Congelare gli alimenti nel modo corretto

Come congelare i vari cibi seguendo le giuste modalità, evitando di correre pericoli per la salute e conservando integre le proprietà degli alimenti.

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Congelare i cibi sembra, e in effetti lo è, una cosa piuttosto semplice, ma è sempre bene osservare qualche accorgimento e seguire alcuni trucchi della nonna per farlo nel modo corretto, evitando di dover buttar via i prodotti commestibili per aver proceduto con la solita superficialità, dettata dalla fretta che incalza sempre e….. dal “logorio della vita moderna”, del quale, ahimè,  nessuno di noi è immune. .-)

Come congelare gli alimenti nel modo giusto?

Per la preparazione, la conservazione e l’utilizzo del ghiaccio ho scritto un post apposito ed ecco adesso le altre cose che ho imparato con l’esperienza, e dopo aver commesso non pochi errori, a proposito di questo metodo di conservazione:

  • Innanzitutto cominciamo col dire che alcuni cibi e preparazioni non sopportano  questo trattamento , in quanto ne verrebbe alterata la struttura, come, ad esempio, la maionese, i fritti in genere, verdura e frutta acquosa ( come meloni, anguria, cetrioli, sedano e pomodori), le insalate, i formaggi freschi, le creme pasticcere.
  • Non è possibile neanche surgelare ( anche se “surgelare” è un termine improprio, in quanto la surgelazione è un processo industriale con temperatura attorno a -40 gradi: lo voglio comunque usare in quanto molti fanno confusione e intendono con questo termine il congelamento casalingo) gli alimenti che sono già stati scongelati: in questo caso, se si tratta di cibi crudi, è possibile cucinarli e poi metterli in freezer.
  • Se manca improvvisamente la corrente elettrica, non aprite il portello dell’apparecchio: i cibi si conservano ancora per 12 ore senza problemi.
  • Se ci sono dei lavori in corso che prevedono l’interruzione momentanea di energia elettrica per poche ore: mettete in precedenza negli spazi vuoti tra i vari alimenti dei contenitori di acqua fredda o delle mattonelle di ghiaccio liquido per picnic, in modo che il ghiaccio li preservi al meglio.
  • Gli alimenti fuori dal freezer si scongelano più lentamente se rifasciati in carta di giornale e poi avvolti in panni di lana.
  • Non congelate mai ingredienti “al limite” del commestibile e sul punto di andare a male, ricordando che l’intero processo del freddo impiega circa 24 ore per concludersi completamente: se volete risparmiare con l’uso del congelatore, fatelo in tempo con ingredienti integri e possibilmente freschi.
  • Fate raffreddare completamente le pietanze prima di procedere al trattamento.
  • Fate la spesa in modo intelligente: comprate i surgelati solo alla fine degli acquisti e portateli subito a casa nelle apposite borse termiche in modo che non rischino di scongelare.
  • Dividete quello che dovete congelare in porzioni o pezzi singoli e poi avvolgeteli, individualmente, in pellicola alimentare o fogli di alluminio, o usate le apposite vaschette con coperchio, evitando di lasciare spazi vuoti con bolle d’aria che potrebbero favorire la comparsa di ghiaccio e di brina sugli alimenti.
  • Confezioni in polistirolo o cartone, carte del macellaio e del pescivendolo non devono mai essere adoperate per la congelazione.
  • Occorre sbrinare il congelatore ogni volta che vi capita di vedere accumuli di ghiaccio sulle pareti dello stesso.
  • Controllate le istruzioni del vostro freezer, quanti chili di materiale si possono surgelare in 24 ore: alcuni frigoriferi a 4 stelle hanno un potere di congelamento piuttosto basso.
  • Congelate piccole quantità di cibo per volta, lasciando degli spazi vuoti tra i pacchetti, in modo di facilitare il processo e anche perché i prodotti alimentari, una volta che sono stati scongelati, devono essere consumati entro 24 ore.
  •  Non congelate molte vivande allo stesso tempo: la temperatura all’interno del congelatore aumenta e il processo richiede maggior tempo ed energia per essere portato a termine.
  • Tenete la temperatura del freezer  attorno ai -18/-20 gradi e controllate periodicamente, specie durante l’estate, che rimanga costante.

