Pollo fritto croccante all’americana

Come preparare il pollo fritto: la ricetta americana con i trucchi per fare in modo che sia morbido all'interno e ben croccante fuori.

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Chi è stato in America non può non aver assaggiato il “fried chichen“, il famoso pollo fritto, croccante fuori e morbido dentro, e magari, entusiasta di questa preparazione culinaria tipica della cucina americana e anglosassone, ha provato a cucinarlo a casa, ottenendo però un risultato deludente, dal gusto e dalla consistenza “diversi”.E’ successo anche a me la prima volta che mi ci sono cimentata, ma poi Lynn, una mia cara amica americana, mi ha passato la sua ricetta e, dopo averla seguita passo per passo, devo proprio dire di aver finalmente cucinato il vero pollo fritto all’americana: la preparazione non è difficile e riesce proprio bene.

Dato che il fried chicken non è proprio quello che di può chiamare un piatto dietetico e che lo si mangia solo ogni tanto, direi che vale proprio la pena cucinarlo al meglio. 😉

Si possono friggere tutte le parti del volatile, ma, a mio avviso, quelle che riescono meglio e sono più saporite sono le cosce e le sovracosce , mentre è preferibile usare il petto se lo si cucina alla creola.

Facciamole già tagliare al momento di acquistare il pollo per risparmiare tempo ed evitare che la carne si stacchi dall’osso, ma chiediamo al pollivendolo di non eliminare la pelle.

Preparazione del pollo fritto secondo la ricetta originale americana

Prepariamo 1 parte di latte e 1 di yogurt in una ciotola e mettiamoci i pezzi di pollo, senza aver levato la pelle, a marinare per un’ora, avendo cura che questi ne siano interamente coperti e rigiriamoli 2 o 3 volte.

A parte mischiamo farina bianca con un po’ di sale e di pepe.

Trascorso il tempo necessario, leviamo il pollo dall’intingolo e passiamolo nella farina, in modo che questa “attacchi” bene e sia presente sull’intera superficie dei pezzi di carne.

Lasciamo riposare per circa mezz’ora, in modo che la marinata trasudante dal pollo impregni ed inumidisca lo strato d’infarinatura.

Poi passiamo alla frittura: l’uso della friggitrice sarebbe l’ideale, ma, se non l’abbiamo a disposizione o non vogliamo impiegare troppo olio, usiamo una padella dal bordo alto o il wok.

Versiamo abbondante olio di semi di arachidi nella padella, aggiungiamo un pezzetto di burro ( per evitare che il fritto assuma una colorazione scura ) e facciamo scaldare.

Quando l’olio  sarà diventato ben caldo (ma non fumante), tuffiamoci i pezzi di pollo e friggiamoli a fuoco moderato per circa 15 minuti ( il tempo dipende dalla dimensione dei pezzi, ma va da 10 a 20 minuti al massimo ), rigirandoli di tanto in tanto con una spatola apposita da frittura.

Poi estraiamo cosce e sovracosce, poniamole su carta da cucina, tamponiamo con essa il grasso in eccesso e non spegniamo il fuoco, ma portiamolo al….” minimissimo”, in modo che l’olio non si raffreddi e non produca sostanze nocive alla salute.

Quando i pezzi avranno perso buona parte del calore e saranno diventati tiepidi, aumentiamo la fiamma per alzare la temperatura dell’olio e mettiamoli a friggere una seconda volta a fuoco alto (circa 170-180 gradi) per circa 5 minuti, rigirandoli, in modo che assumano una colorazione dorata omogenea e la crosta diventi ben croccante.

Infine estraiamo dall’olio le cosce e le sovracosce di pollo e mettiamole ancora su carta assorbente da cucina, asciugando il grasso in eccesso.

Ecco fatto!

Il pollo fritto all’americana è pronto per essere gustato e sarà proprio come lo volevamo: morbido all’interno e deliziosamente croccante all’esterno. 🙂

Credit photo: sharonang for Pixabay.com

Loading...
Scritto da Francesca Be
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Condividi
Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

14 commenti su “Pollo fritto croccante all’americana

  1. Blog molto interessante e ben curato. Passo il link a mia moglie nella speranza che abbia tempo e voglia di preparami il Fried Chicken American Style, e magari anche altre ricettine…. Per la ricetta dei Maccheroni di Natale, di cui vi ho inviato le foto, non sono sicuro che rientri nei miei gusti.
    Saluti.
    Renzo Angeli

    1. Grazie mille!
      La ricetta dei maccheroni di Natale è quella classica, ma è possibile cucinarli anche in molti modi diversi.Quando ho tempo faccio un post a proposito 🙂

  2. Cercando su internet la ricetta delle cosce di pollo ho trovato la tua ed ho voluto provarla. Eccezionale…… grazie mille 😉

  3. Guarda che la marmellata di limoni viene un po amara….. se ti piace il gusto amarognolo puoi farlo tranquillamente. A me piace, ma alla mia compagna no. Dipende dai gusti personali 😉

  4. Grazie Chris , a me piace molto e la faccio coi limoni del sud che sono più dolci dei nostri.

  5. Buongiorno, quale olio è preferibile usare? Scusa la banalità delle domande

  6. Figurati, non è una domanda banale.
    Mi sono dimenticata di specificarlo e chiedo scusa: devo aggiornare il post.
    Io uso l’olio di arachide , in quanto lo trovo più adatto dell’olio di oliva che è più pesante.
    Grazie delle domande e torna a trovarmi che mi fa molto piacere:-)

  7. Eccezionali, esattamente come avevi detto; croccanti fuori e morbidi dentro. Complimenti e grazie!

  8. Con il petto uso la stessa ricetta e viene ottima, con le ali no forse sarebbe meglio passare nella farina x piantatura?
    Grazie

  9. Ciao Monica. Non ho mai provato ad usare le ali per fare la ricetta del pollo all’americana, ma non credo che siano particolarmente indicate.Sono contenta che la preparazione venga bene anche col petto 🙂

I commenti sono chiusi.

Commenta con il tuo profilo Facebook
  • Ricevi Ultimi Articoli

    I tuoi dati sono al sicuro