Saponetta di acciaio per rimuovere i cattivi odori dalle mani

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Oggi voglio parlarti della saponetta in acciaio inox, rimedio che si è rivelato per me molto efficace nell’eliminare  cattivi odori di vario genere dalle mani e che, secondo me, ognuno dovrebbe tenere in casa per servirsene all’occorrenza.

Chi cucina e si occupa delle faccende domestiche in una casa spesso e volentieri preferisce lavorare a mani nude invece che indossare i guanti protettivi, ma, facendo in questo modo, capita sovente di ritrovarsele maleodoranti a causa del contatto diretto con alcuni alimenti e prodotti che lasciano sulle stesse effluvi sgradevoli difficili da mandare via come, ad esempio, l’odore di cipolla o la più la tenace puzza di aglio contro la quale esistono diversi rimedi.

La puzza di cipolle rimane sulle mani se si tagliano crude senza guanti

Per lungo tempo ho nutrito dei dubbi sulla validità della saponetta di acciaio antiodori nel mandare via il tanfo dalle mani, dato che ne avevo provata una assai economica da 2 euro che mi aveva lasciata insoddisfatta (probabilmente non era in vero acciaio inossidabile).

Ma, per fortuna, 3 anni fa me ne è stata regalata un’altra più costosa che si è rivelata piuttosto efficace, anche se non è la “panacea di tutte le puzze” e a volte bisogna usarla in sinergia con altri rimedi, e da allora la uso abitualmente dopo aver maneggiato cipolle e simili, cavoli, formaggi puzzolenti candeggina,trielina, prodotti per la casa dai forti odori,cenere di sigaretta, etc. per non ritrovarmi in imbarazzo e per avere avere sempre dita e palmi a prova di naso quando sono con altre persone.

Premetto, quindi, che, se decidi di comprarla, ti consiglio di sceglierne una di buona qualità, assicurandoti che sia in acciaio inox: una buona saponetta di metallo antiodore ha un prezzo che oscilla da 6 a 14 euro circa e non è certo il caso di sprecare soldi in un acquisto sbagliato.

Considera anche che la saponetta di acciaio non si consuma ed è praticamente eterna (la mia è come nuova e non presenta tracce di ossidazione dopo ben 3 anni di uso) e che non vale proprio la pena cercare di risparmiare qualche euro sul suo prezzo peraltro contenuto per poi ritrovarti in casa un oggetto che non svolge bene la sua funzione ed è inutile.

Attualmente possiedo 2 saponette di acciaio ( il sapone antiodori Gourmet che sta in piedi da solo e che tengo sul lavabo del bagno e la saponetta della Zwilling che ho sistemato sul lavello della cucina su un piatto da sapone che avevo) di cui sono piuttosto soddisfatta, ma in commercio ne esistono altre di forme e prezzi differenti.

Per obiettività devo avvisarti che la saponetta di acciaio non è in grado di mandare via del tutto dalle mani la puzza di pesce se questo è particolarmente forte ed è già penetrato nei pori della pelle e che in tal caso è meglio, dopo averla usata, adottare sistemi più efficaci per neutralizzarla completamente.

Cosa è, come funziona e come usare la saponetta di acciaio inossidabile per eliminare i cattivi odori dalle mani

Vediamo adesso come e di cosa è fatto il sapone di acciaio, come agisce nell’eliminare gli odori sgradevoli e come lo si deve adoperare affinché sia efficace.

Cosa è la saponetta di acciaio

Volendo essere pignoli, la parola ” saponetta ” non sarebbe quella più appropriata per definire questo utile gadget da cucina completamente privo di sapone e di altri detergenti, ma è in tale modo che viene comunemente chiamato l’oggetto metallico che serve per eliminare i cattivi odori rimasti sulle mani.

Aspetto dell'acciaio inox satinato

La saponetta elimina odori , coperta da brevetto industriale, è costruita in acciaio inox, che viene indicato con la sigla 18/10 per il fatto che alla lega di ferro e carbonio dell’acciaio comune viene aggiunto il 18% di cromo e il 10% di nichel che provocano la cosiddetta passivazione, processo consistente nella formazione di una patina di ossidi compatta ed aderente che, ostacolando la diffusione dell’ossigeno presente nell’aria, protegge la superficie del metallo impedendone l’ossidazione e la corrosione provocata dalla ruggine ( gli acciai di ultima generazione possono contenere anche titanio,niobio e molibdeno).

Non tossica, ecologica e dalla durata infinita, la saponetta di acciaio inossidabile  è:

  • facilmente maneggevole;
  • si presenta lucida, opaca o satinata ed ha un aspetto piacevole;
  • ha forma ovale o tondeggiante (ma ne esistono in commercio alcune con fattezze diverse)
  • può essere corredata di supporto di appoggio o esserne priva.

