Crostata senza zucchero e burro con composta di frutta light

La classica crostata alla marmellata può essere preparata in modo light senza zucchero e burro e con l'impiego di composta di frutta ed essere deliziosa e fragrante ugualmente: la ricetta della nonna vegana e ipocalorica.

Ho da poco trovato la ricetta della buonissima crostata di frutta senza zucchero e burro light della mia cara nonna Ada nei suoi quaderni di cucina e devo dire che mi è venuta una grande nostalgia dei bei tempi ormai lontani in cui lei la preparava per me, che ero malata e non potevo assumere edulcoranti e grassi, con la composta di frutta al posto della marmellata o della confettura.

Infatti le composte di frutta, contenendo un minor quantitativo di zuccheri rispetto a confetture e marmellate (che devono averne uno non inferiore al 60% per poter essere chiamate tali, mentre viene usato il termine “composta” per le conserve ad elevata concentrazione di frutti con poco zucchero aggiunto o prive dello stesso) sono più adatte a farcire dolci destinati a chi non vuole o non può consumare saccarosio.

Naturalmente puoi usare frutti freschi per farcire la crostata dietetica, ma, se non è stagione di quelli che hai voglia di gustare, usa una conserva di frutta con poco o addirittura senza zucchero possibilmente fatta in casa, come faccio io quando non ci sono lamponi, fragole, mirtilli, susine,  cachi, etc., e che, oltre ad essere adatta ad essere impiegata in questa ricetta del tipico dolce casalingo fatto come lo preparavano le nonne in passato, è molto più sana dei simili prodotti industriali.

Composta di frutti di bosco senza zucchero aggiunto in barattoli chiusi

Non contenendo ingredienti di origine animale e saccarosio, questo genuino ed ipocalorico dolce di altri tempi e che è a tutti gli effetti una crostata vegana costituisce il fine pasto, la merenda, la colazione o il break ideale per chi vuole coccolarsi senza mangiare alimenti “ proibiti ” e mettere su peso.

Esecuzione della ricetta: media difficoltà

Tempo occorrente: 20 minuti + 30 minuti di riposo + 30 minuti di cottura

Costo: basso

 

Ingredienti per una crostata dal diametro di 24 cm:

270 g di farina integrale
composta di frutta senza zucchero q.b
90 g di malto di riso
½ limone non trattato
½ cucchiaino di bicarbonato
1 punta di cucchiaino di noce moscata
60 g di olio di mais
sale q.b

Preparazione della crostata di frutta vegana e dietetica senza l’impiego di zucchero e burro

Metti in una ciotola capiente la farina, la cannella, la vaniglia e la buccia grattugiata di ½ limone bio e mischia il tutto.

Aggiungi un pizzico di sale e il bicarbonato e attivane il potere lievitante unendo il succo del ½ limone.

Unisci il malto, l’olio e un po’ di acqua in quantità tale da ammorbidire l’impasto e poi lavoralo bene con le mani fino a quando sarà diventato elastico, omogeneo e liscio.

Dagli, quindi,  la forma di una palla , coprilo con u canovaccio pulito e lascialo riposare per una trentina di minuti lontano da correnti d’aria.

Trascorso questo tempo, stendilo sulla spianatoia leggermente infarinata con l’aiuto del mattarello fino ad ottenere una sfoglia dal diametro di circa 26 cm che posa comprendere anche i bordi del dolce.

Prendi una teglia tonda da 24 cm di diametro, foderala internamente con carta da forno, sistemaci dentro la sfoglia, coprendo bene con la stessa le pareti dello stampo e bucherellane il fondo con i rebbi di una forchetta in modo che non gonfi durante la cottura.

Farcisci, quindi, con la composta di frutta, livellane la superficie con il dorso di un cucchiaio in modo che poi possa cuocersi uniformemente e, volendo, spolverane la superficie con una manciata di mandorle tritate.

Fai 6 listarelle con la pasta rimasta, servendoti dell’apposita rotella seghettata o, se non la hai, di un coltello affilato, e sistemale sulla superficie del dolce in modo di ottenere il tipico ornamento a losanghe delle crostate.

Finito di decorarla, inforna la tua crostata senza zucchero nel forno preriscaldato e falla cuocere a 180° per 30 minuti circa fino a quando la base sarà ben dorata.

Poi tirala fuori dal forno e lasciala raffreddare nel suo stampo prima di sformarla e servirla in tavola.

 

Altre idee per la preparazione di deliziose crostate:

Credito foto intestazione: Pxhere.com

Credito foto composta di frutti di bosco: Max Pixel.com

Scritto da Francesca Be
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Commenta con il tuo profilo Facebook