Fiori secchi fai da te col silica gel: come disidratarli e farli rimanere perfetti

Il silica gel è il materiale igroscopico che permette di ottenere i migliori risultati nell'essiccazione dei fiori recisi: che tipo scegliere e come usarlo per disidratare i fiori in modo che mantengano forme e colori inalterati.

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

I fiori freschi recisi, con i quali tutti noi amiamo decorare le nostre case, purtroppo non durano a lungo e dopo pochi giorni nei quali abbiamo potuto godere della loro bellezza siamo costretti a buttarli via, ma, se si è disposti a impiegare un po’ di tempo, è possibile farli seccare in modo che continuino ad abbellire gli ambienti in cui viviamo.

Ci sono diverse tecniche per ottenere fiori secchi che ho appreso nel corso di decorazione floreale che ho frequentato per 5 anni ed oggi comincio con lo svelarti come essiccare i fiori col gel di silice, il sale igroscopico che viene usato generalmente negli imballaggi e per risolvere piccoli problemi di umidità in casa.

Ho già scritto a proposito delle caratteristiche e degli usi domestici di questo polimero del diossido di silicio, chiamato anche silica gel, e di come rigenerarlo per poterlo riutilizzare più volte, ma adesso ti spiego, passo per passo, come lo si deve impiegare per fare in casa dei fiori secchi impeccabili in modo professionale e senza doverli acquistare a caro prezzo dal fiorista.

Perché disidratare i fiori con il gel di silice

Ci sono modi meno dispendiosi per essiccare i fiori con materiali più economici, ma in tanti anni di pratica ho constatato che l’uso del silice colloidale permette di disidratarli in breve tempo, facendoli rimanere inalterati nel colore e nella forma: ti posso assicurare che i risultati che si possono ottenere con questo sistema per seccare velocemente un fiore singolo o un bouquet non hanno niente da invidiare a quelli dei professionisti dell’arte floreale che usano questo gel abitualmente.

Il gel, per le sue spiccate  caratteristiche igroscopiche, è  particolarmente consigliato quando si vogliono essiccare mazzi interi, ma non lo si deve usare per disidratare elementi vegetali destinati alla preparazione di tisane e cataplasmi: in questo caso si deve procedere con l’essiccazione naturale all’aria e al sole, al microonde e nell’essiccatore elettrico per evitare ogni possibile contaminazione di foglie e fiori che verranno poi ingeriti o applicati a livello topico.

Certo, bisogna acquisire un po’ di esperienza nell’uso di questo particolare sale ed occorre prendere confidenza col metodo, ma ti  posso assicurare che in poco tempo sarai in grado di produrre fiori secchi perfetti dopo qualche prova.

Scelta dei fiori, del gel e del contenitore

Ortensie essiccate con silice colloidale in alzatina e vaso di ceramica biancaLa selezione dei fiori è molto importante: sceglili ben turgidi e, nel caso tu voglia ottenere fiori secchi col gambo, indirizzati verso quelli con lo stelo dritto e, se è la prima volta che ti accingi ad essiccare dei fiori in casa, vaglia quelli più adatti ad essere sottoposti al trattamento e particolarmente indicati per essere inseriti negli addobbi floreali, come ortensie, rose, lavanda e ranuncoli.

Anche la scelta del tipo di gel di silice da impiegare è rilevante per ottenere un buon risultato e ti consiglio di usare in ogni caso il prodotto sfuso di minor prezzo rispetto a quello confezionato in bustine da mettere in armadi, scarpiere e cassetti per salvaguardare vestiario ed oggetti vari dai danni provocati dalla condensa, fenomeno purtroppo frequente nelle case.

Il silica gel sfuso può essere in granuli simili a quelli del sale grosso o avere la forma di piccole sferette: il primo è maggiormente polveroso, mentre il secondo è più adatto ad interagire con fiori particolarmente delicati.

Tutti e due sono indicati per l’essiccazione di fiori e foglie fai da te e la scelta tra i due dipende fondamentalmente dalle preferenze personali, ma fai attenzione alla granulometria e regolati in base al tipo di fiore che vuoi essiccare, dato che sferette e granuli di maggiori dimensioni possono essere poco indicati al trattamento di corolle delicate, anche se lavorano più in fretta e permettono di ridurre i tempi necessari alla disidratazione degli elementi vegetali.

