Eliminare le macchie di muffa sulle pareti

Rimedi economici e consigli pratici per eliminare efficacemente le macchie di muffa dalle pareti di casa: cosa fare e cosa non fare.

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Qualche tempo fa ho dato qualche consiglio sulla prevenzione della muffa in casa ed ora voglio aggiornare ancora il tema con alcuni suggerimenti su come eliminare le macchie di muffa dai muri se questa ha già fatto, purtroppo, la sua sgradevole comparsa. 🙂

Assicuriamoci che le macchie non siano dovute ad infiltrazioni o perdite d’acqua: se così fosse, è giocoforza rivolgersi a personale specializzato che ripari il danno.

Cosa fare e cosa non fare per mandare via macchie e fioriture di muffa dalla muratura

Non bisogna assolutamente grattare le macchie con spazzole e spatole, in quanto le spore si propagherebbero nell’aria.

Infatti la muffa non è solo una poco estetica macchia nera, ma è un vero e proprio focolaio di germi, infezioni ed allergie che si propagano nell’aria e, proprio per questo motivo, non si deve spolverare, ma bisogna procedere innanzitutto con la disinfezione.

Io consiglio d’indossare una mascherina durante la rimozione della muffa dalle pareti di casa.

A operazione finita occorre sempre arieggiare la stanza a lungo, facendo così in modo che le spore….volino via. 🙂

Se i muri bianchi sono macchiati, si può passare sopra i punti colpiti dell’acqua ossigenata a 130 volumi, potente sbiancante che si può reperire con facilità presso i negozi di ferramenta.

La gradazione è alta e questo liquido molto irritante va usato con particolare attenzione, avendo l’accortezza di  proteggere gli occhi  con occhiali e indossando i guanti.

Si bagna un panno con l’acqua ossigenata e si tamponano le parti ammuffite.

Un sistema naturale è quello di diluire 2 bicchieri di aceto bianco di vino in un litro di acqua bollente: se ne imbeve un panno pulito e si tampona e poi si passa aceto bianco puro sull’area colpita sfregando delicatamente.

E’ anche possibile seguire un vecchio rimedio della nonna, usando una miscela di acqua, sale fino, acqua ossigenata a 30 volumi e bicarbonato di sodio: le proporzioni sono variabili, ma io ho ottenuto un buon risultato con 750 ml di acqua, 2 cucchiai di acqua ossigenata, 2 cucchiai di sale fino e 2 cucchiai di bicarbonato.

Si fanno sciogliere il sale e il bicarbonato nell’acqua, poi si versa il tutto in uno spruzzino da 1 litro che possa contenere l’acqua ossigenata in espansione e  si aggiunge quest’ultima: infine si applica la miscela sulle parti dove è presente la muffa.

Alcuni consigliano la candeggina per eliminare le macchie di muffa: è il metodo più rapido e a prima vista i risultati sono eccezionali, ma è sbagliato usarla, in quanto i componenti della varechina provocano la diffusione ulteriore della muffa in un secondo tempo e il problema si acuisce invece di trovare la soluzione.

Io mi sono trovata bene anche con il Rimuovi Muffa Naturale della Schimmel.

Chi non teme di usare sostanze chimiche può usare disinfettati diluibili nell’acqua che sterilizzano la muffa oppure degli antimuffa puri pronti per l’uso che coprono la muffa e disinfettano nello stesso tempo.

Se si devono tinteggiare le pareti , è bene prima passare una mano di prodotti specifici che combattono la formazione di umidità e scegliere prodotti con antimuffa incorporato o, se non si vogliono usare sostanze troppo elaborate chimicamente, si può passare una mano di aceto bianco prima della tinteggiatura con idropitture o tinte  a calce ( che , comunque, prendono bene solo su intonaci ruvidi e porosi) per evitare il formarsi delle macchie di muffa sui muri di casa.

articoli correlati:

Credit photo: Flickr.com by bigboss1970

Loading...
Scritto da Francesca Be
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Condividi
Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

