Spaghetti con pomodori secchi, acciughe, capperi e pangrattato alla calabrese

Gli spaghetti con pomodori secchi, acciughe e capperi con aggiunta di pangrattato sono un primo piatto squisito e assolutamente da provare: la ricetta originale cosentina.

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

La pasta con pomodori secchi, pane grattugiato e acciughe è un classico primo piatto dell’Italia meridionale fatto in vari modi anche se con gli stessi ingredienti, la cui versione che mi piace maggiormente è questa degli spaghetti con acciughe, capperi, pomodorini secchi e pangrattato, specialità tipica di Cosenza che ti propongo oggi, perché si tratta di una vera prelibatezza assolutamente da provare.

La ricetta di semplicissima e rapidissima realizzazione permette di ottenere con pochi e semplici prodotti del mare e dell’orto ed una spesa assai contenuta un piatto sano, genuino e sfizioso al massimo in grado di soddisfare tutti e dal successo assicurato.

Puoi fare la pasta con pomodori secchi sott’olio o con quelli essiccati al naturale fatti rinvenire (io preferisco impiegare i secondi nature), ma tra gli ingredienti non deve assolutamente mancare il pane secco grattugiato, aggiunto alla fine dopo averla spadellata e che le dona una golosa croccantezza.

Il piatto costituisce l’ideale, come l’altrettanto buona e veloce pasta con aglio, prezzemolo, acciuga e pangrattato, quando si hanno ospiti inattesi e, anche se ti manca il tempo per stare ai fornelli, li vuoi ugualmente stupire presentando a tavola un primo da leccarsi i baffi fatto all’ultimo momento.

Se non hai basilico fresco, puoi profumare i tuoi spaghetti con pomodori secchi e alici, usando al suo posto del comune prezzemolo ed anche, come fanno in molti, aggiungere alla fine del Parmigiano Reggiano o del pecorino grattugiato, ma io preferisco evitarne l’uso, sia perché, a mio parere, il formaggio non “ ci azzecca ” con peperoncino e capperi sia per non appesantire un piatto che è già molto sapido di per sè.

Il piatto, dal gusto tipicamente estivo e adatto ad ogni stagione, può essere realizzato anche con l’impiego di altri formati di pasta lunga, tra cui i più indicati sono maccheroni alla chitarra, bucatini, linguine e trenette, mentre puoi usare il solo condimento anche per rendere golosa una merenda a base di pane abbrustolito o bruschette.

Esecuzione della ricetta: facile

Tempo di preparazione: 15 minuti +10 minuti di cottura

Costo: basso

Ingredienti per 4 persone:

350 g di spaghetti

1 spicchio di aglio

4-5 acciughe sotto sale (o 35 g di quelle sott’olio)

4-6 pomodori essiccati (o sott’olio)

6 cucchiai di olio extravergine di oliva

1 cucchiaio di capperi

1 peperoncino fresco

pangrattato q.b

basilico q.b (o prezzemolo)

parmigiano o pecorino grattugiato q.b (facoltativo)

sale q.b

Preparazione degli spaghetti con acciughe, pomodori secchi e capperi al pangrattato croccante secondo la ricetta calabrese originale

Metti i pomodori secchi in una ciotola, coprili del tutto con acqua calda e lasciali a bagno per 10-15 minuti fino a quando si saranno ammollati.

Se usi quelli sott’olio, invece, falli sgocciolare dell’olio in eccesso, tagliali a pezzetti e tienili da parte.

Pezzetti di pomodori essiccati sott'olio

Nel frattempo, lava il basilico, asciugalo con cura e tritane le foglie; monda le acciughe conservate, sciacquale bene per dissalarle, ricavane dei filetti, tamponali con la carta assorbente per eliminare l’acqua e tritali grossolanamente (se usi alici sott’olio, falle sgocciolare bene e poi fanne un trito).

Una volta che i pomodori saranno rinvenuti, sciacquali molto accuratamente, falli a pezzetti sottili e tienili da parte.

Fai imbiondire lo spicchio di aglio senza buccia in una padella antiaderente (se poi non vuoi toglierlo, ma mangiarlo, tritalo invece che lasciarlo intero) assieme al peperoncino, anch’esso tritato e prima privato dei semini interni, in 3 cucchiai di olio extravergine di oliva a fuoco dolce.

Quando l’aglio avrà appena cominciato a prendere colore, aggiungi l’acciuga sminuzzata e falla sciogliere a fiamma al minimo, mescolandola con il cucchiaio di legno.

Per ultimo, unisci alla padella i tocchetti di pomodori essiccati fatti rinvenire e i capperi sgocciolati e fai saltare il tutto ancora qualche istante prima di spegnere il fuoco.

Fai scaldare abbondante acqua una pentola capiente e, quando avrà raggiunto l’ebollizione, aggiungi il sale (regolati e non esagerare, perché il condimento è già molto saporito) e buttaci dentro la pasta.

Nel mentre, fai dorare il pangrattato (puoi grattugiare quello secco invece che comprarlo) con un l’olio EVO rimanente in un’altra padella, mescolandolo e facendo attenzione a farlo diventare croccante senza cuocerlo troppo e rischiare di bruciarlo.

Quando mancheranno circa 3 minuti alla fine della cottura della pasta, scolala, trasferiscila nella padella contenente il sugo e finisci di cuocerla, mantecandola e aggiungendo, solo se serve effettivamente per amalgamare bene il tutto, , piccole quantità per volta dell’acqua in cui l’avrai fatta prima lessare e che avrai tenuto da parte.

Poi spegni il fuoco, elimina l’aglio se lo hai lasciato intero, aggiungi il pangrattato croccante, mescola i tuoi appetitosi spaghetti conditi con pomodori secchi, acciughe e capperi, impiattali e servili subito in tavola bel caldi in tutto il loro fragrante sapore d’estate.

Se ti piacciono i primi piatti sfiziosi, dai un’occhiata anche a:

Credit photo intestazione: cyclonebill for Flickr.com

Credit photo pomodori secchi sott’olio: congerdesign for Pixabay

Loading...
Scritto da Francesca Be
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Condividi
Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Commenta con il tuo profilo Facebook
  • Ricevi Ultimi Articoli

    I tuoi dati sono al sicuro