con contorno ideale nelle grigliate estive all’aperto, ma che può essere anche un piatto unico se servita con un’insalata mista di verdure fresche, in Provenza si usa prevalentemente la salsa aioli, ma io preferisco sostituirla con una maionese aromatizzata all’aglio che, pur essendo molto simile al condimento transalpino, ha un gusto meno forte, dato che per farla si adopera un numero minore di spicchi del bulbo e solo una parte di olio di oliva delicato e non l’extravergine maggiormente forte e corposo (le sardine hanno già di per se stesse un sapore marcato), e una consistenza più soffice.

Anche se André Mistral, poeta occitano insignito del premio Nobel e noto buongustaio del secolo scorso, confrontando la salsa aioli con la maionese all’aglio definiva spregiativamente quest’ultima “ marmellata ”, io trovo che abbia sapore, aroma e texture più delicati e adatti a condire le sarde, ma si sa che in cucina devono comunque prevalere le preferenze soggettive, e, se vuoi impiegare la aioli, puoi benissimo farlo (segui le istruzioni per prepararla nella maniera tradizionale senza l’uso dei rossi d’uovo).

Il piatto, dall’intenso aroma di mare se si usano i pesci adatti e pescati da poco, può assumere un retrogusto rancido nel caso le sardine siano vecchie: se non ne trovi di freschissime, rimanda la preparazione a quando riuscirai a reperirle piuttosto di rischiare di rovinarlo.

Puoi anche comprarle il giorno prima, metterle al fresco in frigorifero e cucinarle all’indomani, evitando di fare trascorrere più di 24 ore tra il momento dell’acquisto e quello della preparazione: l’importante è togliere loro le interiora subito dopo averle portate a casa senza aspettare del tempo per farlo.

È possibile levare la lisca interna alle sarde anche il giorno dopo per rendere più facile il procedimento, specie se si tratta di pesci nostrani, che hanno la carne maggiormente consistente e più soggetta a danneggiarsi durante l’operazione rispetto a quelle di provenienza atlantica (anche se per farle arrosto alla griglia, come in questo caso, è meglio lasciarle intere), ma è fondamentale eviscerarle al più presto possibile per fare in modo di non comprometterne il sapore.

Anche se 100 grammi di sardine fresche contengono solo 129 Kcal, questo piatto non può essere reso light, perché, oltre alla benefica varietà di pesce azzurro, maionese e patate ne sono componenti imprescindibili per poterlo rendere superlativo nella sua semplicità: se sei a dieta…. puoi solo limitane la quantità per ridurne l’apporto calorico. 😉

Esecuzione della ricetta: difficoltà medio-bassa

Tempo occorrente:30 minuti+ 50 minuti di cottura

Costo: basso

Ingredienti per 4 persone:

20-32 sardine fresche ( a seconda della dimensione)

4 patate

rosmarino fresco q.b

olio di oliva q.b

per la salsa

3-4 spicchi di aglio

2-3 tuorli d’uovo freschissimi (a seconda della grossezza)

1/4 di litro di olio (1/3 di olio di oliva delicato e 2/3 di olio di semi di arachidi)

1 cucchiaino di aceto di vino bianco

sale e pepe q.b

Preparazione delle sarde arrostite alla griglia con patate al cartoccio e maionese aromatizzata all’aglio

Patate crude su canovaccio da cucina

 

Non lavare le patate sotto l’acqua, ma limitati a sfregarle accuratamente con un canovaccio  pulito e leggermente umido per eliminare polvere, impurità ed eventuale terra presente sulla buccia e poi, senza togliere loro la pelle, avvolgi ognuna di esse in un foglio di alluminio da cucina e falle cuocere nel forno preriscaldato a 250° per una quarantina di minuti circa.

Per riuscire a capire facilmente se sono cotte o ancora indietro, bucale al centro con un ago ad uso alimentare: saranno pronte quando questo ne potrà attraversare la polpa senza incontrare resistenza.

Poi spegni il forno e lasciale in caldo al suo interno, senza eliminare il cartoccio.

Per non perdere tempo e risparmiare minuti preziosi, fai la salsa nel mentre che i tuberi cuociono.

Preparazione della salsa maionese all’aglio

Maionese all'aglio sul tavolo

Togli la pelle agli spicchi di aglio, tritali molto finemente e trasferiscili in una ciotola.

Sguscia nella stessa anche i tuorli delle uova (non buttare la chiara nei rifiuti umidi, perché si possono ie in vari modi è possibile evitarne lo spreco), mescola brevemente i due ingredienti per amalgamarli bene tra loro e prepara la maionese all’aglio con la frusta da cucina, facendo cadere l’olio a filo a poco a poco e seguendo le specifiche indicazioni per montare correttamente la salsa più diffusa al mondo.

Quando si sarà addensata a dovere ed avrà preso volume, diluiscila con qualche goccia di succo di limone, insaporiscila con il sale e il pepe e conservala in frigorifero, coperta dalla pellicola trasparente da cucina e tenendola al fresco fino al momento di portare in tavola le sarde grigliate con il loro condimento e contorno a parte.

Preparazione e cottura delle sardine

Taglia il ventre alle sardine per il lungo e mondale, svuotandole delle interiora senza eliminare le squame.

Cottura delle sarde sulla griglia del barbecue

Poi sciacquale sotto al rubinetto, asciugale con molta cura e tamponandole esternamente e internamente con la carta assorbente per eliminare del tutto l’acqua, metti dentro ad ognuna un pezzetto di rosmarino, ungine con l’olio la superficie esteriore di entrambi i lati e falle arrostire sulla griglia, sulla brace del barbecue o sotto al grill del forno per circa 4-5 minuti per parte.

Puoi anche cuocere le sardine alla piastra, ma, in questo caso, ungine tutta la superficie con un filo di olio per rendere croccante la pelle e usa una spatola sottile per girarle in modo di evitare che vi restino attaccate.

Servi subito in tavola le sarde arrostite alla griglia con la maionese all’aroma di aglio e le patate ben calde liberate dal cartoccio di alluminio e, se preferisci non consumarne la pur benefica buccia, private della pelle.

 

Se ti piacciono le sarde, dai un’occhiata anche a:

Credit photo sardine fresche: Zanpel for Flickr.com

Credit photo patate: MaxPixel.com

Credit photo sardine grigliate: Mikel DLM Fotografía per Pixabay.com

Credit photo maionese all’aglio: Marco Verch for Flickr.com

Loading...
Scritto da Francesca Be
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Condividi
Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Commenta con il tuo profilo Facebook
  • Ricevi Ultimi Articoli

    I tuoi dati sono al sicuro