Pasta e fagioli dietetica

Preparazione della pasta e fagioli dietetica, fatta senza l'uso di grassi animali con suggerimenti per cuocere i legumi con una modalità particolare che permette di ridurre al minimo l'olio necessario per condire il piatto, rendendolo ancora più salutare.

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Adoro la pasta e fagioli e l’ho sempre cucinata seguendo le ricette tradizionali delle varie regioni italiane, ma, visto che gli esami del sangue non sono dei migliori e che, comunque, ho deciso di mangiare in un modo più sano, oggi ho fatto una prova di pasta e fagioli salutare, senza alcuna aggiunta di cotiche, lardo, pancetta, soffritti, formaggio parmigiano e concentrato di pomodoro che, sì che rendono appetitosa la pasta e fagioli, ma, come ben sappiamo, non fanno molto bene alla salute.

La mia pasta e fagioli vegetariana è riuscita proprio bene e non mi ha fatto rimpiangere quella preparata alla maniera classica veneta o la versione salentina del piatto.

Per la cottura mi sono ricordata dei consigli di una fantastica chef vegan, nel cui ristorante avevo mangiato  una pasta e fagioli light veramente buona e che pensavo fosse stata fatta col soffritto o, almeno, col brodo vegetale o concentrato, ma…niente di tutto questo.

Il segreto, secondo questa meravigliosa cuoca (della quale, purtroppo, non conosco il nome e neppure ricordo l’intestazione del suo ristorante vegano a Ginevra), sta nella prolungata e lentissima cottura e devo dire che ha proprio ragione.

Tra gli ingredienti di questo piatto, ideale dal punto di vista dell’abbinamento di proteine e carboidrati e nutrizionalmente equilibrato, ho inserito l’alga kombu, in quanto rende più morbidi i fagioli e contiene elementi nutritivi e terapeutici a dir poco eccezionali.

Ne metto sempre un pezzetto in quasi tutte le mie minestre, proprio per le sostanze curative che contiene (polisaccaridi, minerali, acido alginico, acido gutammico, iodio, laminarina e mannitolo), ma, se non vi piace l’idea di un’alga nella pasta e fagioli, potete benissimo farne a meno, anche se vi posso assicurare che il sapore “marino” non si sente proprio. 😉

Io cerco di comprare alghe kombu certificate biologiche e mi assicuro che non siano provenienti dalla Cina per essere certa che non siano state a contatto con agenti inquinanti.

Ho sempre fatto la pasta e fagioli con i maltagliati, ma oggi in casa avevo solo dei ditaloni e mi sono dovuta arrangiare con quello che avevo per l’esecuzione di questa ricetta light: mi è venuto fuori un piatto completamente vegetariano veramente gustoso, che….vi consiglio proprio di provare! 😉

Ingredienti:

300 grammi di fagioli borlotti secchi;

6 mestoli di ditaloni o formati simili di pasta corta;

3 spicchi d’aglio grossi;

2 carote;

1 rametto di rosmarino;

7 foglie di salvia fresca;

1 gambo di sedano;

1 litro di brodo vegetale ( facoltativo);

5 centimetri di alga kombu (facoltativo);

olio extravergine di oliva q.b;

sale q.b;

pepe o peperoncino q.b.

Preparazione della pasta e fagioli light vegetariana

Mettete a bagno in acqua fredda i fagioli con una punta di cucchiaino di bicarbonato per 8 ore e poi lavateli e scolateli.

Mondate le carote, lavatele, fatele a dadini e tenetele da parte.

Passate alla cottura dei fagioli:

  • ponete una grossa  pentola sul fuoco con l’acqua o il brodo e, al bollore, aggiungete i fagioli, la costa di sedano, la salvia, gli spicchi d’aglio pelati, il rametto di rosmarino, l’alga kombu e 3 cucchiai d’olio.
  • Fate riprendere il bollore e abbassate al minimo la fiamma, in quanto la minestra deve sobbollire lentamente senza coperchio.
  • Fate cuocere i legumi in questo modo per almeno 2 ore, aggiungendo le carote 20 minuti prima della fine della cottura, mescolando ogni tanto e aggiungendo acqua tiepida ogni volta che occorre.

