Zuppa corsa vegetariana e dietetica

La tipica zuppa corsa può essere resa dietetica e più sana senza l'impiego dell'osso di prosciutto e dei fagioli: la ricetta vegana per farla ugualmente appetitosa

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

La tradizionale zuppa di ortaggi e legumi della Corsica, da non confondere con quella a base di pesce e molluschi tipica dell’isola e che è una specie di caciucco, viene solitamente preparata con verdure a dadini, cannellini secchi e un brodo ottenuto da osso di prosciutto, ma quella che ti propongo adesso è la ricetta della variante totalmente vegetariana della zuppa corsa di verdure.

Perché adoperare solo ortaggi ed omettere i legumi e altri ingredienti a base di carne?

Io la cucino in questo modo per renderla più leggera, adattarla ai miei amici veganisti e a quelli che non tollerano i fagioli e, confesso, anche per evitare di dovermi procurare l’osso di prosciutto che dovrei ordinare in anticipo al salumiere. 😉

Se, però, vuoi arricchirla con i legumi, puoi benissimo farlo: aggiungi 150 grammi di cannellini fatti ammollare per 1 notte.

Io, quando faccio la zuppa vegetariana alla corsa, la lascio cuocere per circa 40 minuti, ma è una questione di gusti personali e la cottura può durare minor tempo, ma assicurati che le verdure più tenaci siano diventate morbide.

Gli ortaggi indicati sono quelli che adopero in inverno, ma il piatto è buonissimo anche in versione primaverile ed estiva con l’aggiunta di verdure di stagione fresche a piacere.

Quando fa caldo è meglio consumare la sana e gustosa zuppa appena tiepida invece che fumante come quando fa freddo e si ha il bisogno di cibi comfort che riscaldano.

Ingredienti per 4 persone:

2 coste di sedano
3 patate medie a pasta farinosa
1 cipolla
1 porro
120 grammi di cavolo verza
2 spicchi di aglio
1 dado per brodo vegetale
1 mazzetto di basilico
4 fette di pane casereccio
olio extravergine di oliva q.b
sale e pepe q.b

Preparazione veloce della zuppa corsa vegetariana

Pulisci gli ortaggi, eliminando:

  • la pelle e le estremità delle carote;
  • i filamenti del sedano;
  • la parte verde del porro;
  • la buccia delle patate, della cipolla e dell’aglio;

Poi lavali, scolali e falli a tocchetti, tenendo da parte 1 spicchio di aglio sbucciato e intero.

Taglia il cavolo verza  grossolanamente a pezzetti o a striscioline, sciacqualo sotto il getto d’acqua e scola anch’esso.

Scalda 1 litro abbondante di acqua e fai sciogliere il dado vegetale nella stessa.

Fai insaporire tutte le verdure con poco olio EVO in una casseruola dai bordi alti per pochi minuti, mescolandole con il cucchiaio di legno, e poi aggiungi il brodo bollente e un pizzico di sale.

Cuoci il tutto a fiamma media (aggiungi altro brodo se è necessario) e, nel frattempo, abbrustolisci le fette di pane, strofinale con l’aglio e sistemane una sul fondo di ogni scodella.

Quando la cottura delle verdure sarà giunta al termine, assaggia e regola di sale e di pepe secondo i tuoi gusti.

Versa la zuppa sul pane nelle singole fondine, spolvera con le foglie di basilico lavate, asciugate e tagliuzzate grossolanamente, aggiungi un filo d’olio extravergine di oliva e servila in tavola fumante con un vino bianco giovane e asciutto come il Sauvignon del Colli Piacentini.

Se te ne dovesse avanzare, puoi trasformarla in una minestra di verdure in questo modo: diluiscila con acqua, portala ad ebollizione, aggiungi un pezzetto di dado e della pasta corta di semola di grano duro e spegni il fuoco quando questa sarà cotta.

Puoi conservare la zuppa corsa di verdure per 3 giorni in frigorifero o nel freezer fino a 3 mesi.

Se vuoi provare altre zuppe appetitose, dai un’occhiata anche a:

Loading...
Scritto da Francesca Be
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Condividi
Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Commenta con il tuo profilo Facebook
  • Ricevi Ultimi Articoli

    I tuoi dati sono al sicuro