Detergenti naturali ed economici fatti in casa

Come preparare ed usare detergenti naturali ed economici fai da te nelle pulizie di casa per proteggere la salute e non inquinare l'ambiente, risparmiando nello stesso tempo.

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Ora che abbiamo visto come preparare da soli il detersivo per i piatti e il sapone  per la lavatrice, vediamo come fare in casa altri detersivi naturali ed economici, che non hanno niente da invidiare ai risultati dei prodotti chimici e non inquinanti per  l’ambiente circostante.

Da parecchio tempo ormai preparo in casa i detersivi fai da te e faccio le pulizie di casa usando il più possibile sostanze naturali e ne sono molto soddisfatta: questi rimedi della nonna sono ecologici, efficaci nel pulire e, cosa non da poco, mi permettono di risparmiare. 🙂

Un ottimo sistema per sturare e tenere puliti gli scarichi  di lavandini, docce, vasche  e water closet consiste nel mettere nel foro di  scarico 4 cucchiai di sale grosso e 4 di bicarbonato e poi  versarvi sopra una pentola di acqua bollente e lasciare agire un ‘ora, senza fare scorrere l’acqua.

In questo modo non si rovinano le tubature e le parti idrauliche e si evitano esalazioni dannose per la salute.

E’ consigliabile fare questo procedimento di tanto in tanto affinché gli scarichi rimangano puliti e ben funzionanti.

Per la pulizia dei vetri è ottimo questo sistema di ecologia domestica: l’uso di aceto bianco e fogli di giornale appallottolati ( l’inchiostro della stampa fa brillare il vetro), oppure di alcol denaturato versato su un panno di microfibra che non lascia pelucchi.

Come ammorbidente e disinfettante nel bucato si può usare sempre l’aceto bianco, mentre la metà di un limone spremuto senza semi è un ottimo sbiancante e toglie gli odori se messo nel cestello della lavatrice, ma bisogna fare attenzione che l’aceto non annulli l’azione del detersivo: bisogna quindi metterlo( circa 100 ml) nella vaschetta dell’ammorbidente in modo che agisca dopo l’ultimo lavaggio.

Altrimenti si possono aggiungere 4 cucchiai di bicarbonato, sostanza che non interferisce con l’azione del detersivo.

Per pre-trattare le macchie degli indumenti prima del lavaggio, potete riciclare gli avanzi delle saponette e passarli ripetutamente sulle parti sporche e su colli e polsini delle camicie.

Per fare in modo che una normale spugna da cucina acquisti in capacità pulente, fate in questo modo:

  • preparate una una soluzione abrasiva fai da te con 1 tazza di acqua calda, 1 cucchiaino di bicarbonato di sodio e 1/2 cucchiaino di borace in polvere;
  • mescolate bene, immergetevi la spugna e strizzatela;
  • strofinatela sullo sporco difficile, sulle macchie ostinate e sulle superfici particolarmente unte ( stando attenti a non fare danni ) e poi sciacquate.

Il dentifricio ( poco utile nel lavare i denti, in quanto la fondamentale pulizia dei denti è solo “meccanica”, da eseguire con lo spazzolino elettrico e si può fare senza additivi ) è utilissimo, invece, per pulire argento,  pietre preziose, scanalature di elettrodomestici, unghie  e tanto altro ancora con l’uso di uno spazzolino vecchio.

Per candeggiare il bucato di tessuti bianchi resistenti potete aggiungere 1 cucchiaio di perborato al detersivo abituale.

Per pulire superfici a contatto con alimenti:  fate 1 parte di acqua e 3 di bicarbonato, mescolate bene e applicatela su queste con l’aiuto di uno spruzzatore.

Come anticalcare si possono usare aceto bianco, bicarbonato di sodio, acido citrico  e pomodoro fresco, ma occorre fare attenzione a non usare l’acido citrico su superfici che potrebbero rovinarsi, come il marmo, legno, cotto, ottone e rame.

Per eliminare il calcare nella lavatrice e nella lavapiatti si  versa nel cestello 1 litro di aceto bianco o 150 grammi di bicarbonato di sodio e si fa fare un ciclo lungo a una temperatura compresa tra i 60 e 90 gradi: questa operazione dovrebbe essere fatta una volta al mese.

 Non si devono mai mescolare assieme aceto e acido citrico.

Per i delicati, non consiglierei mai la liscivia….roba d’altri tempi e più che obsoleta: basta aggiungere dell’amido di mais ( fecola di patate) al detersivo naturale per lavatrice fatto in casa.

Usavo spesso la gomma magica che acquistavo regolarmente al supermercato, ma pochi giorni fa un mio amico chimico mi ha consigliato l’acquisto della schiuma di melammina ( non lo sapevo, ma è la stessa cosa della gomma magica ): è molto più economica proprio per l’assenza della dicitura.

Io adopero questi detergenti “ eco friendly” anche nelle pulizie di casa profonde e ho preso l’abitudine di seguire le fasi della luna nelle faccende domestiche: a luna calante un detersivo naturale ottiene ottimi risultati, mentre anche prodotti chimici molto aggressivi non puliscono fino in fondo in  fase di luna crescente. 🙂

Ricordiamoci sempre che i detersivi naturali ed ecologici fai da te, oltre a non essere inquinanti e poco costosi, non danneggiano la  salute nostra e quella di chi ci è caro.

credit photo: Flickr.com by Wikio 2012

Loading...
Scritto da Francesca Be
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Condividi
Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

4 commenti su “Detergenti naturali ed economici fatti in casa

  1. Post fantastico. Aggiungo che l’aceto bianco come ammorbidente è fenomenale, non lascia traccia di odore, e previene la formazione di calcare nella lavatrice.

  2. Si tutto molto carino… ma dopo i bei consigli, se non volete gettare al vento ogni credibilita’, evitate sciocchezze come quella delle fasi lunari che cambiano l’azione del detersivo!! E’ ridicolo, e soprattutto, idiota.

    1. Beh….provare per credere 😉 Comprendo che si può essere scettici, ma se le fasi lunari influenzano il mare, la terra e l’uomo….forse forse possono anche influire sulle attività.Poi ognuno è padrone di seguirle o pensare che siano sciocchezze.Il mondo è bello perchè vario 😉

I commenti sono chiusi.

Commenta con il tuo profilo Facebook
  • Ricevi Ultimi Articoli

    I tuoi dati sono al sicuro