Odore di pesce sulle mani: come rimuoverlo

Consigli utili e rimedi della nonna efficaci per levare l'odore di pesce dalle mani.

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Oggi voglio darvi alcune “dritte” pratiche e trucchi  per risolvere un inconveniente che capita a tutti quelli che cucinano prodotti ittici: il persistere del cattivo odore di pesce sulle mani.

A me piace molto il pesce in generale, sia mangiarlo che prepararlo, ma devo ammettere che cucinarlo comporta un inconveniente, ahimè, inevitabile: lo sgradevole odore che rimane sulle mani e in casa, veramente fastidioso e non facile da eliminare.

Ma, adottando qualche accorgimento e seguendo alcuni vecchi e sempre attuali consigli utili della nonna  e trucchi casalinghi è possibile porvi rimedio e mandarlo via il più possibile. 🙂

Ho già scritto a proposito dei sistemi indicati per togliere l’odore di pesce da piatti e stoviglie e oggi voglio approfondire l’argomento con consigli pratici ed efficaci per eliminare l’odore di pesce dalle mani , evitando così di emanare un “profumo dalla pescheria” e ritrovarsi ad essere in imbarazzo quando si è con persone. 😉

Vediamo cosa  fare per sconfiggere l’odioso olezzo e dire basta alla puzza di pesce con i metodi più indicati allo scopo e innocui per la salute.

Come mandare via l’odore di pesce dalle mani

Indossare i guanti di gomma quando si lava, pulisce e maneggia il pesce sembrerebbe la cosa più ovvia da fare per evitare che l’odore  si “accomodi” sulle mani, ma, come si sa, la cosa non è così semplice, in quanto i guanti ostacolano alcuni movimenti, come quelli che si fanno quando si levano anche le più piccole spine o squame della pelle.

Cerchiamo, comunque, di non gettare subito la spugna e scegliamo di indossare i guanti aderenti monouso che sono maggiormente pratici in questo caso e che si buttano via dopo averli adoperati, evitando così che la puzza di pesce “stazioni ” su di essi. 😉

Dopo aver maneggiato prodotti ittici a mani nude, occorre lavarle con sapone e acqua fredda come prima cosa: l’acqua calda non è assolutamente da impiegare, in quanto dilata i pori della pelle e favorisce l’assorbimento degli oli responsabili del cattivo odore.

Poi si possono adottare vari metodi:

  • Il prezzemolo combatte efficacemente la puzza di pesce: passatelo fresco e poi lavate le mani con sapone per piatti al limone e acqua fredda. 
  • Strofinatele con il sale: mettete sulle mani un po’ di sale, sfregatele fra loro per 1 minuto, sciacquate accuratamente e poi asciugatele. 
  • Fate una mistura con fondi di caffè e saponette avanzate e usatela per lavarvi le mani. 
  • Passate sulle mani il succo fresco spremuto di un limone: oltre che essere antisettico, il limone lascia un gradevole aroma sulla pelle. 
  • Sciacquate le mani con aceto bianco, che è da sempre un validissimo aiuto per l’eliminazione dei cattivi odori, e poi lasciate asciugare  naturalmente all’aria, prima di lavarle ancora una volta con acqua e sapone. 
  • Potete anche usare una mistura di aceto e bicarbonato: passate la pastetta ottenuta su tutta la superficie delle mani, fatela rimanere “in posa” per 2 minuti e infine sciacquate con acqua fredda. 
  • La pietra d’allume di potassio, facilmente reperibile nelle erboristerie, nei negozi specializzati in prodotti naturali e sul web, è efficace nell’eliminare tutti i cattivi sentori, compreso lodore dell’aglio, l’odore di uovo e la puzza di sudore dalla pelle (è un deodorante del tutto naturale e molto versatile): sciacquatevi le mani sotto l’acqua fredda e poi usate l’allume bagnato, a mo’ di saponetta per 1 minuto, prima di sciacquare. 
  • Lavate le mani con un collutorio disinfettante a base di menta: oltre ad eliminare i batteri, il collutorio neutralizza le sostanze che causano lo sgradevole odore e lascia un aroma fresco di menta sulla pelle. 
  • In mancanza del collutorio, anche il massaggiare del semplice dentifricio sulle mani, prima di lavarle, può essere di grande aiuto. 
  • Le salviette apposite dei ristoranti sono, generalmente, utilissime per eliminare la puzza di pesce dalle mani: chiedetene qualcuna in più e …….usatela all’occorrenza. 😉

Non adoperate il sapone igienizzante specifico per le mani, senza aver prima fatto una prova, in quanto, a seconda degli ingredienti che lo compongono, questo tipo di detergente potrebbe provocare una maggiore persistenza del cattivo odore di pesce, invece che eliminarlo dalle mani.

Per la puzza di pesce non mi sento di consigliare la saponetta deodorante di acciaio, utilissima, invece, come tutto l’acciaio inox, per combattere altri tipi di cattivi odori: rimuove il tanfo di pesce solo se questo è molto leggero.

Allo stesso modo non posso suggerire l’uso di acqua ossigenata e del latte, in quanto, secondo la mia personale esperienza, possono essere di qualche aiuto nell’eliminare l’odore del pesce dalle mani solo in sinergia con altri metodi indicati sopra.

articoli correlati:

Credit photo: Andrea Sartorati for Flickr.com

Loading...
Scritto da Francesca Be
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Condividi
Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

4 commenti su “Odore di pesce sulle mani: come rimuoverlo

  1. ciao Franci, buon anno! a me non d fastidio sulle quanto sulle stoviglie…lì si che mi infastidisce…sempre roba interessante da, bacioni

  2. Io non cucino spesso il pesce ma quando lo faccio ho potuto sperimentare in prima persona l’efficacia dell’aceto bianco e del limone, tra i metodi da te elencati nel post.
    Molti altri invece non li immaginavo, mi sarà utile ricordarmene quando servirà 😉
    Un abbraccio Franci!

I commenti sono chiusi.

Commenta con il tuo profilo Facebook
  • Ricevi Ultimi Articoli

    I tuoi dati sono al sicuro