Crostata classica fatta in casa

La crostata di marmellata, genuina e gustosa, è il dolce casalingo italiano per eccellenza: la ricetta classica e il recupero degli avanzi di pasta frolla.

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

La crostata di marmellata è, senza dubbio, il dolce fatto in casa più in uso in Italia, adatto a colazione, a merenda, a fine pasto e si presta benissimo ad accompagnare il rito del tè e festicciole conviviali.

Economica, genuina, allegra e saporita, la crostata classica viene solitamente farcita con la marmellata di albicocche, ma è possibile usare anche quella di carote e limoni o fatta con altri tipi di frutta secondo i propri gusti e preferenze o realizzarla in modo che sia ipocalorica.

L’importante è che la confettura sia genuina e…….possibilmente fatta in casa. 😉

Per fare prima, è possibile usare la pasta frolla già pronta che si trova comunemente in commercio, ma sarebbe meglio fare in casa anche questa, sennò……che crostata casalinga è ? 😉

Io faccio la pasta frolla quando ho tempo a disposizione, la metto nel congelatore e poi la tiro fuori quando viene il momento di utilizzarla, seguendo l’accorgimento di farla scongelare nel modo corretto, cioè in frigorifero e non a temperatura ambiente.

Confettura di pesche e albicocche in vaso di vetro aperto

 

Oggi vi voglio proporre la ricetta classica della crostata alla marmellata di albicocche, ma che io preparo anche con la confettura di albicocche e pesche e con conserve dolci di frutti differenti.

Ingredienti per fare una crostata per 6 persone:

200 grammi di marmellata di albicocche (o di altri tipi di frutta );
150 grammi di burro;
100 grammi di zucchero;
2 tuorli d’uovo freschissimi;
250 grammi di farina più la quantità per infarinare la spianatoia;
1 baccello di vaniglia ;
scorza di limone non trattato q.b;
sale q.b.

Preparazione della crostata alla conserva di albicocche

Riducete a pezzetti il burro, fatelo ammorbidire e impastatelo con la farina e una presa di sale fino, aiutandovi con la punta delle dita e lavorando bene il tutto fino all’ottenimento di un insieme “ sabbioso “.

Sbattete i tuorli d’uovo in una ciotola, utilizzando una forchetta, stemperatevi i semi contenuti in un mezzo baccello di vaniglia e poi uniteli all’impasto assieme allo zucchero e a mezzo cucchiaino di buccia di limone grattugiata ( evitate la parte bianca, l’albedo, che è amara ).

Impastate velocemente il composto fino ad ottenere una pasta liscia, senza grumi ed omogenea e poi mettetela a riposare per 1 ora in frigorifero, coperta con un canovaccio pulito.

Stendete 2/3 dell’impasto sul piano di lavoro precedentemente infarinato e lavorate la pasta col mattarello fino ad ottenere uno spessore di circa 1/2 centimetro.

Foderate una tortiera per crostata col bordo liscio con la pasta frolla ottenuta; rifilate quella che eccede con l’aiuto di un coltello, ripiegate i bordi verso l’interno dello stampo e schiacciatelo contro le pareti della teglia, in modo da ottenere uno spessore maggiore di quello della pasta della base.

Farcite la vostra crostata casalinga con la confettura di albicocche, livellando allo stesso spessore.

Stendete col mattarello il terzo di pasta rimasta e poi tagliatele a strisce della larghezza di circa 1 centimetro.

Ponete le strisce di pasta frolla sopra la confettura  ” a griglia ” fissandole ai bordi con la pressione dei polpastrelli delle dita.

Decorate il bordo con l’aiuto di un manico di forchetta.

Preriscaldate il forno, infornate e lasciate che il dolce cuocia per circa 30 minuti a una temperatura di 180°.

Fate raffreddare la crostata prima di estrarla dalla forma, in modo che si stacchi dalla tortiera con maggiore facilità.

Gli avanzi di pasta che non si sono utilizzati nella preparazione della crostata classica si possono riutilizzare, stendendoli ancora e ritagliandovi, col tagliapasta o con l’aiuto delle formine apposite, dei buoni ed economici biscottini fatti in casa. 🙂

Questi biscotti, detti anche frollini, vanno infornati e lasciati cuocere per circa 20 minuti a 180°.

Vi posso assicurare che i bambini, quando vengono da me a mangiare la classica crostata di marmellata di albicocche, che faccio in casa ogni volta che aspetto una loro visita….mangiano sempre anche i biscottini. 🙂

Credit photo:  Flickr.com by Ilaria

Loading...
Scritto da Francesca Be
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Condividi
Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

14 commenti su “Crostata classica fatta in casa

  1. Franci questa crostata è senza dubbio da divorare in pochi istanti! E’ bellissima e credimi, per me esistono pochi dolci come questo.. in grado di dare conforto e soddisfazione quando fa freddo e si ha voglia di qualcosa di avvolgente!! Complimentissimi! <3

      1. Oh cara.. fammi un’altra domanda… vorrei che presto le cose andassero finalmente meglio. Ma sarà lunga e bisogna resistere. L’importante è tenere alta la speranza…. e gustare una fetta di questa tua bontà!! :))) Un bacione di cuore

        1. Mia cara Ely, ti comprendo e mangio con te una fetta di crostata.Col cuore 🙂

  2. Ti sembrerà strano, ma non ho mai fatto la crostata in casa! Ora però mi hai fatto venire voglia di provarci…! Un abbraccio

I commenti sono chiusi.

Commenta con il tuo profilo Facebook
  • Ricevi Ultimi Articoli

    I tuoi dati sono al sicuro