Purea di zucca classica, senza burro e vegana: 3 ricette facili

La purea di zucca, più originale di quella di patate, un tipico contorno autunnale gustoso, versatile e facile a farsi: come prepararla con la ricetta classica,con la vegana e con quella senza burro.

Allegra di aspetto e ideale accompagnamento di formaggi e di piatti a base di carne e di uova, la purea di zucca è un contorno  gustoso e salutare, del quale oggi voglio proporti la ricetta classica, quella senza burro e la vegana adatta anche a chi è intollerante al latte e ai suoi derivati.

Tutte e 3 le ricette della delicata preparazione, solitamente gradita da tutti e che può anche essere utilizzata per fare la torta di zucca, i tipici e golosi tortelli mantovani o una vellutata comfort, sono di semplice realizzazione, ma non posso darti tempi di cottura esatti, perché dipendono dalla varietà dei frutti delle piante appartenenti alla famiglia delle Cucurbitaceae che andrai ad usare, dal loro contenuto di acqua, grado di maturazione e freschezza.

Capire quando la zucca è cotta non è, però, difficile: basta infilzarne la polpa con una forchetta e, se i rebbi della stessa vi penetrano senza difficoltà, significa che è pronta.

Aspetto della zucca mantovana aperta

La zucca mantovana è quella maggiormente adatta per fare il purè, che io preparo con la Delica o con il Cappello del Prete e in estate con quella di Albenga quando quelle di Mantova non sono reperibili, dato che ha la polpa particolarmente saporita, consistente e poco fibrosa, ma puoi anche usarne una di altre varietà, purché sia gustosa, ma non adoperare mai le zucche piccole ornamentali che non sono commestibili.

Se acquisti zucca già tagliata, assicurati che la parte tagliata non si sia disidratata.

Nelle ricette ti fornisco le istruzioni per cuocere la zucca in forno, in padella e a vapore: segui il metodo che preferisci, ma evita di lessarla, poiché potrebbe assorbire troppa acqua e diventare molliccia e insipida.

Puoi anche usare spezie a tuo piacimento e sostituire, per esempio, il rosmarino con la paprika, ma, se vuoi impiegare la purea di zucca nella preparazione di dolci, non usare pepe, rosmarino, noce moscata ed altre spezie poco adatte e riduci la dose di sale.

Se la purea dovesse risultare troppo liquida e non hai più zucca da aggiungere per addensarla, puoi aggiungere alla stessa una patata lessa schiacciata per darle consistenza: in tal caso diventerà un purè di zucca e patate dal gusto e colore diverso ma buonissimo ugualmente.

Ciotole con dentro semi di zucca

Non buttare via i semi della zucca, ma raccoglili in una ciotola e tienili da parte, perché arrostiti sono buonissimi e fanno bene alla salute.

Purea di zucca classica

Esecuzione della ricetta: facile

Tempo occorrente: 15 minuti + 30 minuti di cottura

Costo: basso

 

Ingredienti per 4 persone:

1 kg di zucca mantovana

100-130 ml di latte

45 g di burro

sale fino q.b

Procedimento

Sciacqua la zucca, asciugala, aprila, tagliala a spicchi e togli loro i filamenti e i semi.

Fascia ogni spicchio in un foglio di alluminio e chiudilo bene.

Disponi i cartocci ottenuti sulla leccarda o in una teglia, distanziandoli tra di loro e facendo in modo che le bucce siano disposte lateralmente, e falli cuocere nel forno preriscaldato per 25-30 minuti fino a quando la polpa della zucca si sarà ammorbidita.

Evita di arrostire la zucca senza chiuderla nel cartoccio, perché i pezzetti devono solo ammorbidirsi ed è facile che diventino marroni e prendano un gusto poco gradevole senza la protezione dell’alluminio.

Una volta che i pezzi di zucca sono pronti, estraili dal cartoccio ed eliminane la buccia che, dopo la cottura ti sarà facile tagliare via.

Poi fai la polpa a dadini e mettili nel bicchiere del mixer assieme al sale, alla paprica e a poco latte.

Frulla ad intermittenza, aggiungendo ma mano un po’ di latte per ottenere la consistenza desiderata, fino a quando si sarà formata una purea senza grumi, liscia, uniforme e abbastanza soda.

Trasferisci il purè ottenuto in una casseruola, aggiungi il burro tagliato a tocchetti e fallo cuocere, a fiamma bassa e mescolando in continuazione con il cucchiaio di legno, fino a quando il burro si sarà sciolto del tutto e sarà ben incorporato nel composto.

