Spirulina: proprietà benefiche dell’alga e usi terapeutici

Spirulina: cosa è, proprietà salutari, per chi è indicato il consumo, controindicazioni e avvertenze, uso e avvertenze, dove trovare la benefica alga.

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

L’alga Spirulina , uno degli antiossidanti più potenti in natura, è un validissimo integratore alimentare naturale e può essere anche essere considerata un alimento completo per l’alto contenuto di  preziosi elementi nutritivi presenti in essa.

Cosa è la spirulina?

In uso fin dai tempi degli  Aztechi, che ne conoscevano le specifiche proprietà, la Spirulina, o Spirulina platensis  e Spirulina maxima, è un’alga commestibile della famiglia delle Cyanobacterie, erroneamente classificata come azzurra, che si riproduce in modo spontaneo nelle acque alcaline e calde di laghi salmastri in America Centrale, Asia e Africa ( la maxima cresce allo stato naturale solo in alcune regioni del Centro America ).

La Spirulina, che è una microalga unicellulare, allungata e sottile ( alla cui forma deve il suo nome) ed alta circa mezzo millimetro, si riproduce per fotosintesi (come le piante) e viene coltivata in modo artificiale principalmente in Cina e Messico, ma da qualche anno è iniziata anche in Italia la produzione di Spirulina biologica.

Impianto per la coltivazione di spirulina biologica del Parco Castiglione di Ischia

Proprietà benefiche della Spirulina

Definita dalle Nazioni Unite “alimento del futuro”, questa particolare alga dal colore verde intenso dovuto alla presenza di clorofilla, costituisce un alimento nutraceutico bilanciato e completo.

Nell’alga sono presenti, infatti, proteine vegetali, minerali, aminoacidi essenziali, acidi grassi essenziali e vitamine.

La Spirulina contiene proteine, già trasformate in aminoacidi per il 65-70% (contro il 20-25% della carne magra e tre volte quelle presenti nella stessa quantità di fagioli).

In questa alga, inoltre, vi è una quantità di calcio superiore 20 volte a quella dei fagioli, 20 volte il beta carotene contenuto nelle carote e 34 volte il ferro dell’equivalente di spinaci.

I minerali presenti sono il ferro, il manganese, il calcio, il magnesio, il selenio, lo zinco, il rame, il cromo e il potassio, mentre le vitamine sono le  A, C,D, E, K e quelle del gruppo B (compresa la B9, o acido folico).

Al contrario di quanto molti sostengono, la Spirulina non è una buona fonte di vitamina B12, in quanto nessun alimento vegetale ne contiene una quantità sufficiente: neanche i prodotti derivanti dalla fermentazione della soia, le alghe marine e la Spirulina possono soddisfare il fabbisogno di vitamina B12 attiva biologicamente.

Pare anche, ma non è accertato, che questa alga contenga analoghi inattivi della vitamina B12, che andrebbero a competere con la B12 attiva, rallentandone l’assorbimento: non so se sia effettivamente così, ma, per non sbagliare, è meglio evitare di assumere Spirulina  nello stesso giorno in cui si fa uso di un integratore a base di B12.

La Spirulina contiene acido Omega-3 e, in maggior misura, Omega-6 con elevate quantità di acido gamma linoleico.

Tra i pigmenti vegetali benefici per la salute, i principali sono: la Ficocianina ad azione immunitaria, il Betacarotene, la Zeaxantina (sostanza particolarmente efficace contro i radicali liberi) e lo Xantofille  (regolatore della pressione).

Alghe spirulina disidratate

Potentissimo antiossidante e ricostituente, la Spirulina, oltre a combattere i radicali liberi, è:

  • antivirale e antimicrobica;
  • depura l’organismo;
  • contrasta il colesterolo cattivo alto e rafforza il sistema immunitario;
  • previene e ostacola le allergie, le malattie della pelle, l’osteoporosi e le infiammazioni in genere;
  • è benefica per la salute dei i capelli e dell’epidermide;
  • aiuta a mantenere il cervello in efficienza;
  • favorisce lo sviluppo dei muscoli ( grazie all’azione della valina, della leucina e dell’isoleucina );
  • fornisce  un senso di sazietà ed è utile per dimagrire.

La Spirulina è anche uno stimolante, ma, a differenza del caffè, ha un effetto energizzante senza agire sul sistema nervoso.

L’assunzione di questa alga è di grande aiuto durante la dieta ipocalorica, in quanto 100 grammi di Spirulina contengono solo 390 calorie a fronte dell’elevato apporto proteico e nutritivo.

Inoltre, riduce in parte l’appetito: è consigliabile l’assunzione mezz’ora prima dei pasti se si desidera tenere sotto controllo il peso corporeo.