38 commenti su “Eliminare le macchie di muffa sulle pareti

  1. Grazie sperava in qualcosa ancora di più. Io in mansardo ho la muffa ma purtroppo non è dovuta ad infiltrazioni bensì all’umidità ma per poter fare quello che suggerisci e che in linea di massima sapevo devo distendermi perchè il soffito scendo (mansarda). Difficile usare cose liquide rischi per quanto coperta occhi ecc. Potrei usare quelle canne spruzzatori lunghe che usano i pittori con una soluzione all’interno ma come detto non ci sono finestre mi sa che la muffa me la tengo.
    Chiamare altri….al momento è un costo forte perchè si dovrebbe vuotare questa diciamo stanzina e al momento da sola impossibile. Vediamo verso il caldo.
    Ciaooo buona serata.

    1. Hai mai pensato di usare un deumidificatore?
      Credo che sia l’unica soluzione per te.

      1. Vero Sonny.Il deumdificatore è prezioso ed efficace anche in situazioni che possono sembrare senza soluzioni.

    1. In colorificio vendono lo spruzzino nebulizzatore antimuffa, è molto efficace e non devi neanche sporcarti le mani o pennellare, basta spruzzare sopra la muffa e la muffa sparisce come d’incanto.
      Anch’io usavo la candeggina spalmandogliela sopra col pennello, ma l’antimuffa spray è molto ma molto più efficace e non si rischia di fare un pastrocchio, provare per credere.

  2. …il nostro è purtroppo un problema di infiltrazioni. E per di più dalla parete che confina con i vicini… per cui la faccenda è più complessa. Noi quella stanza la utilizziamo. Loro no…. speriamo di riuscire a risolvere definitivamente !!! 🙂

    1. Ciao Carla.Quando si tratta di vicini le cose si….complicano sempre.Auguri 🙂

  3. Fantastici consigli cara Francy,mio marito invece ha avuto la brillante idea di passarci un panno imbevuto di varecchina 🙁 ora voglio provare con il tuo rimedio dell’aceto,speriamo vada via,non è molto evidente ma c’è e voglio eliminarla definitivamente,grazie mille dei preziosi consigli,un bacio e buon fine settimana ^_^

    1. Tuo marito ha seguito un consiglio sbagliato ma molto comune.Ti dirò che tempo fa….lo avevo fatto pure io :-))))Buona domenica, Ombretta.

  4. Mio figlia aveva preso un kit su ebay… smuffino profy (con i soldi miei ovvio anche se le docce da 2 ore le fa lei…) ma io non avendo tempo ho passato solo la pittura che era nel kit direttamente sulla muffa…. sarà assurdo ma regge benissimo…. ok non era tantissima…. e la pittura è anche certificata atossica…..

  5. Ho provato il tuo rimedio con bicarbonato,sale e acqua ossigenata.. Dato il forte odore pungente sprigionato ho chiesto parere a un chimicona cheu mi ha detto che l’acqua ossigenata con il cloruro di sodio [sale] sprigiona cloro gassoso

  6. Ciao. A tutti grazie degli ottimi consigli io ho muffa in tutte le stanze dovuta all’umidita provero’ uno dei tuoi metodi a prestod ancora grazie

  7. 40 anni fa ho iniziato la mia guerra personale contro la muffa che avevo in bagno .
    Le ho provate tutte per eliminarla .
    1) Ho raschiato il muro e poi ridipinto .
    2) Ho usato malta speciale costosa anti-muffa ( tempo perso e soldi buttati via ) .
    3) Ho usato i rimedi ecologici della nonna ( non servono assolutamente a nulla ) !
    4) Ho usato potenti anti-muffa chimici puzzolenti e costosi che hanno trasformato il mio bagno in una camera a gas anche con le finestre aperte .
    Poi ho ridipinto il bagno .
    Risultato ?
    La muffa è ricomparsa come prima dopo breve tempo !
    5) Ho usato anche alcuni prodotti chimici costosi anti-muffa da mischiare con pittura .
    Anche in questo caso la muffa è tornata come prima più di prima entro un anno .
    6 ) Ho provato ad usare in bagno i sali anti umidità !
    Un po’ hanno funzionato i sali anti umidità però erano toppo costosi ed era un lavoraggio togliere l” acqua ogni 10-15 giorni dalla bacinella di condensa .
    7) L” unico risultato buono a basso prezzo e pratico che ho ottenuto contro la muffa del bagno in 40 anni di guerra personale è stata quella di usare la normale candeggina ACE tradizionale pura per far sparire la muffa .
    Do una bella spennellata di candeggina ACE pura sopra la muffa è il problema della muffa sparisce per circa 12 mesi e non serve ridipingere il muro .