Se la purea di zucca dovesse risultare troppo densa, puoi aggiungere un po’ di latte caldo ma non bollente per renderla maggiormente soffice.

Purea di zucca senza burro

Esecuzione della ricetta: facile

Tempo occorrente: 15 minuti + 320 minuti di cottura

Costo: basso

 

Ingredienti per 4 persone:

1 kg di zucca mantovana

100 g di latte intero o parzialmente scremato

2-3 cucchiai di parmigiano grattugiato

1 cucchiaio di olio extravergine di oliva

rosmarino fresco q.b

sale e pepe q.b

Procedimento

Lava la zucca, asciugala, tagliala spicchi piuttosto grossi ed eliminane la buccia con un coltello affilato; privala dei filamenti interni e dei semi  e affettala molto sottilmente in modo che possa cuocere in breve tempo.

Versa un filo di olio EVO in una padella antiaderente e, quando questo si sarà scaldato, aggiungi le fettine di zucca e falle rosolare a fiamma vivace,  mescolandole di  con il cucchiaio di legno e facendo attenzione che non brucino.

Poi abbassa il fuoco, aggiungi 2 rametti di rosmarino,  regola di sale e, volendo, di pepe, metti il coperchio e continua la cottura per altri 10 minuti circa fino a quando la zucca sarà diventata tenera.

Spegni il fuoco, quindi, lascia che s’intiepidisca un po’, elimina il rosmarino, trasferiscila nel  mixer e frullala a impulsi fino a quando sarà diventata una crema piuttosto corposa.

Poi trasferisci la crema ottenuta in una padella, regola il fuoco al minimo e unisci il latte fatto precedentemente scaldare, poco per volta e mescolando di continuo, fino ad ottenere una purea di zucca della consistenza desiderata, che infine farai mantecare con il parmigiano grattugiato prima di servirla ben calda in tavola.

Purea di zucca allo zenzero vegana

Preparazione del gomasio con suribachi e surikogi

 

Nella preparazione della purea di zucca senza burro e latte, i vegani il salutare e gustoso gomasio a base di sale e sesamo tostato brevemente, ma, se non ne hai i semi in casa o non hai foglia di preparartelo con suribachi e surikogi o con il macinino da caffè, puoi usare al suo posto del sale marino possibilmente integrale.

Esecuzione della ricetta: facile

Tempo occorrente: 15 minuti + 20 minuti di cottura

Costo: basso

 

Ingredienti per 4 persone:

1 kg di zucca mantovana

1 pezzetto di zenzero fresco

1 cucchiaino di timo in polvere (facoltativo)

4 cucchiai di olio extravergine di oliva

pepe nero q.b

gomasio (o sale marino integrale) q.b

Procedimento

Lava la zucca, asciugala, eliminane i semi, gli sfilacci arancioni interni e la buccia esterna e tagliala a pezzetti.

Versa un po’ di acqua sul fondo di una pentola dai bordi alti, aggiungi il cestello per la cottura a vapore, mettici dentro i tocchetti di zucca e porta a bollore.

Quando inizierà l’ebollizione, copri con il coperchio e fai cuocere a fiamma moderata per una ventina di minuti circa fino a quando la zucca sarà diventata morbida.

Una volta che questa sarà tenera, trasferiscila nel mixer assieme all’olio EVO, a un po’ di zenzero sbucciato e grattugiato e all’eventuale timo.

Insaporisci con il pepe e con il gomasio ( o con il sale) e frulla fino ad ottenere una purea densa ed omogenea, aggiungendo poca acqua calda se dovesse risultare eccessivamente corposa.

La purea di zucca si può conservare in frigorifero per 3 giorni chiusa in un contenitore ermetico, ma, se vuoi disporne per l’intero inverno, preparane una grande quantità quando è stagione e costa poco, dividila in contenitori di vetro chiusi, congelala e consumala entro 4 mesi.

Altre idee per l’impiego della zucca in cucina:

Credito foto intestazione: U.S. Department of Agriculture per Flickr.com

Credito foto zucca mantovana: fugzu per Flickr.com

Credito foto semi di zucca: ccharmon per Flickr.com

Creditofoto suribachi e surikogi: John Carkeet per Wikimedia.org

Scritto da Francesca Be
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Commenta con il tuo profilo Facebook