Cura dei piedi nella la stagione estiva

Cosa fare per avere piedi in forma e attraenti durante la stagione estiva: accorgimenti utili per conseguire piedi sani e belli con poca fatica.

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

L’estate è ormai alle porte, non vediamo l’ora di poter indossare abiti leggeri e calzare sandali variopinti e infradito, ma….i nostri piedi sono pronti?

Se li abbiamo un po’ trascurati, questo è proprio il momento giusto per curare i piedi in vista della stagione estiva in modo particolare e concederci una ” remise en pied” come si deve per poi poter sfoggiare un’abbronzatura perfetta indossando sandali e infradito con tranquillità.

Con metodo e costanza vediamo di seguire alcune pratiche giornaliere e accorgimenti che gioveranno senza dubbio alla salute delle nostre estremità, facendoci sentire meglio e rendendo più belli ed attraenti i nostri piedi.

Cosa fare prima e durante l’estate per avere piedi sani e di bell’aspetto

Con l’arrivo del caldo è facile che gambe e piedi si gonfino.

Cosa fare? Beviamo più acqua e adottiamo i trucchi per salare poco i cibi.

Allo stesso scopo e per alleviare la sensazione di pesantezza, assumiamo integratori a base di centella asiatica, ippocastano, mirtillo, polvere di buccia di mandarino e vite rossa e adoperiamo creme a base delle stesse sostanze (io mi trovo molto bene con la crema al mirtillo della Fitocose) per il massaggio degli arti inferiori: questi integratori sono, inoltre, molto utili per mantenere il benessere delle gambe in estate.

Se le caviglie si gonfiano, facciamo un pediluvio di 10 minuti in acqua tiepida e sale grosso o amido e poi eseguiamo un massaggio dal basso verso l’alto, partendo dal piede e arrivando al polpaccio, usando le suddette creme.

In caso di piedi doloranti e gonfi è utile anche applicare un impacco di Vicks Vaporub ( si può preparare in casa un unguento balsamico naturale molto simile al prodotto farmaceutico ).

Camminare a piedi nudi fa molto bene alla salute dei piedi e aiuta a prevenire ed eliminare la cellulite: facciamolo il più possibile, specie su sabbia ed erba.

Se i talloni sono spessi e screpolati, corriamo subito ai ripari e stabiliamo un programma settimanale:

  • tutti i giorni, dopo il bagno o la doccia, passiamo l’apposita spatola sui talloni e sulla pianta del piede e mettiamo poi una crema nutriente sui piedi asciutti.
  • prima di andare a dormire, eseguiamo un breve massaggio con olio di mandorle o una crema a base di vitamina E.
  • una volta a settimana, facciamo uno scrub ai piedi, lasciamoli qualche minuto sotto il getto di acqua calda per fare in modo che l’ epidermide si ammorbidisca, asciughiamoli con cura anche fra le dita e cospargiamoli abbondantemente di crema nutritiva; poi indossiamo un paio di calzini di cotone e rimaniamo con le gambe alzate per un quarto d’ora.
  • se i talloni sono molto ispessiti e screpolati, usiamo prodotti specifici, come la crema Active Repair + del Dr.Scholl a base di cheratina, che rinnova la pelle e  permette di ottenere buoni risultati in 1 sola settimana con 2 applicazioni giornaliere.

Se è possibile, sottoponiamoci a sedute di riflessologia plantare e facciamo l’auto-massaggio dei piedi.

Non indossiamo calzature chiuse, specie le scarpe da ginnastica, direttamente a contatto con il piede nudo, ma indossiamo fantasmini, calzini di cotone e, se necessario, calzettoni elastici: sembrerà strano, ma i calzettoni elastici aiutano tantissimo in estate e, da quando il mio angiologo me li ha prescritti, li indosso spessissimo anche durante la buona stagione e poi…..non si vedono con le scarpe chiuse e i pantaloni. 🙂

Evitiamo che si formino escoriazioni, arrossamenti e  vesciche adoperando gli appositi proteggi-tallone da mettere nelle scarpe o, se vogliamo risparmiare, c’è anche un metodo “fai da te “: cerchiamo all’interno della calzatura il punto dove appoggiamo i talloni e, una volta che lo abbiamo individuato, applichiamo orizzontalmente un cerotto color carne o trasparente in quel punto della scarpa.

Non scegliamo calzature troppo strette e evitiamo l’uso di solette: tendono a far gonfiare i piedi e a far pressione sulla pianta.

Se sulla pianta, alla base delle dita, si sono formati dolorosi e poco estetici duroni e ispessimenti a causa dei tacchi alti, adoperiamo gli appositi cuscinetti in silicone o in gel da applicare sul piede o all’interno della scarpa.

Se abbiamo il sospetto di aver contratto una micosi o altre malattie della pelle dei piedi, consultiamo un dermatologo il prima possibile e iniziamo tempestivamente e con costanza l’eventuale cura che ci potrebbe prescrivere….senza dimenticarcene alla sera. 🙂

Se le unghie sono deboli, usiamo una base di smalto alla cheratina; se, invece, sono macchiate o ingiallite, possiamo usare un buffer per minimizzarle e poi procediamo con una mano di base, per proteggere la lamina ungueale, prima di applicare lo smalto.

Ricordiamoci che le unghie devono “respirare”: non mettiamo lo smalto se sappiamo di non dover mostrare i piedi in pubblico.

Se andiamo dal podologo o dall’estetista per fare il pedicure e ci facciamo applicare lo smalto alle unghie dei piedi, indossiamo poi sandali infradito per 8 ore (alcuni dicono 4, ma io preferisco non rischiare e consiglio 8) in modo che non si rovini a contatto con la scarpa.

Lo smalto rosso e quello in colori scuri macchia l’unghia: passiamo con la base le unghie prima di applicarlo.

Se non siamo particolarmente esperti nell’eseguire da soli il pedicure, facciamocelo fare da un professionista, almeno all’inizio della stagione: una cura dei piedi ben fatta dura a lungo ed è più facile da “mantenere”.

Camminiamo molto con scarpe comode e facciamo esercizi di ginnastica specifici per i piedi giornalmente.

Se osserviamo queste semplici indicazioni di cura, arriveremo all’estate con i piedi perfettamente in forma e in salute. 🙂


Loading...
Scritto da Francesca Be
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Condividi
Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

4 commenti su “Cura dei piedi nella la stagione estiva

  1. ecco vedi! io li ho tutti i piccoli fastidi che elenchi qui! specie dopo i pasti le gambe gonfie e pesanti, per non parlare dei talloni screpolati, qualcosina la facevo già ma ora ne so indubbiamente di più! grazie! un bacio

    1. Ciao Sonia.Anche io soffro di gambe pesanti: cerco di tenerle alzate e mi alzo dal computer ogni ora e cammino un pò.

  2. Franci, non sbagli un post! Che brava, questo anche è davvero interessantissimo e utile 🙂
    Io e i miei piedi non andiamo molto d’acordo, ma terrò presente i tuoi consigli 😉

I commenti sono chiusi.

Commenta con il tuo profilo Facebook
  • Ricevi Ultimi Articoli

    I tuoi dati sono al sicuro