Melanzane alla griglia

Le melanzane grigliate costituiscono un contorno ideale , ma anche un sano spuntino: la ricetta facile con dosi e consigli per fare le melanzane alla griglia.

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
melanzane grigliate
credit photo: Melanie Renzulli

Le melanzane grigliate sono un contorno ideale, specie in estate, per carni e piatti a base di pesce arrostito e, accompagnate col pane, molto adatte a spuntini sfiziosi e poco grassi.

Inoltre, le melanzane alla griglia, peraltro piatto tipico  della cucina mediterranea, costituiscono la base per la preparazione di varie ricette, specie della cucina italiana, come la parmigiana di melanzane in versione light, i timballi, i canapè di melanzane e varie tartine vegetariane.

La ricetta è semplice da seguire e il tempo di preparazione del piatto non è lungo, ma, se non si ha l’abitudine di cucinare le melanzane grigliate, i neofiti potrebbero avere qualche incertezza nella “fase griglia”: niente paura, perché non si tratta di un passaggio difficile e ci si  “prende la mano” rapidamente e con molta facilità. 🙂

Cosa usare per grigliare le melanzane

Si può usare il barbecue, la bistecchiera o la griglia del forno, mentre sconsiglio vivamente l’impiego del microonde, anche se provvisto del grill necessario per questa operazione ( quando ho provato ad adoperare il forno a raggi…..mi è venuto fuori un bel ” pastrocchio”, pur avendo seguito i consigli degli estimatori di questo metodo di cottura per filo e per segno.  🙁

Le indicazioni che voglio darvi oggi prevedono l’uso della bistecchiera, possibilmente in ghisa, in quanto, secondo me, è proprio la bistecchiera (e non la padella) lo strumento più indicato per questa preparazione.

Fare spurgare le melanzane o grigliarle direttamente, saltando questo passaggio?

Le indicazioni di cuochi e chef sono discordanti: alcuni raccomandano di eliminare l’acqua di vegetazione e l’amaro comunque; altri lo sconsigliano, affermando che le fette dell’ortaggio possono diventare mollicce e perdere troppo in consistenza.

Io, in genere, non le metto a dare via l’ acqua e non lo faccio neppure prima di cucinarle in padella, dato che ormai le melanzane coltivate sono prevalentemente prive di gusto amaro, ma faccio quasi sempre una prova: griglio una fetta, così come è, e la assaggio subito dopo: se la consistenza è quella giusta per me e il retrogusto non è amarognolo, procedo col passare ala griglia le altre, altrimenti procedo con la spurgatura.

Come si fanno spurgare le melanzane?

Semplice: si mettono le fette a strati in un colapasta, alternando con spolverate di sale, si mescola, si pone sopra un peso e si lascia riposare per circa 1 ora, in modo che l’acqua di vegetazione venga eliminata; poi si tolgono i residui di sale, tamponando con carta da cucina.

Alcuni le mettono in posizione verticale durante lo spurgo, affermando che l’acqua fuoriesce meglio, ma io considero che si tratti di una  “sottigliezza” facoltativa. 🙂

Al posto del prezzemolo si possono usare menta fresca, il cui aroma si sposa benissimo al gusto delle melanzane, ma in tal caso è bene usare solo poche foglioline per non rendere troppo marcato o stucchevole il sapore del piatto ipocalorico.

Dopo questa lunga ma necessaria premessa, veniamo alla ricetta vera e propria delle melanzane alla griglia.

Ingredienti per 4 persone:

600-700 grammi di melanzane fresche e sode;
2 spicchi d’aglio;
olio extravergine di oliva q.b;
aceto balsamico q.b;
prezzemolo q.b.
sale q.b.
peperoncino q.b (facoltativo).

Preparazione delle melanzane alla griglia con la bistecchiera

Lavate, asciugate e mondate le melanzane, togliendo loro il peduncolo.

Tagliatele a fette regolari dello spessore di circa 1/2 centimetro l’una.

Scaldate la bistecchiera e mettete le melanzane a grigliare: cuocete a fiamma non alta ( per non rischiare che si brucino ) per circa 2-3 minuti, poi giratele delicatamente e lasciatele cuocere dall’altro lato per altrettanto tempo e lasciatele intiepidire.

Nel frattempo, preparate l’intingolo in una ciotola con l’ olio extravergine, l’ aceto, il sale, l’aglio e il prezzemolo e il peperoncino (eliminate prima i semini) tritati e mescolate affinché il tutto si amalgami bene.

La preparazione del condimento è molto soggettiva e dipende dai gusti personali: per questo non ho dato le dosi, lasciandole decidere a voi secondo le vostre preferenze.

Mia sorella, per esempio, ama sostituire l’ aceto balsamico con quello di vino o col succo di limone, non usa il peperoncino, aggiunge erbe aromatiche e altre spezie e il risultato è buonissimo ugualmente. 🙂

Una volta che le melanzane grigliate sono diventate tiepide, prendete una pirofila capiente, spennellatene il fondo con l’intingolo, fate uno strato di melanzane e spennellate anche la superficie delle stesse , poi fate un altro strato, spennellatelo ancora e procedete in questo modo fino a quando avrete esaurito gli ingredienti.

Se vi avanza del condimento, versatelo sopra alla fine.

Per fare in modo che l’ intingolo venga assorbito bene e il sapore risulti più intenso, lasciate riposare le melanzane alla griglia per almeno mezz’ora prima di servirle in tavola.

Articoli correlati:

Credit photo: Melanie Renzulli for Flickr.com

Loading...
Scritto da Francesca Be
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Condividi
Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

4 commenti su “Melanzane alla griglia

  1. Io preparo le melanzane grigliate molto spesso!
    Come tua sorella prediligo le erbe aromatiche al peperoncino, ma invece l’aceto balsamico guai a chi me lo toglie….lo adoro 🙂
    Un abbraccio, ciao!

    1. Carissima Maris, ti confesso che pure io non riesco più a fare a meno dell’aceto balsamico 🙂

I commenti sono chiusi.

Commenta con il tuo profilo Facebook
  • Ricevi Ultimi Articoli

    I tuoi dati sono al sicuro