Risparmiare tempo e denaro col congelatore

Come si può usare il congelatore in modo intelligente per risparmiare soldi, fatica e tempo conservando nel modo più appropriato avanzi ed alimenti comprati in grandi quantità.

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

E’ possibile risparmiare tempo, fatica e denaro con l’uso del congelatore?

Certamente, io lo faccio sempre ed…è pure facile. 🙂

Un vecchio detto dei cuochi è che “in cucina non si butta via niente” ed è proprio vero: ci sono vari modi per riciclare gli alimenti avanzati ed evitare gli sprechi in cucina e oggi vediamo anche come usare il congelatore per risparmiare.

E, se adottiamo degli accorgimenti “furbi”, potremo constatare con soddisfazione che il congelatore, conservando i cibi anche per parecchio tempo, può essere un grande alleato in ecologia domestica,

Per prima cosa premetto che bisogna pulire il freezer con regolarità, non solo per riuscire a ottenere una bolletta meno salata riducendo il consumo dell’elettrodomestico, ma anche perché il congelamento non uccide tutti i batteri e una scarsa igiene potrebbe non rendere sicuri i cibi contenuti.

Inoltre occorre tenere ben presente che i cibi congelati devono essere consumati entro un certo lasso di tempo (solitamente dai 30 giorni ai 3 mesi) ed è per questo consigliabile apporre sulla confezione di ognuno una etichetta con la data di scadenza a seconda della durata dell’alimento.

Detto questo, eccovi alcuni metodi semplici che adotto abitualmente per risparmiare grazie al congelatore di casa: prendetevi qualche minuto per conoscerli dato che penso ne valga proprio la pena!

Cosa fare il pratica per riuscire a risparmiare con l’uso intelligente del freezer

Ci siamo accorti di aver comprato troppi limoni o altri agrumi e abbiamo paura che vadano a male?

Spremiamoli e congeliamone i succhi filtrati dividendoli in singole dosi.

Per il succo di limone, trovo particolarmente utile congelarlo nei cubetti per il ghiaccio di plastica, in modo di poterlo utilizzare anche in piccole dosi, ma questo vale anche per il succo d’arancia, da impiegare in piccole quantità per dare aroma ad alcune pietanze.

Palline di ghiaccio colorato per cocktail con stampino per farle  Io uso anche dividerlo nei contenitori tondi: le palline ghiacciate del colore dell’ingrediente impiegato sono utilissime per rinfrescare (e spesso ad arricchire, come nel caso del pomodoro spremuto) bibite varie e sono molto piacevoli a vedersi.

Adopero invece i vasetti degli omogeneizzati per le uova prossime alla scadenza , mentre uso le vaschette del ghiaccio per porzionare e congelare gli albumi avanzati quando uso solo il rosso delle uova.

Per quello che riguarda ancora i succhi, anche se devo dire che è sempre meglio consumarli al momento, è possibile centrifugarli, filtrarli e congelarli per poi farli rinvenire lentamente in frigorifero all’occorrenza.

Questo vale in particolare per quelli di verdure e frutta non disponibili in ogni stagione come, ad esempio, la spremuta di acini di uva.

Io ne vado letteralmente pazza e, volendola consumare anche in inverno, compro l’uva quando è stagione e costa poco, faccio il succo, eliminando i semini, e lo conservo in dosi singole per poterlo avere disponibile quando voglio.

Se abbiamo troppo prezzemolo, basilico, sapori ed erbe aromatiche varie, non aspettiamo che “ammoscino” e ci costringano a buttarle via, ma congeliamole in dosi nella pellicola di plastica trasparente o nei piccoli contenitori appositi con coperchio.

Abbiamo tritato troppo sedano, una montagna di carote e  non vogliamo evitare il più possibile le “calde lacrime” conseguenti al taglio della cipolla?

Frizziamo” anche  questi ingredienti tritati di uso tanto frequente in cucina: risparmieremo tempo e lavoro quando dovremo cucinare un soffritto o usarli separatamente.

Non ci va di mangiare ancora tutto quel prosciutto che giace in frigo?

Evvai con il congelatore! 🙂

Chiaramente i salumi congelati perdono un po’ di aroma, ma possono essere utilizzati nella preparazione di varie ricette che li richiedono tra gli ingredienti.

Il latte sta per scadere o stiamo partendo per il week end e non riusciamo a consumarlo tutto prima?

Congeliamolo in bottiglie di vetro pulite, avendo l’accortezza di non riempirle completamente.

