Pollo satay: preparazione della carne e della salsa di accompagnamento

Come presentare in tavola un pollo gustosissimo e cucinato in modo diverso dal solito: la ricetta del satay di pollo e della salsa al burro di arachidi da servire a parte.

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Il satay di pollo, goloso piatto originario dell’isola indonesiana di Java, è ormai diffuso in tutto il sud-est asiatico e particolarmente in Thailandia, dove l’ho assaggiato la prima volta rimanendone entusiasta.

Il satay, consistente in spiedini marinati in un mix di spezie, grigliati ed accompagnati da una salsa alle arachidi agrodolce, può essere preparato con diversi tipi di carne (ma quella avicola è l’ideale) e in modi differenti e la ricetta odierna è quella datami gentilmente da un’amica che ha trascorso parecchio tempo in Oriente e ne ha imparato la cucina esotica.

Non so se la sua sia la ricetta originale, ma ti posso assicurare che la pietanza è davvero saporita e sfiziosa e, inoltre, cucinare il satay è un modo diverso ed originale di presentare il pollo.

Io lo preparo con le cosce (è l’unica parte del volatile che mi piace), ma so che il “vero” pollo alla salsa satay della cucina indonesiana prevede l’impiego del petto.

Per risparmiare tempo e fatica, ti consiglio di farti preparare già la carne dal negoziante quando ti accingi ad acquistare il pollo, ma, nel caso preferissi farlo tu, segui le istruzioni della ricetta.

Sebbene sia possibile sostituire la crema di cocco con la panna liquida, suggerisco l’impiego della prima: è questo, assieme al burro di arachidi, l’ingrediente che rende unica la salsa del satay e le conferisce un aroma del tutto particolare.

Capisco che non è facilmente reperibile se, come me, non hai nelle vicinanze negozi di alimenti etnici, ma la puoi trovare facilmente sul web: io la ordino su Amazon assieme ad altri prodotti conservati non di uso comune e trovo comodo ricevere il pacco direttamente a casa senza sbattermi per cercarla.

Nel caso tu preferissi un prodotto bio, puoi trovare la crema della Rapunzel, prodotta con la polpa di noci di cocco provenienti da piantagioni dello Sri Lanka dove si pratica l’agricoltura biologica, su Macrolibrarsi.

Costa di più di quella di Amazon (attualmente 2,30 euro per 100 grammi contro 2 euro per 400), ma devo ammettere che è un prodotto veramente eccellente.

Su Amazon è reperibile anche la salsa satay già pronta, ma io, personalmente, preferisco quella fatta in casa al momento.

E’ possibile cuocere in forno gli spiedini, ma ti consiglio di grigliarli dato che, secondo me, riescono più buoni.

Ingredienti:

4 cosce con sovracosce o 2 petti di pollo;
spiedini di legno q.b.
5 centimetri di radice di zenzero fresca;
2 cucchiai di olio extravergine di oliva;
4 cucchiai di salsa di soia;
1 cucchiaio di miele;
1 cucchiaio scarso di curry;
3 cucchiai di succo di lime (o di limone);
la buccia grattugiata di 1/2 lime (o di limone non trattato);
1 cucchiaino di miele;
1 cucchiaino di coriandolo in polvere;
1 cucchiaino di peperoncino in polvere.

Per la salsa

1 cipolla;
10 rametti di coriandolo fresco;
2 cucchiaini di zucchero di canna;
1 bicchiere di crema di cocco o di panna da cucina;
1 cucchiaio di burro di arachidi;
1 cucchiaio di olio extravergine di oliva;
1 cucchiaio di salsa di soia.

Preparazione del pollo satay

Qualora non avessi comprato le cosce di pollo già disossate, segui queste indicazioni:

  • elimina la pelle e col coltello apposito incidi profondamente la parte inferiore di ogni coscia di pollo;
  • stacca ad una estremità la carne dall’osso;
  • raschia via la carne fino ad arrivare all’altra estremità e , infine, staccala completamente;
  • poi disponi le cosce su un tagliere e riduci ognuna in  pezzi uguali, eliminando il grasso e i tendini.

Se, invece, preferisci usare il petto di pollo, sezionalo a metà nel senso della lunghezza e poi taglialo a strisce di 1 centimetro circa.

Marinatura

Metti in una ciotola capiente  lo zenzero grattugiato e gli altri ingredienti della marinatura e mescola il tutto col cucchiaio di legno.

Aggiungi i pezzi di pollo, mischia ancora per fare in modo che s’impregnino bene di olio mischiato alla salsa di soia e dell’aroma delle spezie, copri la ciotola con la pellicola da cucina, mettila in frigorifero e lascia riposare la carne per almeno 3 ore (ma sarebbe meglio farne trascorrere 8), controllando che la carne che sia sempre coperta dalla marinata.

Preparazione della salsa agrodolce di arachidi e cocco

Salsa satay di arachidi e burro di cocco

Lava il coriandolo, asciugalo, preleva le foglie dai gambi e tritale grossolanamente, tenendone da parte qualcuna intera per la decorazione.

Togli la pelle alla cipolla, tritala e falla appena imbiondire in una padella con poco olio e poi unisci lo zucchero di canna e fallo caramellare.

Aggiungi tutti gli altri ingredienti per fare la salsa, eccetto il coriandolo, e fai cuocere a fiamma bassa per circa 10 minuti in modo che possa diventare densa.

Mescola in continuazione la salsa col cucchiaio di legno durante la cottura.

Quando la salsa sarà pronta, aggiungi il trito di coriandolo, frullala e tienila da parte.

Cottura e presentazione in tavola

Metti gli spiedini di legno a bagno in acqua fredda per 1/2 ora,  in modo che non brucino durante la cottura del pollo.

Poi scolali, infilzaci i pezzetti di pollo, ripartendoli equamente e formando delle S se usi le striscioline di petto.

Fai scaldare la griglia, ungila con pochissimo olio, sistema sopra gli spiedini e cuoci la carne per 4-5 minuti circa e fino a quando comincerà ad assumere una colorazione dorata.

Poi gira dall’altro lato e continua la cottura per altri 2-3 minuti.

I tempi sono approssimativi, ma sappi che i pezzetti di pollo cuociono in minor tempo e si insaporiscono maggiormente se sono piccoli.

Quando saranno pronti, sistemali sul piatto di portata scaldato precedentemente, decora con le foglioline di coriandolo tenute da parte e portali subito in tavola con la salsa riscaldata a parte.

Evita di presentare gli spiedini col Nasy Goreng: molti ristoranti etnici propongono questo discutibile accostamento, ma secondo me il riso indonesiano fritto con gamberi, pollo e uova non c’entra proprio nulla con la carne di pollo speziata e grigliata e si verrebbe a creare un’accozzaglia di sapori che rovinerebbe entrambe le preparazioni.

Se vuoi fare diventare il pollo satay un piatto unico, accompagnalo piuttosto con riso pilaf o basmati semplicemente bollito e servi a parte una bella insalata mista.

Se ti piacciono i sapori tipici dell’Oriente, dai un’occhiata anche a:

  • Kaeng Phet: la ricetta del  gustosissimo pollo con la salsa al curry rosso.
  • Come preparare degli spiedini etnici sfiziosi e allo stesso tempo dietetici.
  • Labneh fatto in casa: il salutare, genuino ed economico formaggio di yogurt indiano.

credit photo salsa di noccioline: Laurel F for Flickr.com

 

Loading...
Scritto da Francesca Be
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Condividi
Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Commenta con il tuo profilo Facebook
  • Ricevi Ultimi Articoli

    I tuoi dati sono al sicuro