    Per togliere la muffa dal muro di casa c” è un solo rimedio a basso costo ed ecologico bisogna usare candeggina tradizionale ACE pura

        1. Semplicemente perché ha ricevuto già le delucidazioni che voleva dalla sua amica chimica. 😉

    1. Mi trovo d’accordo con Andrea, io uso candeggina la spruzzo sui muri dove compare la muffa e il miracolo avviene i muri tornano bianchi come per magia purtroppo il contro della candeggina è la puzza che rimane per un paio di giorni .

      1. Mirco, ognuno leva la muffa come preferisce.Ma devo ribadire, per mia onestà, che la candeggina sembra eccezionale al momento, ma poi la muffa si ripresenta inevitabilmente e…..con gli interessi 😉

  8. Complimenti per la pagina, spiegata in modo ottimale dall’inizio alla fine, io ho sempre usato la varichina, ma ottimizzavo subito e dopo qualche mese mi ritornava, nonostante arieggiavo la casa tutti i giorni. Poi dovendo ristrutturarla ho fatto isolare i muri e da allora ho risolto il problema. Una ditta molto esperta trovata sul portale Edilnet.it mi ha consigliato vari trattamenti e abbiamo scelto quello che faceva al caso mio.

  9. Ciao, ma se le pareti sono colorate faccio delle macchie bianche? dovro’ ritinteggiare col colore successivamente forse, sperando di rifare la stesa tonalita’.

    1. Ciao Franco.Dipende da quanto sono ammuffite le pareti.Se devi ritinteggiare, prendi nota del numero di colore e della marca della pittura, in modo da ottenere la stessa tonalità nelle eventuali tinteggiature successive del muro.

      1. Ciao Franco, tempo fa ho “ripulito” dalla muffa una cucinetta intera, posta sotto una balconata che in più lasciava filtrare acqua. C’è voluto tempo (circa un anno) con però 3-4 interventi soltanto.
        Avevo pensato che la muffa si moltiplica in ambiente acido: ne ho tratto le mie conseguenze.
        Ecco come:
        – con un panno ruvido, tipo quello per pavimenti strausato e magari sfilacciato, inumidito in acqua + un poco di bicarbonato di sodio, passavo il panno “tirando via” il più della muffa senza ripassare quel pezzo: per il che, basta ripiegare lo straccio; quindi lavarlo bene, strizzarlo, e ribagnarlo nell’acqua e bicarbonato;
        – ripulita la parte che interessa, anche solo per prova, ripassare lo stesso straccio ben lavato, strizzato, su cui si “sparge” uno straterello di un paio di millimetri di bicarbonato asciutto: passare il panno sopra in modo che lasci uno straterello di polvere di bicarbonato. Unica attenzione: se il bicarbonato si sporca va buttato, lavato il panno e rimesso su il bicarbonato;
        – lasciare lì;
        – passato un po’ di tempo, forse un mesetto o anche di più – se è una casa delle vacanze va benissmo quando si ritorna per Natale e Pasqua – rifare il tutto.

        Da tenere presente la condensa (per esempio delle cucinette) soprattutto negli angoli non aerati e dietro cucine lavandini e simili: fare in modo che ci passi aria.

        Cordialmente,
        Irene

  10. Ciao, se il problema è derivato da uno sbagliato controllo dell’umidità e della temperatura in casa la muffa si ripresenterà dopo poco tempo…a me hanno consigliato un prodotto per eliminare l’umidità di risalita nella muratura

  11. Che succede, volevo solo dire, mi è piaciuto questo post.
    E ‘stato pratico. Continuate a postare!

I commenti sono chiusi.

Commenta con il tuo profilo Facebook
  • Ricevi Ultimi Articoli

    I tuoi dati sono al sicuro