Anguria: proprietà e benefici

L'anguria, per le sue proprietà nutrizionali è un validissimo alleato durante la stagione estiva: benefici per l'organismo e corretta assunzione.

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Tempo d’estate….tempo di anguria 🙂 : frutto dissetante e rinfrescante per eccellenza, è ricca di proprietà benefiche per l’organismo e di sostanze salutari.

Ho già scritto a proposito di come scegliere e conservare il cocomero in modo ottimale ed oggi, a distanza di  tempo ( ahimè, come passa in fretta il tempo….  🙁   ) mi voglio soffermare sulle caratteristiche nutrizionali dell’anguria, in quanto penso che…valga proprio la pena conoscerle. 🙂

L’anguria, chiamata anche pateca, cocomero e watermelon in lingua inglese, contiene acqua per il 95 %, vitamina C, vitamina A, vitamina PP (niacina), vitamina B1 (tiamina), vitamina B2 ( riboflavina), vitamina B6, sali minerali (potassio, ferro, fosforo, calcio, magnesio e poco sodio), glucidi e una scarsa quantità di fibra e di proteine.

In 100 grammi di anguria, che apportano solo circa 16 calorie, sono presenti 7 grammi di zuccheri ( fruttosio in maggior parte, glucosio e saccarosio ), 0, 2 grammi di fibra , 0,7 grammi di proteine, 10 milligrammi di magnesio, 11 milligrammi di fosforo e 120 milligrammi di potassio.

Il cocomero contiene anche 2 preziose sostanze nutritive: il licopene e la citrullina.

Effetti benefici del consumo di anguria

Il licopene, contenuto anche in grande quantità nei pomodori e sostanza che conferisce al frutto la caratteristica colorazione rossa, è un potente antiossidante che combatte con particolare efficacia i radicali liberi ed è utile nella prevenzione del cancro al seno e del tumore della prostata.

La citrullina è un fitonutriente che si trasforma poi in arginina, aminoacido molto benefico per il sistema immunitario, per quello circolatorio, per il cuore, per l’apparato vascolare, per la salute delle gambe e dei capillari.

La maggior quantità di citrullina è  contenuta nella parte bianca e insapore del frutto, tra la polpa e la buccia: consiglio di frullarla assieme alla polpa e bere poi il succo (ci vogliono meno di 5 minuti per prepararlo) per non perdere i benefici derivanti dalla sua assunzione. 🙂

L’ anguria ha capacità depurative ( presso alcune popolazioni dell’Africa è considerata sacra e purificatrice ), è indicata in caso di dieta a basso contenuto calorico, è diuretica, rinfrescante e la sua assunzione ripristina i sali minerali che si perdono col sudore durante la stagione estiva.

Il suo consumo è indicato per combattere la cistite e i crampi ( grazie al potassio e alla vitamina B6 ) ed aiuta a prevenire l’ipertensione, a disintossicare e a mantenere in efficienza i reni.

L’assunzione di cocomero, ricco di potassio, è consigliata a coloro che soffrono di disturbi estivi come la ritenzione idrica, eccitabilità neuromuscolare, spossatezza, alterazioni della pressione osmotica.

L’anguria, ricca di licopene e frutto rosso per eccellenza, è tra i cibi che accelerano l’abbronzatura ed aiutano a prolungarla.

Ottima alleata nel combattere la cellulite, l’anguria svolge alche un’azione benefica nei confronti delle vie respiratorie, combatte le malattie del raffreddamento e disintossica l’apparato epatico.

Sui semi del cocomero, la questione è controversa: pur contenendo sostanze preziose per l’organismo, la loro ingestione al naturale può provocare mal di pancia e diarrea.

Per essere sicuri di non andare incontro a tali inconvenienti, occorre essiccarli ( come, del resto, è uso fare in Egitto e in altri paesi del Medio Oriente, dove si consumano abitualmente come snack ) e poi sgranocchiarli come spuntino o aggiungerli, tritati, a minestre e ad insalate varie.

In questo modo le tante proprietà benefiche dei semi di anguria non vanno perse e non si rischiano effetti collaterali indesiderati.

Non ci sono particolari controindicazioni per l’assunzione di anguria, tranne in caso di diabete e patologie particolari.

Ma bisogna comunque fare attenzione a non ingerirne quantità eccessive, specie se si fa molto sport: l’organismo può essere sottoposto a squilibrio elettrolitico, in quanto il frutto contiene pochissimo sodio e molto potassio e la netta prevalenza di quest’ultimo minerale, non permettendo una reintegrazione bilanciata, potrebbe provocare infiammazioni del sistema muscolare e crampi agli sportivi e a chi svolge molta attività fisica.

Occorre, inoltre, tener bene presente che il cocomero non dovrebbe mai essere consumato a fine pasto o assieme ad altri alimenti, ma va assunto da solo e a digiuno.

In questo modo rimane nello stomaco poco tempo, mentre, se viene  consumato assieme ad altri cibi, la digestione viene rallentata e potrebbero comparire gonfiore, pesantezza di stomaco e dolori addominali.

Insomma, l’anguria ha molteplici proprietà nutrizionali benefiche e in estate è una preziosa alleata nell’idratare correttamente l’ organismo, specie di bambini e anziani che avvertono poco lo stimolo della sete, ma…bisogna mangiarla nel modo giusto e….senza esagerare. 🙂

Se vuoi conoscere i vantaggi per la salute che puoi trarre da altri alimenti, dai un’occhiata anche a:

Credit photo:  Bruce Mars for Pexels.com

Loading...
Scritto da Francesca Be
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Condividi
Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

6 commenti su “Anguria: proprietà e benefici

    1. Ciao Elisa.Anche a me piace molto e poi…con quest’afa è l’ideale 🙂

    1. Ciao Moz.A Ferragosto è un classico, ma…fa bene anchetutti i giorni d’estate 😉

  1. Interessantimo!! 😀 Grazie, mi piace sempre conoscere le proprietà nutrizionali e salutistiche dei frutti e della verdura! Grazie!

I commenti sono chiusi.

Commenta con il tuo profilo Facebook
  • Ricevi Ultimi Articoli

    I tuoi dati sono al sicuro