  • A questo proposito, è bene porre l’apparecchio  staccato dal muro e provvedere periodicamente a  pulire il freezer e alla rimozione della polvere dalle serpentine e grate sul retro: la regolare pulizia del congelatore è un must a cui non ci si può sottrarre.
  • Fate in modo che le guarnizioni dello sportello del congelatore siano sempre pulite e ben funzionanti e non esitate a cambiarle nel caso risultino danneggiate: preserverete i vostri alimenti congelati e otterrete un  non indifferente  risparmio nel consumo di energia elettrica.
  • Ricordate sempre che ogni congelamento in freezer non è eterno ed è prevista una scadenza che può variare dai 3 mesi ad 1 anno al massimo: il formaggio si conserva 2 mesi, la frutta 10-12 mesi, la verdura 8-10 mesi, il pollame 6-8 mesi, il pesce grasso 1 mese, il pesce magro 3 mesi, il manzo 10-12 mesi, il vitello 10 mesi, la selvaggina 8 mesi, la carne di maiale 4-6 mesi, i cibi cucinati 3 mesi, il pane 1-3 mesi, i dolci 1-3 mesi ( tempi validi per un surgelatore a 4 stelle in buona funzione).
  • Mettete sempre una targhetta con la data del giorno di congelamento su ogni singolo pezzo: scrivetela con un pennarello indelebile, in modo che rimanga ben visibile, nonostante l’azione del freddo.
  • Durante la congelazione i liquidi aumentano il volume di circa il 10%: lasciate quindi 4 centimetri di spazio vuoto dal bordo del contenitore.
  • Di tanto in tanto controllate le scadenze e mettete in un singolo cassetto tutti gli alimenti da consumarsi prima degli altri ancora lontani dal perdere le loro caratteristiche nutrizionali ed organolettiche.
  • Scottate in acqua bollente per qualche minuto le verdure e asciugatele bene prima di riporle nei sacchetti appositi per il congelamento.
  • Anche alcuni tipi di frutta richiedono di essere brevemente sottoposti a bollore prima di essere sottoposti al ciclo del freddo: scottateli, scolateli, asciugateli bene con carta da cucina, lasciate raffreddare completamente e ponete i pezzi  separati sul vassoio e poi, una volta congelati, riponeteli negli appositi sacchetti da freezer ben chiusi, evitando il formarsi di bolle d’aria.
  • Il vassoio interno del congelatore va adoperato allo stesso modo con tortellini, ravioli, ripieni e pasta fresca.
  • Le uova si conservano senza i loro gusci ( non buttateli: i gusci delle uova si possono riciclare ) mescolando insieme i tuorli e le chiare ed aggiungendo 2 grammi di zucchero ed 1 di sale per ogni uovo; i tuorli separati, invece, si conservano nella vaschetta del ghiaccio, separati nei singoli cubetti.
  • Fate congelare il pesce per almeno 92 ore se volete consumarlo crudo, in modo da evitare il rischio di parassiti e danni alla salute.

Per congelare i cibi nel modo corretto bisogna, comunque, sempre rispettare le regole d’ igiene: mani, piano di lavoro, alimenti, pellicole e contenitori devono essere perfettamente puliti.

Post correlati:

credit photo: Flickr.com by Serene Vannoy

Loading...
Scritto da Francesca Be
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Condividi
Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

12 commenti su “Congelare gli alimenti nel modo corretto

  1. Devo dire che metto in pratica parecchie di queste regole, ma alcune le trascuro un pò, vuoi per mancanza di tempo, vuoi per dimenticanza. Invece vanno seguite tutte, lo so.
    Questo post lo terrò bene a mente, grazie Franci.
    Sereno weekend!

  2. Ciao, ho letto con attenzione il post, tante cose le sapevo, altre….le avevo dimenticate o non le sapevo!!!
    Grazie, molto utili i tuoi consigli!!!
    Baci

  3. AH ecco la cosa di far bollire un pò prima le verdure non la sapevo…deduco che i fagiolini messia congelare li posso buttare :/
    Segno tutto così non farò più errori!!!
    un bel post istruttivo complimenti!

  4. Molto interessante, seguo tutte le regole o quasi. Non sapevo scongelare lentamente …interessante sapere che si possono coprire gli alimenti. Buona domenica a te ^_^ Un post interessantissimo

I commenti sono chiusi.

Commenta con il tuo profilo Facebook
  • Ricevi Ultimi Articoli

    I tuoi dati sono al sicuro