Gnocchi di patate al pomodoro alla piemontese

Gli gnocchi piemontesi di patate, farina e uova fatti in casa e conditi con una semplice salsa al pomodoro light sono un primo piatto economico, sano e davvero appetitoso.

Gli gnocchi di patate in Piemonte vengono serviti quasi sempre con burro fuso e parmigiano o “ alla bava ” con il formaggio, ma da quando li ho assaggiati “ in rosso ” in un ristorante dell’Astigiano, ho cominciato a fare in casa gli gnocchi alla piemontese al pomodoro, perché li trovo ancora più buoni  e allegri di quelli in bianco.

Il piatto tipico “ del giovedì ” condito con una leggera e fresca salsa al pomodoro fatta cuocere poco è adatto, inoltre, ad ogni stagione dell’anno a differenza di quelli con burro e formaggio tipicamente invernali, è digeribile e particolarmente gradito da bambini e persone adulte.

Ti chiederai perché impiego gnocchi fatti in casa, quando è possibile acquistarli già fatti.

Prova a realizzare la ricetta con gli gnocchi della nonna preparati manualmente, che sono tutt’altra cosa rispetto a quelli di produzione industriale, e capirai perché  lo faccio, anche se, naturalmente, è possibile usare gnocchi di patate di alto livello qualitativo già pronti fatti artigianalmente da un buon pastificio.

Come tagliare gli gnocchi di patate

Consigli utili da seguire nella preparazione degli gnocchi

Fare gli gnocchi a mano non è difficile, ma ci sono 3 accorgimenti da adottare se li si vuole ottenere perfetti:

  • spargi farina di semola sulla spianatoia di tanto in tanto mentre li prepari in modo che l’impasto non si appiccichi
  • copri l’impasto con un canovaccio pulito man mano che li fai in modo che non si asciughi
  • lavorali con le dita solo il necessario per evitare che rimangano duri dopo la cottura

Gli gnocchi tipici della cucina torinese sono fatti con farina 00 e patate a pasta gialla, ma puoi anche usare quelle a pasta bianca: l’importante è scegliere patate invecchiate e farinose, che, contenendo parecchio amido ed essendo povere di acqua, consentono di impiegare poca farina.

Evita assolutamente l’uso di patate novelle, perché, essendo acquose, non sono indicate per la preparazione degli gnocchi (potrebbero diventare collosi se venissero fatti con tuberi troppo giovani).

Anche se si possono cuocere gli gnocchi fatti in casa dopo 2 ore dalla loro preparazione, conservandoli crudi e distanziati su un canovaccio e coperti da un altro, ti consiglio di lessarli al più presto per farli rimanere morbidi e per non doverne allungare la cottura.

Pur non essendo possibile conservare gli gnocchi fatti a mano in frigorifero, perché diventerebbero mollicci a causa dell’umidità, li si può, tuttavia, congelare.

Io, quando li preparo, non calcolo la classica dose di 220 grammi di gnocchi a persona ( pesati da crudi), ma li faccio in abbondanza per poterne disporre quando mi servono.

Subito dopo averli fatti,  li congelo su un vassoio in piano in un cassetto del freezer per qualche ora fino a quando si sono ben raffreddati e induriti, per poi conservarli, sempre nel congelatore, in sacchetti di plastica per alimenti ben chiusi.

Gli gnocchi così conservati vanno cotti nell’acqua bollente senza farli scongelare prima nel giro di 3 mesi al massimo dalla loro preparazione.

Esecuzione della ricetta: facile

Tempo occorrente: 20 minuti + 40 minuti di cottura

Costo: basso

 

Ingredienti per 4 persone:

per gli gnocchi

1 kg di patate a pasta gialla

300 g di farina bianca

1 uovo fresco

sale q.b

per il condimento

1 spicchio di aglio

1/2 cipolla

1 scatola e 1/2 di pelati o di passata di pomodoro

burro q.b

olio extravergine di oliva q.b

Parmigiano grattugiato q.b

sale e pepe q.b

Preparazione degli gnocchi al pomodoro alla piemontese

Fai gli gnocchi a mano per primi e successivamente la salsa, affinché la stessa sia ben calda quando la userai come condimento.

Preparazione manuale degli gnocchi

Come lessare le patate con la buccia

Metti in una grossa pentola abbondante acqua fredda e, quando avrà raggiunto l’ebollizione, salala e tuffaci dentro le patate con la loro buccia che avrai prima lavato accuratamente.

Falle lessare dai 14 ai 30 minuti dalla ripresa del bollore:  il tempo di cottura dipende dalle dimensioni e dal tipo di patate che usi, ma, per assicurarti che siano pronte, infilale con i rebbi della forchetta e scolale quando questi non incontreranno difficoltà ad entrarvi dentro.

Una volta cotte, sbucciale ancora calde (ma non bollenti per evitare di scottarti) e passale al passaverdure.

Disponi sul piano di lavoro la purea ottenuta fatta intiepidire assieme alla farina a fontana e nel centro del cratere versaci l’uovo sbattuto leggermente, aggiungi un pizzico di sale fino e comincia a lavorare velocemente in modo da ottenere un impasto morbido, compatto e liscio.

Forma con la pasta dei salsicciotti della grandezza di un dito pollice (spessi circa 2 cm) e tagliali a pezzetti lunghi circa 2 cm.

Poi, premendo leggermente ciascun tocchetto con il pollice, passalo sul rigagnocchi per dargli la tipica forma.

Se non disponi dell’attrezzo, passalo sui rebbi di una forchetta, sempre pressando con delicatezza.

Man mano che li fai, sistemali in piano su carta da cucina infarinata, distanziandoli per non farli attaccare tra di loro.

Preparazione della salsa al pomodoro piemontese

Monda la cipolla e tagliala a fette sottili, bagnando ripetutamente il coltello per non piangere; togli la pelle allo spicchio di aglio e tritalo finemente.

Trasferisci i due ingredienti in una casseruola con metà olio EVO e metà burro e falli soffriggere per qualche minuto.

Salsa al pomodoro piemontese cotta poco

Quando si saranno insaporiti, aggiungi la passata di pomodoro (o i pelati sgocciolati e spezzettati), regola di sale e di pepe e fai cuocere non più di una decina di minuti, perché la tipica salsa al pomodoro piemontese deve avere un sapore fresco.

Nel mentre che il sugo cuoce, versa in una pentola capiente acqua fredda in abbondanza, porta ad ebollizione e aggiungi il sale.

Tuffaci dentro gli gnocchi pochi alla volta, abbassa il fuoco per non farli spappolare e scolali con un mestolo forato non appena saliranno a galla, non prolungandone il tempo di cottura per evitare che diventino troppo molli.

Trasferiscili, fuori dal fuoco e man mano che sono pronti, direttamente nella casseruola contenente la salsa, aggiungi una generosa spolverata di parmigiano grattugiato, mescolali con delicatezza in modo che s’impregnino bene del condimento e servi subito in  tavola gli appetitosi e fumanti gnocchi fatti in casa col pomodoro alla piemontese.

Se ti piacciono i piatti tipici piemontesi, dai un’occhiata anche a:

 

Credit photo intestazione: cyclonebill for Flickr.com

Credit photo salsa al pomodoro: Steven Depolo for Flickr.com

Credit photo taglio gnocchi: Francesca for Flickr.com

  • Ricevi Ultimi Articoli

    I tuoi dati sono al sicuro
  • Scritto da Francesca Be
    © RIPRODUZIONE RISERVATA
    Commenta con il tuo profilo Facebook