Come scongelare i cibi nel modo corretto

Come si devono scongelare gli alimenti nel modo giusto per mantenerne le proprietà nutritive ed evitare rischi per la salute.

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Ho già parlato del congelamento dei cibi ed ora voglio aggiornare l’argomento con qualche utile consiglio per scongelare gli alimenti in modo corretto.

I cibi scongelati devono essere consumati nel giro di 24 ore: infatti, appena inizia lo scongelamento riprende subito il deperimento e la proliferazione dei batteri che il processo di congelazione ha solamente rallentato.

Teniamo presente che anche la congelazione procura un primo deperimento di un alimento fresco.

I prodotti commestibili scongelati non si possono assolutamente congelare una seconda volta, ma vanno cotti e consumati nel più breve tempo possibile.

Se avviene una prolungata interruzione di corrente elettrica e vi sembra che il processo di scongelamento sia già iniziato, cucinate subito i cibi o non esitate a buttarli via: la salute vale ben di più del loro prezzo!

Se vi si presenta una vera e propria mole di pacchetti da dover cucinare, potete rallentare lo scongelamento avvolgendoli prima in carta di giornale e poi con tessuti di lana: in questo modo avrete il tempo di cuocere una maggior quantità di cibi ed evitare di buttarli nella pattumiera.

E’ possibile congelare nuovamente gli alimenti cotti, ma tenete ben presente che saranno inevitabilmente impoveriti e di bassa qualità nutrizionale, avendo perso gran parte delle caratteristiche organolettiche intrinseche.

Inoltre la maggior parte dei batteri viene eliminata con una cottura in acqua bollente a 100° per almeno 20 minuti, ma è inevitabile che alcuni resistano a questo trattamento.

Non sono nutrizionista e sento il dovere di avvertire che in questo caso la sicurezza non può essere che parziale.

I pochi pareri in proposito degli esperti sono discordanti, ma io, secondo la mia personale esperienza, devo dire di non aver mai accusato disturbi derivanti dall’aver mangiato cibi scongelati, cotti e poi ricongelati.

Se la corrente elettrica va via per poco tempo, non aprite assolutamente il portello del freezer, in quanto alcuni apparecchi a 4 stelle permettono una “tregua” fino a 12 ore prima che gli alimenti deteriorino irrimediabilmente.

Lo scongelamento a temperatura ambiente è sconsigliato, specie per alimenti di origine animale e durante la stagione calda, in quanto favorisce la proliferazione dei batteri e una maggior perdita di proprietà nutrizionali: mettete, quindi, in frigo gli alimenti per rendere sicuro ciò che cucinerete con gli stessi anche se il tempo occorrente al termine del processo è senz’altro maggiore.

Infatti alcuni batteri sviluppano a temperatura ambiente tossine non neutralizzabili con la cottura, cosa che non avviene all’interno del frigorifero.

Ricordatevi, in ogni caso, di effettuare spesso la pulizia del frigo e del freezer, come di tutti gli elettrodomestici che entrano in contatto con ciò che poi mangiamo, adoperando, possibilmente, detergenti naturali.

Si può decongelare con il forno a microonde il pane conservato in freezer

Anche la decongelazione nel forno a microonde è un metodo sicuro, specie negli apparecchi di nuova generazione dove sono generalmente presenti le funzioni apposite, ma occorre calcolare bene i tempi che variano a seconda del peso, della dimensione e del tipo di alimento.

Inoltre lo scongelamento rapido fa perdere una grande quantità di liquidi ed elementi nutritivi (cosa che vale anche per quello a temperatura ambiente)

Per alcune preparazioni di cucina e determinati alimenti non è necessaria la decongelazione e  i cibi possono essere cotti ancora surgelati in acqua bollente, pentola a pressione, in forno o al microonde: è il caso dei bolliti di non grosse dimensioni ( anche se la carne può risultare più dura di quella sottoposta allo scongelamento), dei bastoncini e tranci di pesce, degli hamburger di manzo, di molti piatti pronti e precotti e della verdura in genere (che impiega a cuocere in acqua bollente molto meno tempo di quella fresca).

Bisogna  fare attenzione che  i cibi siano cotti in modo omogeneo e uniforme sia all’interno che all’esterno: per questo la cottura di prodotti congelati non è consigliabile comunque quando si tratta di grandi dimensioni.

E’ bene, comunque,  cuocere a fuoco basso gli alimenti non del tutto scongelati.

Il pesce può essere scongelato in frigo o lo si può fare bollire quando è ancora surgelato.

In alternativa, se si ha fretta, lo si può mettere nel lavabo di cucina, chiuso in un sacchetto di plastica pulito sotto un sottile filo d’acqua fredda corrente, ma….attenzione a quello che ho scritto a proposito dei batteri: l’acqua non deve entrare in contatto con il pesce.

La carne deve essere scongelata sempre in frigo, sia quella cruda che quella cotta: in questo modo rimarranno intatte le proprietà nutrizionali.

La verdura può essere cucinata direttamente, scongelandola nell’acqua di cottura.

E, per ultimo, un trucco di decongelazione svelatomi da uno chef: bagnate le mani con acqua calda, strofinatele sul pane appena estratto dal congelatore e poi mettetelo nel forno già caldo a 200 gradi per 2 minuti per fare in modo che rinvenga croccante come se fosse fresco.

Ricordiamo sempre che scongelare gli alimenti nel modo corretto è un fattore assai rilevante per nutrirsi adeguatamente senza correre rischi per la salute.

Credit photo intestazione: moreharmony for Pixabay.com

Credit photo microonde: Ek_Song for Pixabay

Loading...
Scritto da Francesca Be
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Condividi
Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

4 commenti su “Come scongelare i cibi nel modo corretto

  1. Io uso molto il microonde per scongelare gli alimenti, lo trovo pratico e veloce, però so che come tu dici lo scongelamento in frigo sarebbe da preferire per mantenere inalterate tutte le proprietà.

    Brava, un altro ottimo vademecum 🙂

I commenti sono chiusi.

Commenta con il tuo profilo Facebook
  • Ricevi Ultimi Articoli

    I tuoi dati sono al sicuro