Trascorso questo tempo, i fagioli dovrebbero essere cotti : controllate se si sfaldano schiacciandoli con un forchettone e, quando raggiungono la consistenza giusta, pressateli, sempre col forchettone e un mestolo bucato, in modo da ottenere un misto di crema e fagioli sul punto di sfaldarsi.

Fate cuocere ancora 10 minuti, mescolando di tanto in tanto e controllando la densità.

A questo punto, se è necessario, come credo, aggiungete acqua calda (la pasta assorbe i liquidi), levate il rametto di rosmarino , la kombu, l’aglio, la salvia e il sedano (oggi ho tolto solo il rosmarino e il sedano, in quanto l’aglio e la kombu si erano già disciolti e mi piace vedere qualche pezzetto di salvia qua e là nella pasta e fagioli).

Riportate a bollore, assaggiate, aggiustate di sale e poi aggiungete i ditaloni (o le matasse di tagliatelle fatte a pezzi) e fate andare, sempre aggiungendo acqua calda all’occorrenza, fino a quando la pasta sarà cotta al punto giusto.

Servite la pasta e fagioli dietetica nelle scodelle con l’aggiunta di un filo d’olio crudo e pepe o peperoncino in polvere o macinati al momento, ricordando che, come tutte le versioni di pasta e fagioli, anche questa light è migliore se la si mangia tiepida.

Se si desidera, e questo dipende di gusti e dalla densità che si preferisce ottenere,  è possibile frullare o passare al minipimer il tutto prima di aggiungere la pasta: in questo caso, se volete dare  un aspetto “rustico”, tenete da parte qualche cucchiaiata di fagioli non mixati da aggiungere assieme all’olio e al pepe sulla superficie della pasta e fagioli già scodellata.

Naturalmente i tempi si accorciano se si usano fagioli in scatola già cotti, ma io non ho provato ad adoperarli in una preparazione così dietetica e non so proprio se il risultato può essere soddisfacente: voi li avete già usati per fare la pasta e fagioli light senza soffritti e ingredienti di origine animale?

Se volete scoprire altri piatti a base di fagioli, date un’occhiata anche a:

Credit photo: valtercirillo for Pixabay.com

Loading...
Scritto da Francesca Be
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Condividi
Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

18 commenti su “Pasta e fagioli dietetica

  1. Eccola qui dunque la ricetta che aspettavo 🙂
    Che buona!
    Mio marito non sa che si perde rinunciando ai fagioli. I miei figli invece li mangiano volentieri, però di solito per lor uso i cannellini, che gradiscono di più, li passo e ci metto la pasta piccola tipo ditalini o lumachine.
    Io invece preferisco senza dubbio i borlotti.
    Ciao, un bacio!

    PS: il tuo cchio è guarito?

  2. Ci credi se ti dico che non ho mai mangiato una pasta e fagioli?? Mi tiri le orecchie, vero? La devo provare assolutamente

  3. io non l’ho mai cucinata con cotiche e lardo, sarà sicuramente più buona, ma decisamente troppo calorica…vedrai che una volta che impari a mangiarla così non tornerai più sui tuoi vecchi passi !!!

  4. Grazie dei commenti!@Maris l’occhio si, ma in compenso sono raffreddata 🙂

  5. Di solito non cucino legumi, però questa ricetta mi piace, anche perchè non c’è bisogno del soffritto che non digerisco. La provo subito ma, mi perdonerai, non metterò l’alga!

I commenti sono chiusi.

Commenta con il tuo profilo Facebook
  • Ricevi Ultimi Articoli

    I tuoi dati sono al sicuro