Biscotti di pasta frolla al limone fatti in casa

I biscotti di pasta frolla al limone fatti in casa, golosissimi e delicati nella loro genuinitò, sono ideali per la prima colazione, la merenda, il dopocena o lo spuntino spezzafame di chi vuole coccolarsi con “ dolcezza ”: la ricetta originale della tradizione procidana.

Oggi voglio proporti la ricetta procidana dei biscotti di pasta frolla al limone, deliziosi frollini all’aroma dell’agrume considerati dagli intenditori i migliori al mondo nel loro genere e che io che amo “ pucciare ” nel caffè bollente a colazione, perché si sciolgono in bocca letteralmente e mi mettono addosso il buonumore già di primo mattino.

Dato che sono particolarmente ghiotta di questi fragranti biscotti secchi, da non confondere con quelli dall’interno morbido tipici di Napoli e che vengono ancora preparati in modo artigianale nelle isole e nelle zone costiere del Golfo partenopeo, tempo fa ho chiesto come farli  a Maria,  mia amica che  li prepara “ magistralmente ” e che in passato mi aveva già svelato i segreti della sua superlativa pasta con cozze e patate.

La ringrazio di avermi dato la vecchia ricetta tramandatale da sua nonna (e il permesso di pubblicarla), grazie alla quale ormai mi faccio in casa i biscotti di pasta frolla al profumo di limone da sola senza dovermeli fare spedire a Genova, dove sono introvabili.

Ti consiglio di provare anche tu a realizzare la sua ricetta semplice e veloce dei frollini di Procida, perché ti posso assicurare che ne vale proprio la pena.

Frollino artigianale dalla forma rustica

Puoi dare agli squisiti frollini la forma che più ti aggrada con le apposite formine, ma Maria consiglia di non usarle e di dare loro con le mani la forma irregolare e “ rustica ” degli originali frollini al limone di Procida e di aiutarti con un oggetto cilindrico, come il classico stampo per cannoli, per fare in modo  che presentino in superficie la tipica scanalatura leggermente rientrante.

Le dosi indicate permettono di ottenere 20-25 biscotti di media grandezza, ma, se ne vuoi preparare di più, puoi benissimo aumentarle ma sempre rispettandone le proporzioni.

I frollini al limone possono diventare dei golosi e delicati dolcetti ripieni da consumare a fine pasto se si spalma un ricco strato di gelatina di agrumi misti sulla superficie di un biscotto e si copre poi la farcia con un altro a mo’ di sandwich.

Non buttare via i limoni senza buccia inutilizzati, perché è possibile conservarli avvolti in un canovaccio umido in frigorifero, anche se è bene poi consumarli in fretta.

Esecuzione della ricetta: facile

Tempo occorrente: 20 minuti +120 minuti di riposo dell’impasto + 15 minuti di cottura

Costo: basso

 

Ingredienti:

350 g di farina bianca

3 limoni non trattati

2 uova fresche

140 g di zucchero semolato fine

sale fino q.b

Preparazione dei frollini al limone secondo la tradizionale ricetta tipica di Procida

Per prima cosa grattugia la parte gialla (solo quella e non la bianca che è amara) della buccia degli agrumi bio e tienila da parte.

Poi devi fare la pasta frolla al limone a mano o, se ne disponi, nella planetaria.

Io, che di solito seguo la tradizionale ricetta base della pasta frolla dei vecchi tempi nei quali non esistevano impastatrici e planetarie, metto in una terrina capiente la farina, le uova leggermente sbattute, lo zucchero, 1/4 di cucchiaino di sale fino, il burro fatto ammorbidire leggermente e fatto a pezzetti e la scorza di limone grattata e lavoro con le dita il mix di tali ingredienti con energia fino ad ottenere un impasto liscio e compatto.

Se, invece,  preferisci usare la planetaria, metti nella stessa il burro lievemente ammorbidito e spezzettato, il sale e lo zucchero e, senza montare, lavorali con la frusta K fino all’ottenimento di un impasto cremoso e senza grumi.

Incorpora la buccia di limone e le uova sgusciate e poi unisci anche la farina passata al setaccio, aggiungendola a bassa velocità e gradualmente, e lavora meccanicamente ancora l’impasto fino a quando comincerà a staccarsi dalle pareti e sarà diventato omogeneo.

Una volta fatta la pasta frolla al limone manualmente o con l’aiuto della planetaria, dividila in 2 parti uguali, appiattisci entrambe le metà dando loro la forma di un disco, avvolgile nella pellicola da cucina e trasferiscile nel frigorifero per almeno 120 minuti.

Non levare dal frigo l’impasto della frolla prima che siano passate 2 ore, dato che, se vuoi poi stenderlo facilmente, bisogna lasciargli il tempo necessario a permetterle di assorbire l’umidità in modo uniforme e di rassodarsi a dovere.

Tagliere con pasta frolla tirata perfettamente

Trascorso questo tempo, tira fuori dal frigorifero un disco di frolla alla volta, lascialo riposare a temperatura ambiente per una decina di minuti poi stendilo con il mattarello sulla spianatoia leggermente infarinata per evitare che la pasta tirata, che dovrà avere uno spessore omogeneo di circa 5 mm, si attacchi alla stessa.

Ricava, poi, i frollini al limone con l’aiuto di un tagliabiscotti ( tieni da parte i ritagli nel frigorifero) o di un bicchiere capovolto ( in questo caso dai loro una forma irregolare come ho indicato sopra) e disponili, distanziati tra di loro, su una teglia foderata all’interno con la carta da forno.

Fai cuocere i biscotti nel forno preriscaldato per 12-15 minuti a 180°, ruotando la teglia verso metà cottura, affinché la stessa avvenga in modo uniforme.

Quando avranno assunto una leggera colorazione dorata in superficie, estraili dal forno, lasciali riposare 2-3 minuti nella teglia e, infine, sistemali su una griglia e lasciali raffreddare.

Nel mentre che la prima infornata  di frollini al limone sta cuocendo, tira fuori dal frigorifero il secondo disco di pasta frolla, lascialo riposare 10 minuti a temperatura ambiente, stendilo e ricavane dei biscotti che farai cuocere in forno e raffreddare come indicato sopra.

Prendi tutti i ritagli di pasta frolla rimasti, ricompattali insieme, lascia che si rassodino al fresco in frigorifero e procedi nello stesso modo di prima.

Puoi conservare gli sfiziosi biscotti di pasta frolla al limone per una ventina di giorni in una scatola di latta chiusa ermeticamente o fino a 6 mesi se li tieni nel freezer, ma, anche se al freddo intenso si mantengono più a lungo, ti sconsiglio di congelarli, perché perderebbero inevitabilmente in friabilità , consistenza e aroma.

Altre idee per coccolarsi con qualcosa di dolcemente sfizioso:

Credito foto pasta frolla stesa: Leonore Edman per Flickr.com

Credito video: Nutella Italia per YouTube.com

Scritto da Francesca Be
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Commenta con il tuo profilo Facebook