Come funziona il sapone di acciaio antiodori

Tuttora non è chiaro quale sia il meccanismo fisico o chimico che permette all’acciaio inossidabile di neutralizzare gli odori emanati dalla pelle.

L’ipotesi scientificamente più plausibile è quella che attribuisce l’efficacia dell’acciaio inox alla patina protettiva presente sulla sua superficie: secondo tale teoria gli ossidi di nichel e di cromo di cui è formata si legherebbero per mezzo dell’acqua ai composti solforati formati dalle molecole di alcune sostanze contenute in alcuni alimenti e prodotti responsabili della formazione di effluvi sgradevoli che producono acido solforico a contatto con l’acqua.

Sarebbe proprio questo nuovo ” legame ” ad avere la capacità di eliminare i cattivi odori dalla pelle con lo sfregamento dell’acciaio sulla cute sotto l’acqua corrente.

Un’ altra supposizione molto credibile è quella che fornisce Dario Bressanini, chimico e divulgatore scientifico di meritata fama, secondo il quale sotto l’acqua i composti contenenti zolfo sono in grado di trasferirsi dalla pelle al metallo non più protetto dalla patina in carenza di ossigeno per poi venir lavati via ed eliminati.

In attesa di ulteriori approfondimenti scientifici in grado di stabilire definitivamente come agisce la saponetta metallica contro gli odori, per ora non ci resta che ritenere veritiere tali ipotesi e accontentarci degli effetti pratici del deodorante high tech per le mani.

Come usare la saponetta di acciaio inossidabile nel modo corretto

Sebbene siano in molti a non lavarsi prima le mani con acqua e sapone e ad usare unicamente la saponetta di metallo dopo aver toccato alimenti o prodotti puzzolenti o dal sentore particolarmente forte, io preferisco lavarle prima con un detergente delicato ed acqua fredda.

Ti consiglio di fare come me per rendere poi più efficace l’azione deodorante dell’acciaio inox, adoperando del sapone delicato ed evitando l’impiego di acqua calda: il calore fissa gli odori e non è proprio il caso di usarla bollente o anche tiepida se l’intento è quello di mandarli via.

Come lavare le mani con la saponetta di acciaio sotto l'acqua

Fatto questo, strofina la saponetta togli odori sulle mani sotto il getto di acqua per una quarantina di secondi, passandola bene su palmi, dorsi e polsi, tra le dita e sulle unghie, prima di asciugarle accuratamente.

Se necessario ripeti l’operazione un paio di volte: la saponetta di metallo è innocua per la pelle e non c’è pericolo che dopo il suo uso si debbano curare irritazioni e screpolature sulle mani come quelle provocate dai detergenti aggressivi.

L’uso della saponetta di acciaio inox non ha controindicazioni, a meno che si sia allergici alla lega metallica e ai suoi componenti: evitane assolutamente l’uso in tale evenienza.

Avendo letto da qualche parte che la saponetta viene usata anche per deodorare i calzini nel lavaggio, ho provato a farlo, ma il risultato è stato assai deludente e non ti consiglio di perdere tempo nel tentativo, mentre ho scoperto che va benissimo per togliere da dita ed unghie l’odore della nicotina.

A differenza del pentolame fatto nello stesso metallo che deve essere possibilmente lavato a mano per non rovinarlo, la saponetta (e l’eventuale supporto se è fatto nello stesso materiale o in plastica) può essere messa in lavastoviglie senza che ne venga danneggiata dall’azione meccanica.

In ogni caso, pur essendo efficace nella maggioranza dei casi, la saponetta di acciaio inox, che può anche costituire un regalo low-cost utile e apprezzato da chi cucina e sbriga i lavori di casa, non fa miracoli nell’eliminare odori sgradevoli  molto tenaci e ormai fissati sulla pelle e in casi particolarmente difficili è necessario usarla assieme ad altri rimedi naturali o chimici appropriati nel  mandare via la puzza dalle mani definitivamente e renderle a prova di olfatto.

Se vuoi scoprire come mandare via altri tipi di odori spiacevoli nei modi più idonei, dai un’occhiata anche a:

Credit photo acciaio inox: Pixabay.com by jplenio

Credit photo cipolle tagliate: Pexels.com by mali maeder

Credit photo intestazione: DIMDIM

Loading...
Scritto da Francesca Be
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Condividi
Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Commenta con il tuo profilo Facebook
  • Ricevi Ultimi Articoli

    I tuoi dati sono al sicuro