Infatti il liquido, solidificando, aumenta di volume e potrebbe romperle.

Se il latte è fresco e non pastorizzato è necessario bollirlo prima.

Contenuto di una cassetta di verdure diverseCi siamo fatti tentare dal prezzo e abbiamo comprato un’intera cassetta di verdura anche se siamo single?

Niente paura: armiamoci di santa pazienza e procediamo in questo modo:

  • mondiamo e laviamo gli ortaggi;
  • portiamo una pentola d’acqua ad ebollizione e scottiamo le verdure per 1 minuto circa;
  • scoliamole, lasciamole raffreddare, asciughiamole bene con una salvietta pulita e sistemiamole negli appositi sacchetti trasparenti;
  • sigilliamo i sacchetti e trasferiamoli nel cassetto più freddo del freezer per poi sistemarli anche negli altri dove c’è posto una volta che il contenuto sarà congelato del tutto.

Attenzione: ogni verdura deve sempre essere scottata prima di essere sottoposta al congelamento nel modo corretto.

Fare una minestra, una pietanza, una salsa per una, per due, per sei persone comporta circa lo stesso tempo, poco maggior consumo di gas e la stessa quantità di pentole da lavare.

E allora?

Anche in questo caso possiamo trarre vantaggio dall’uso del congelatore: cuciniamo in abbondanza i piatti quando abbiamo voglia e tempo per poi dividerli in porzioni individuali e congelarli. 🙂

Avremo il pasto pronto in pochi minuti la sera che torniamo a casa stanchi e con nessun desiderio di metterci ai fornelli.

Come contenitori per minestre e  alimenti liquidi io uso spesso le confezioni di plastica delle varie zuppe che si trovano nel banco refrigerato della verdura nei supermercati e in questo modo salvaguardo l’ambiente e non devo spendere denaro per comprare barattoli e vaschette nuovi.

Per i sughi sono molto comodi i vasetti dello yogurt, mentre per pietanze e verdure trovo che siano ideali le vaschette per singole porzioni con coperchio, impilabili per occupare poco spazio, lavabili in lavastoviglie, adatte al microonde e che si possono tranquillamente usare per portare il pasto in ufficio o a un picnic.

Se facciamo in casa gnocchi, tortellini, ravioli e varia pasta fresca ripiena, prepariamone in abbondanza, congeliamo su un vassoio quelli che non consumiamo subito per 30 minuti in freezer per non farli attaccare e poi conserviamoli, sempre nel congelatore, nei sacchetti appositi.

Una curiosità: lo sapevate che si può mettere in freezer anche la mozzarella?

Io non lo avrei mai creduto, ma quando me l’ha consigliato un napoletano D.O.C. ( il quale sostiene anche che mai e poi mai la mozzarella di bufala si deve tenere in frigo e che, anzi, andrebbe mangiata “quasi tiepida”) ho provato con un avanzo che mi dispiaceva andasse a male.

L’ho fatta congelare in un contenitore di vetro col coperchio assieme alla sua acqua: ebbene, non era certo l’ideale da consumare da sola come quella fresca, ma, una volta scongelata, è risultata dignitosissima per insalate, ripieni vari e pizza.

Tipo di bollino dello sconto su alimenti freschi in scadenzaEd ecco un vero e proprio “ uovo di Colombo ” di economia domestica: alcuni supermercati fanno ottime offerte su prodotti freschi prossimi alla scadenza ( Carrefour Express, per esempio sconta fino al 50% paste, sughi freschi e alimenti deperibili vari).

Personalmente, cerco sempre l’occasione e, se la trovo, me l’accaparro senza farmela scappare e, naturalmente, congelo subito quello che non consumo in giornata.

Se siete single o a dieta, si perderà un po’ di tempo per la divisione in porzioni “calibrate”, ma trovo che in ogni caso siano più buoni e gratificanti per il palato 70 grammi di ravioli o fettuccine fresche congelate che l’equivalente in peso di pasta secca.

Questi sono i principali modi in cui risparmio tempo e denaro col congelatore ed aggiornerò il post se me ne verranno in mente altri, ma, nel frattempo, potete trovare qualche altra utile indicazione nel post sui trucchi della nonna.

Se volete sapere come risparmiare in cucina, date un’occhiata anche a:

Credit photo intestazione: Flickr.com by Taz

Loading...
Scritto da Francesca Be
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Condividi
Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Commenta con il tuo profilo Facebook
  • Ricevi Ultimi Articoli

    I tuoi dati sono al sicuro