La Spirulina è utile anche in caso di cellulite per le sue proprietà drenanti, disintossicanti e vasodilatatrici.

A chi e in che casi è indicata la Spirulina?

Io direi…..” per tutti e per tutto “, dato che l’assunzione di spirulina è suggerita:

  • a chi è vegetariano o vegano;
  • a chi vuole combattere i radicali liberi ed evitare le malattie del sistema immunitario;
  • a chi ha un’alimentazione carente, ipocalorica o squilibrata;
  • a chi desidera aumentare l’energia fisica e fa sport;
  • a chi ci tiene a mantenere l’integrità delle ossa e del sistema muscolare;
  • a chi ha il colesterolo o i trigliceridi alti;
  • a chi vuole prevenire o contrastare malattie cardiovascolari;
  • a chi vuole mantenere sani i capelli, la pelle e le unghie;
  • a chi soffre di dismenorrea e ha bisogno di regolarizzare il funzionamento delle ovaie e vuole ridurre i dolori premestruali;
  • a chi desidera prevenire l’ arteriosclerosi;
  • in caso di colon e intestino irritabili;
  • in caso di diabete;
  • in caso di denutrizione infantile;
  • in caso di convalescenza;
  • in caso di stress psicofisico e stanchezza cronica;
  • in caso di acne ed eczemi;
  • in caso di cellulite e ritenzione idrica;
  • prima e durante l’esposizione al sole in estate;
  • durante la gravidanza e l’allattamento (consultare, comunque, il medico prima d’iniziare a servirsene).

Questa alga, pur non essendo annoverata tra le sostanze anticancerogene, è comunque utile nella prevenzione del cancro per la presenza di alcuni principi attivi efficaci contro i tumori (come il selenio, la vitamina A, la vitamina E, la vitamina C e il magnesio).

L’assunzione di Spirulina  non presenta controindicazioni particolari se avviene nel modo giusto e nella posologia corretta, ma è sconsigliata in caso di ipotiroidismo, malattie autoimmuni, fenilchetonuria ( PKU ), gotta, lupus e sensibilità accertata verso alcuni componenti.

A volte è possibile che si manifestino effetti collaterali, come nausea, vomito, mal di testa e stitichezza, spesso dovuti a sovradosaggio: in tal caso è necessario interrompere immediatamente il trattamento.

Uso e modalità d’assunzione della Spirulina

Sirulina biologica in compresse

E’ fondamentale il controllo della provenienza, in quanto il vero pericolo  della Spirulina (e delle alghe blu-verdi in genere) consiste nella possibile contaminazione con microcistine, che sono potenti epatotossine e probabili promotori tumorali, dato che assorbono metalli pesanti dall’acqua dove viene coltivata.

E’ molto importante, quindi, controllare la certificazione, comprare il prodotto da un marchio serio (io mi trovo bene con la spirulina in polvere commerciata da Macrolibrarsi) ed evitare, in ogni caso, quella di provenienza cinese.

La Spirulina va assunta a periodi, facendo delle pause (ad esempio, 3 mesi di assunzione e 3 mesi di sospensione), in quanto gli alginati, contenuti nelle alghe, possono, a lungo andare, ridurre l’assorbimento del ferro e di altri minerali a livello intestinale.

Il dosaggio è molto importante per fare in modo di avere benefici ed evitare fenomeni collaterali: non bisogna mai superare i 10 grammi giornalieri (se è spirulina in polvere) o l’equivalente se si tratta di compresse.

Nel caso che l’alga venga assunta come integratore alimentare, è utile attenersi a questa indicazione di massima: è consigliato assumere 1/2 grammo di alga ogni 10 chili di peso (se, ad esempio il peso corporeo è di 60 chili: 1/2 :10*60= 3 grammi).

Io, personalmente, prendo 1 cucchiaino raso di Spirulina al giorno (che equivale a 3 grammi) per 30 giorni, interrompo per 1 mese e, se è il caso, ricomincio con l’assunzione per ulteriori 4 settimane.

In ogni caso, bisogna chiedere consiglio al proprio medico curante prima d’iniziare a servirsi dell’alga a fini salutari e terapeutici, sia per quel che riguarda l’assunzione stessa che per il dosaggio ottimale, variabile ed adattabile ai singoli casi personali.

La Spirulina è reperibile nei negozi di alimentazione naturale, nelle erboristerie e sul web sotto varie forme: compresse, capsule, gocce, barrette, polvere e fiocchi da aggiungere agli alimenti.

Il sapore è particolare, “sa di alga ” e spesso può non essere gradito: in questo caso è consigliabile l’acquisto di compresse e capsule da ingerire con un po’ di acqua.

