Insalata russa piemontese

Come si deve preparare la vera insalata russa secondo la ricetta classica del Piemonte.

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Non so il perché, ma a me fare l’insalata russa alla piemontese mette allegria, anche se non è una preparazione proprio rapidissima e ieri, visto che avevo tempo a disposizione mi sono messa al lavoro e ….ne ho fatto una “montagna” anche per il mio nipotino che ne è golosissimo.

Io adopero patate a pasta gialla, perché mi piace la consistenza corposa delle verdure nell’insalata russa, ma…..dipende dai gusti personali. 🙂

Ecco la ricetta classica della cucina piemontese.

Ingredienti per 6 persone:

150 grammi di piselli (vanno bene anche quelli surgelati);
150 grammi di carote;
500 grammi di patate;
150 grammi di zucchine;
150 grammi di cavolfiore;
1 cucchiaio e mezzo di capperi;
100 grammi di tonno in scatola sottolio;
3 tuorli d’uovo;
succo di 1 limone;
350-400 ml di olio extravergine di oliva;
aceto di vino q.b;
sale q.b;
pepe q.b.

Preparazione dell’insalata russa piemontese

Pulite, lavate e fate a cubetti piccoli tutte le verdure.

Cuocetele separatamente, facendo attenzione che rimangano al dente, in 2/3 di acqua bollente e 1/3 di aceto.

Poi scolatele accuratamente e fatele intiepidire dentro a un colino o a un colapasta, facendo in modo che perdano completamente l’acqua e si asciughino.

Nel frattempo  preparate la maionese: è fondamentale usare la maionese fatta in casa al posto di quella già pronta per l’ottimale riuscita del piatto.

Poi, in una ciotola capiente, mischiate tutte le verdure, che non frattempo sono diventate tiepide, aggiungete i capperi lavati e asciugati bene e il tonno sgocciolato e sbriciolato finemente.

Condite il composto con una parte della maionese, mescolando delicatamente col cucchiaio si legno affinché il tutto si amalgami bene e in modo uniforme.

Quindi mettete l’insalata russa nel piatto in cui la servirete in tavola, datele una forma, eliminando eventuali dislivelli e rendendola compatta e poi ricopritela con la salsa avanzata e decorate secondo il vostro gusto con uova sode fatte a fette o a spicchi, sottaceti e erbe aromatiche.

Fate riposare in frigorifero per almeno un’ora, coperta dalla pellicola alimentare, in modo da farla compattare ulteriormente  e poi servite in tavola ( io trovo che l’insalata russa sia più buona e maggiormente saporita se si mangia il giorno seguente a quello della preparazione ).

L’insalata russa si conserva in frigorifero, chiusa ermeticamente o coperta con pellicola di plastica alimentare per non più di 3 giorni.

Questa è la ricetta dell’insalata russa alla piemontese classica, ma nulla vieta di aggiungere fagiolini, carciofini, acciughe sotto sale, olive, uova sode, cetrioli, cipolline sottaceto e giardiniera. 🙂

Articoli correlati:

Credit photo:  Eugene Kim for Flickr.com

Loading...
Scritto da Francesca Be
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Condividi
Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Commenta con il tuo profilo Facebook
  • Ricevi Ultimi Articoli

    I tuoi dati sono al sicuro