Il gel di silice sfuso può essere colorato o bianco: qui li puoi vedere entrambi assieme ai vari formati in cui viene commercializzato il prodotto, ma ti dico subito che il primo è più facile da usare, in quanto cambia colorazione quando è saturo d’acqua e non devi pesarlo per capire quando deve essere rigenerato per fargli riacquistare la capacità disidratante.

Inoltre la variazione del colore rende semplicissimo rendersi conto se la rigenerazione è del tutto completata o è avvenuta solo parzialmente.

Se decidi di usare del silica gel colorato, ti consiglio comunque di scegliere un prodotto che sia cobalto free, come il Silicagel Orange, dato che i sali di cobalto, inseriti da alcune aziende  per fare virare al blu la colorazione quando il gel è esausto, sono tossici ed è meglio evitare di maneggiarli o di respirarne le esalazioni.

Nel caso tu voglia adoperare gel di silice sfuso bianco, lo devi pesare prima di adoperarlo e procedere alla rigenerazione nel forno o nel microonde quando il suo peso sarà aumentato del 20% ( leggi le istruzioni dettagliate per riciclare il silica gel ).

Scegli un recipiente col coperchio, o comunque sigillabile ermeticamente, basso e largo se vuoi essiccare fiori con lo stelo o un altro comunque adeguato: la cosa importante nel vagliare il contenitore è che non faccia passare la luce per non fare scolorire i fiori e che il materiale di cui è fatto (io uso contenitori in vetro scuro o in plastica) sia in grado di evitare il più possibile il passaggio di aria, e di conseguente umidità, dall’esterno all’interno.

Procedimento per seccare i fiori con il silica gel

Come mettere ad essiccare una rosa nel gel di silice

Per prima cosa sistema sul fondo del contenitore uno strato di gel spesso circa 2 centimetri;  appoggiaci sopra i fiori, dopo averne asportato un po’ di gambo con un taglio netto, e ricoprili come mostrato in fotografia, usando particolare delicatezza e facendo attenzione a non appesantire troppo le corolle.

Nel caso tu voglia disidratare solo dei boccioli, taglia gli steli molto corti aiutandoti con una cesoia o con un coltello ben affilato e infila il pezzetto di gambo rimasto direttamente nel sale igroscopico.

Richiudi il contenitore e aspetta che il gel assorba l’umidità presente nei fiori.

Solitamente il processo disidratante avviene in 5 o 6 giorni, durante i quali non si deve aprire il contenitore, ma nel caso dei fiori secchi molto dipende dal tipo tessuto dei petali e dalla quantità di materiale  assorbente impiegato: ogni volta è diversa (lo sanno bene i fioristi e i decoratori floreali) e capita, anche se raramente, di dover rigenerare il gel di silice e sottoporre nuovamente i fiori al trattamento per ottenerne la completa essiccazione.

Se ti piacciono i fiori e t’interessa sapere come vanno trattati, dai un’occhiata anche a:

  • come raccogliere i fiori nel modo corretto senza commettere errori
  • cosa fare per mantenere i garofani come il primo giorno per poterseli godere a lungo
  • i trattamenti a cui vengono sottoposti i fiori recisi dai decoratori floreali per farli rimanere freschi e belli per molto tempo

credit photo rosa nel gel: The Aerodyne com

Loading...
Scritto da Francesca Be
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Condividi
Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

2 commenti su “Fiori secchi fai da te col silica gel: come disidratarli e farli rimanere perfetti

  1. Ho messo a essicare 3 rose con un pò di gambo in 1kg di gel di silice.
    Quanto tempo servirà circa per finire l’essicazione?
    Secondo voi dovrò rigenerare il gel e ripetere l’operazione?
    Grazie

    1. Ciao Alberto. Se il gel di silice è ben attivo solitamente bastano 5-7 giorni al massimo per l’essicazione completa, anche se non di può dare un tempo definito date le molte variabili. Con 3 rose il silica non dovrebbe proprio esaurirsi se non lo hai usato in precedenza.
      Aspetta 7 giorni, vedi se i fiori si sono seccati completamente e poi, se hai dei dubbi e il tuo gel non ha il rilevatore colorato, pesalo.
      Se il peso è aumentato del 20% da quello iniziale,vuol dire che è esausto e devi procedere alla rigenerazione per renderlo nuovamente efficace.Dopo il trattamento il peso dovrebbe tornare ai livelli precedenti.

I commenti sono chiusi.

Commenta con il tuo profilo Facebook
  • Ricevi Ultimi Articoli

    I tuoi dati sono al sicuro