Capsule vuote da riempire con integratori alimentariOppure, se si desidera usare ugualmente la polvere, più economica (e ,secondo me, più naturale) la si può mettere in all’interno di capsule alimentari vuote, facilmente reperibili sul web, o avvolgerla in un’ostia inumidita e ingerirla con dell’acqua senza sentirne il gusto.

Io aggiungo la Spirulina in polvere al gomasio che ormai adopero abitualmente per condire le insalate, le verdure bollite e i centrifugati di verdura; la metto anche nei salutari minestroni, nelle zuppe di cereali e legumi e nei passati di verdura all’ultimo momento e a fuoco spento, in quanto la cottura delle alghe fa perdere loro preziosi elementi nutritivi.

Attenzione a non sporcare i vestiti con la polvere di Spirulina: le macchie verdi sono particolarmente tenaci e difficili da mandare via e, anche se l’alga fa bene al nostro organismo….non si può dire altrettanto per quello che riguarda gli indumenti.  😉

Credit photo capsule: PxHere

Credit photo spirulina secca: WILL POWER for Flickr.com

Credit photo compresse di spirulina: Perdita at the Emglish Wikipedia for Wikimedia.org

Loading...
Scritto da Francesca Be
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Condividi
Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

20 commenti su “Spirulina: proprietà benefiche dell’alga e usi terapeutici

  1. Franci, ma sia che ignoravo l’esistenza di questa alga?
    Addirittura l’Onu l’ha definita “alimento del futuro”!
    Te lo ripeto sempre ma è proprio così: sei una miniera di informazioni originali e utili!

    1. No, Moz….sembra assenzio, ma sai…non lo dì a nissciuno…tientelo per te :-)))

  2. caspita Franci… la conoscevo e l’ho anche assunta, nei periodi di stanchezza, di necessità… ma non sapevo che avesse tante virtù! grazie!!!

  3. Non ne conoscevo l’esistenza…grazie le tue info sono sempre interessanti e preziose.
    E grazie anche per il bel commento che mi hai lasciato.
    buon pomeriggio

  4. Devo-assolutamente-procurarmi-questa-spirulina!!!
    L’ho assunta tempo fa , ma era insieme ad altri elementi.
    Mi pare di capire che da sola basta e avanza… è un portento per tante cose; tra quelle che hai elencato mi sono ritrovate in moltissime.
    A presto. =)
    Dani

  5. Un amico mi ha consigliato di prenderle in capsule da un sito internet. I risultati non sono sorprendenti ma il prezzo non era sicuramente male.

  6. L’ho provata in polvere ma ha un sapore terribile, è realmente imbevibile! C’è un limite tra il beneficio e la tortura.

  7. Ciao Giorgio. A me la spirulina in polvere non dispiace affatto nei minestroni e nelle insalate in giusta dose:sono abituata a consumare le alghe e,di solito, l’assunzione in polvere piace a chi le mangia abitualmente.
    Comprendo benissimo che il sapore non sia gradito a molti, ma la polvere la si può assumere in un’ostia e deglutire con dell’acqua o si può benissimo preferire le compresse.
    Io trovo,però,che la polvere sia più economica e….naturale 😉

  8. Sto provando l’alga spirulina proprio in questo periodo, me l’ha consigliata una mia amica biologa marina e mi sto trovando davvero bene, piano piano sento già i primi benefici. Io ho preso quella in compresse perchè su sorgentenatura ho letto che quella in polvere ha un sapore un po’ particolare che non a tutti piace, però dall’altra parte ho visto che molti la usano anche per insaporire i piatti e questa cosa mi incuriosisce, qualsuno l’ha provata in polvere? come si è trovato? nel caso da prenderla come integratore sciolta nell’acqua davvero il sapore è così particolare?

    1. Ciao Serena.Io la uso in polvere ma il sapore è particolare e non piace a tutti.In pratica la spirulina sa….di alga.Se la provi e non ti piace il gusto, puoi sempre metterla in capsule alimentari vuote (trovi dove reperirle al link nell’articolo).Ti sconsiglio di assumerla sciolta in sola acqua, perché il gusto sarebbe troppo forte, ma di fare come me, che la aggiungo a centrifugati di verdure, insalate e minestre varie.

  9. Ciao ho acquistato spirilina in polvere che assumo preparandomi delle capsule. Volevo sapere se esiste una data di scadenza per questo prodotto visto che io ho ancora molta polvere da usare

    1. Ciao Tiziana. Se c’è una scadenza, dovrebbe essere scritta sulla confezione. Comunque ti consiglio di consumare le spirulina entro 2 anni anche se non è indicata.

I commenti sono chiusi.

Commenta con il tuo profilo Facebook
  • Ricevi Ultimi Articoli

    I tuoi dati sono al sicuro