Pollo con cous cous, mandorle e anacardi alla marocchina

Il pollo con cous cous e frutta secca cotto al forno è un piatto unico gustoso e diverso della tradizionale cucina del Marocco: la ricetta con l'impiego del cous cous istantaneo.

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Preparare il pollo con cous cous, mandorle e anacardi, gustoso piatto della tradizionale cucina marocchina e di altri Paesi del Medio Oriente, permette di presentare in tavola la carne avicola in un modo diverso dal solito e molto ” goloso “.

Trovo che pollo si abbini molto bene con la semola di grano duro (vedi la ricetta iraniana del pollo agrodolce con cous cous e melograno) ed io spesso servo in tavola la preparazione come piatto unico, accompagnandolo con un’insalata mista di verdure fresche.

Se decidi di provarne la ricetta e preferisci comprare il pollo al mercato o dal pollivendolo invece che presso i punti vendita alimentari della Grande Distribuzione, ti consiglio di fartelo sventrare quando lo acquisti per risparmiare tempo e fatica (se le usi in cucina, puoi chiedere di tenerti le rigaglie).

La ricetta prevede l’uso di cous cous istantaneo precotto per fare prima, ma, se non hai fretta, ti consiglio di cuocerlo da te, specie se possiedi l’apposita pentola di coccio marocchina.

Ingredienti per 4 persone:

1 pollo dal peso di circa 1,3 chili
250 grammi di cous cous precotto
2 cucchiai e 1/2 di mandorle spellate
2 cucchiai e 1/2 di anacardi privati della buccia
3-4 cucchiai di olio extravergine di oliva
1 stecca di cannella
2 chiodi di garofano
noce moscata grattugiata q.b
sale e pepe q.b

Preparazione del pollo con cous cous, mandole e anacardi alla marocchina

Metti in una pentola l’acqua che servirà a fare gonfiare il cous cous ( leggi le istruzioni riportate sulla confezione per saperne la quantità, ma aumentala di un po’ visto che ne evapora durante l’ebollizione) con una grattata di noce moscata, la stecca di cannella e i 2 chiodi di garofano; porta a bollore e dopo 10 minuti spegni il fuoco e filtra il liquido al colino.

Nel frattempo fai tostare in forno le mandorle e gli anacardi spellati, facendo in modo che assumano una colorazione dorata e non diventino troppo scuri (in tal caso darebbero al piatto un gusto eccessivamente forte e lo rovinerebbero) e poi riduci la frutta secca a filetti.

Mettila poi in una ciotola capiente assieme al cous cous precotto.

Fai emulsionare 2 cucchiai di olio extravergine di oliva con il liquido passato precedentemente al colino, versa la mistura ottenuta sul composto, mescola il tutto, lascia gonfiare il cous cous del tutto e, infine, insaporisci con il sale e il pepe.

Pulisci il pollo, farciscilo con il composto, cucilo con del filo bianco ad uso alimentare e sistemalo in una teglia di cui avrai precedentemente unto l’interno con l’olio EVO.

Preriscalda il forno e, quando avrà raggiunto stabilmente la temperatura di 200°, inseriscici dentro la teglia e fai cuocere il pollo alla marocchina per circa 50 minuti, avendo l’accortezza di bagnarlo con un po’ di acqua calda quando la cottura sarà arrivata a metà.

Una volta pronto, taglia il pollo a pezzi e disponilo assieme alla sua farcia aromatizzata di cous cous e frutta secca nel piatto di portata.

Se te ne dovesse avanzare, puoi trasformare il piatto in una insalata di pollo agrodolce in questo modo:

  • taglia a pezzettoni la carne di pollo avanzata.
  • Mettila in una insalatiera assieme a fettine sottili di mela verde, rondelle di cipollotto, uvetta fatta ammollare nell’acqua e strizzata e a un cuore di lattuga spezzettato grossolanamente con le mani ( io non butto via la farcia, ma aggiungo anch’essa all’insalata, perché, piacendomi i piatti aromatizzati in generale, trovo che ci stia bene).
  • Condisci il tutto con olio e aceto, insaporisci con sale e pepe, mescola e servi in tavola quella che per me è una delle più gustose e insolite insalate di pollo.

Il pollo con cous cous, mandorle e anacardi può essere accompagnato con un vino rosso giovane e leggero in inverno, ma in estate io preferisco servirlo in tavola con del latte di mandole tenuto al fresco come si usa fare in Marocco.

Se vuoi sapere come si può cucinare il pollo in altri modi insoliti e stuzzicanti, dai un’occhiata anche a:

  • La ricetta portoghese del pollo con prosciutto affumicato e vino Porto
  • Pollo fritto all’americana: i trucchi per ottenerlo croccante e goloso al massimo
  • 3 facili ricette per cucinare in poco tempo la carne avicola, presentando in tavola 3 piatti saporiti e originali
Loading...
Scritto da Francesca Be
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Condividi
Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Commenta con il tuo profilo Facebook
  • Ricevi Ultimi Articoli

    I tuoi dati sono al sicuro