La cura delle gambe in estate

Come curare le gambe in estate per mantenerle sane ed evitare pesantezza e gonfiori: consigli utili.

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

La cura delle gambe in estate è molto importante per il nostro benessere: infatti, durante la stagione estiva, il sistema circolatorio degli arti inferiori è messo a dura prova dal caldo e dall’esposizione ai raggi solari e gonfiori, senso di pesantezza, gambe doloranti e comparsa di capillari e varici in superficie sono, purtroppo, all’ordine del giorno.

Si tratta di reazioni più o meno “normali”: la gravità di queste reazioni al caldo estivo, specie quello accompagnato da intensa umidità atmosferica, dipende da molteplici fattori (come età, condizioni del personale sistema circolatorio, stati patologici , eventuale assunzione di medicinali,  ecc.), ma, se si ha particolare attenzione al benessere delle gambe, accompagnata alla regolare cura dei piedi, la situazione……migliorerà certamente. 🙂

Come prendersi cura delle gambe quando fa caldo

Ecco, allora, alcuni consigli utili per preservare la salute delle gambe, specie quando fa molto caldo:

  • in estate è bene bere più acqua, in modo da evitare la ritenzione idrica e i ristagni di liquidi nei tessuti: acqua minerale naturale a basso contenuto di sodio e scarso residuo, evitando bevande gasate e zuccherate.
  • osservare un sano regime alimentare, ricco di frutta e verdura: limitare al massimo l’assunzione di sale, di fritti, d’ insaccati, di grassi, di alcolici e caffè, preferendo alimenti freschi, leggeri e poco conditi.
  • abbinare alla corretta alimentazione integratori a base di centella asiatica, vite rossa, ippocastano e spirulina.
  • assumere vitamine e sali minerali, in particolare potassio e magnesio, per integrare le sostanze che si perdono con il sudore.
  • inserire nella dieta frutti di bosco, come i mirtilli, che sono benefici per la salute delle  pareti vascolari.
  • evitare indumenti troppo aderenti e in fibre sintetiche, preferendo abiti comodi in tessuto naturale.
  • indossare il meno possibile tacchi alti e scarpe piatte e mettere nelle scarpe da ginnastica un rialzo sotto il tallone.
  • sgranchire di tanto in tanto le gambe, se si è costretti a stare seduti a lungo; se, invece, si trascorre molto tempo in piedi, è bene sollevarsi ogni tanto sulle punte, in modo di facilitare la risalita del sangue verso il cuore.
    Due giovani vanno a piedi per mantenersi sani e in linea
  • fare esercizio fisico: cyclette, nuoto, step e camminata a passo svelto per 30-45 minuti al giorno sono l’ideale per combattere le pesantezza delle gambe, ricordando di sostituire le sneakers quando diventano vecchie ( i punti più sottoposti a pressione si allentano col tempo e non si ha più l’andatura corretta).

  • fare brevi soste durante un viaggio in automobile e sgranchire le gambe, mentre, se si è in aereo, è bene alzarsi e camminare brevemente lungo il corridoio ed evitare di tenerle  accavallate per lungo tempo.
  • al mare: evitare lunghe esposizioni al sole, specie nelle ore più calde, riposando sotto l’ombrellone (la tintarella compare ugualmente, specie se si consumano alimenti che la favoriscono e la fissano) e proteggendo le gambe, nel caso di tendenza alle varici, con creme solari apposite e asciugamani bagnati; camminare a piedi nudi, specie sulla sabbia non calda, e, possibilmente, fare lunghe passeggiate nell’acqua fresca.
  • in estate è molto importante adottare tutti gli accorgimenti per difendersi dal caldo: le gambe sono le prime a risentire del clima torrido e la stanchezza degli arti inferiori è un sintomo da non sottovalutare.
  • fare docce alternate di acqua calda e poi fredda sulle gambe, facendo scorrere l’acqua dal basso verso l’alto e fare percorsi Kneipp se si è in un centro benessere o in quei paesi, come l’ Austria, dove è frequente trovarli a disposizione del pubblico gratuitamente.
    Percorso Kneipp per gambe
  • massaggiare le gambe dopo il bagno o la doccia, con movimenti dal basso verso l’alto e adoperando creme decongestionanti a base di mirtillo, centella, vite rossa e ippocastano.
  • fare pediluvi di 10 minuti in acqua tiepida e sale, o acqua tiepida e amido, se si avverte pesantezza e le caviglie tendono a gonfiarsi.
  • dormire con i piedi più in alto della testa, mettendo dei rialzi sotto il materasso, in modo che le gambe siano sollevate di circa 20 centimetri e facendo attenzione che il dislivello non sia eccessivo: questo accorgimento è un vero e proprio toccasana per le gambe gonfie ed è utilissimo anche per prevenire e combattere la cellulite.

Prendersi cura delle gambe in estate è fondamentale, non solo per ragioni estetiche, ma per il benessere di tutto l’organismo: io, personalmente, ho preso da tempo l’abitudine di adottare questi semplici accorgimenti e devo proprio ammettere di averne tratto sollievo e beneficio. 🙂

Credit photo intestazione: Andrea Allen for Flickr.com

Credit photo camminare: Vladimir Kudinov for Pexels

Loading...
Scritto da Francesca Be
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Condividi
Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

3 commenti su “La cura delle gambe in estate

  1. Sempre ottimi consigli qui da te Franci.
    Le mie gambe stano bene solo se sto sdraiata…. lo dico sempre io che dovevo fare la principessa! =)))
    Buona domenica.
    Dani

    1. Si, Dani, ma sono sicura che, col caldo torrido, anche le gambe della principessa sul pisello sono messe a dura prova :-)))

  2. Pingback: La cura delle gambe in estate | Ricette Italia

I commenti sono chiusi.

Commenta con il tuo profilo Facebook
  • Ricevi Ultimi Articoli

    I tuoi dati sono al sicuro