Insalata di fagioli e salsiccia

Fagioli in insalata con la salsiccia: la facile ricetta con ingredienti, dosi e indicazioni per la cottura dei fagioli secchi e quella indicata per i freschi.

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

L’insalata di fagioli e salsiccia è un gustoso e nutriente contorno della gastronomia nordica, ma può benissimo anche costituire una pietanza o un piatto unico se viene accompagnata da un contorno di verdure.

La preparazione è facile a farsi e si possono adoperare legumi secchi o freschi.

Cambia solo il modo di cuocere i fagioli ( come vedrete nelle indicazioni della ricetta ) e l’uso di quelli freschi ( consigliato per la consistenza del gusto, ma non sempre possibile per questioni di praticità e reperibilità ) velocizza l’esecuzione del piatto, in quanto non è previsto l’ammollo e il tempo di cottura è notevolmente minore.

Io ho sostituito l’olio di semi usato nei Paesi del Nord-Europa con l’olio EVO e impiego le salsicce del tipo cervelas (facilmente reperibili nei supermercati), ma nulla vieta l’uso di tipi simili d’insaccati o di wurstelBratwurst grossi.

Ingredienti per 6 persone:

1 chilo di fagioli freschi o 500 grammi di secchi;
2-3 salsicce cervelas  ( o l’equivalente in wurstel grossi );
1 cipolla;
1 spicchio d’aglio;
1 carota;
6 cucchiai di olio extravergine di oliva;
1 cucchiaio di foglie di prezzemolo tritate;
1 mazzetto di erbe aromatiche ( sedano, rosmarino, prezzemolo e salvia );
1 chiodo di garofano;
sale q.b.

Per la salsa:

5 cucchiai di olio extravergine di oliva;
2 cucchiai di aceto;
1 cucchiaino e 1/2 di senape;
1 cucchiaio di prezzemolo tritato;
pepe macinato q.b;
sale q.b.

Preparazione dei fagioli in insalata con salsiccia

Se impiegate fagioli secchi:

dopo averli sciacquati, mettete a bagno in acqua fredda i legumi essiccati per 8-10 ore.

Poi metteteli in uno scolapasta, passateli sotto l’acqua del rubinetto, scolateli e poneteli in una casseruola capiente assieme alla cipolla mondata e sbucciata ( nella quale avrete conficcato il chiodo di garofano ), il mazzetto di odori, lo spicchio d’aglio privo della pelle e la carota, precedentemente pulita e lavata.

Aggiungete almeno 3 litri di acqua fredda e procedete alla cottura dei fagioli, coprendo col coperchio e portando il tutto al punto di ebollizione.

Una volta che questo è stato raggiunto, abbassate la fiamma e continuate a fare cuocere a fuoco basso ( l’acqua deve solamente sobbollire ) fino a quando i fagioli risulteranno teneri.

I fagioli saranno pronti dopo 1 ora e 1/2 o 2 ore circa: il tempo di cottura dipende dalla varietà degli stessi.

Sorvegliate di tanto in tanto e aggiungete acqua bollente all’occorrenza: i fagioli devono essere sempre coperti interamente dal liquido di cottura.

Aggiustateli di sale poco prima che siano cotti completamente.

Se adoperate fagioli freschi:

Sbucciateli, sciacquateli sotto il getto d’acqua, scolateli e gettateli nella casseruola quando l’acqua ( nella quale avrete aggiunto in precedenza il mazzetto di aromi e le verdure ) avrà raggiunto un bollore sostenuto.

Fate cuocere a fiamma moderata, per evitare che si rompano, per 30-40 minuti circa.

Lavate e bucate le salsicce, gettatele in una pentola contenente acqua in ebollizione, spegnete il fuoco e lasciatele gonfiare per 10-15 minuti circa.

Preparate la salsa di accompagnamento dei fagioli in insalata:

mettete la senape e l’aceto in una capiente insalatiera da portata, insaporite col pepe e col sale e mescolate col cucchiaio di legno.

Poi  unite il trito di prezzemolo e l’olio evo e sbattete il tutto fino all’ottenimento di una vinaigrette di densa consistenza.

Una volta cotti, scolate i fagioli, aggiungeteli ancora caldi all’insalatiera e mescolate delicatamente ( per non romperli ) affinché si amalgamino bene al condimento.

Scolate le salsicce, privatele della pelle, fatele a fettine e ponetele intorno ai fagioli.

L’insalata di fagioli e salsiccia non deve essere messa in frigorifero prima di portarla in tavola e va servita tiepida o a temperatura ambiente.

Loading...
Scritto da Francesca Be
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Condividi
Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Commenta con il tuo profilo Facebook
  • Ricevi Ultimi Articoli

    I tuoi dati sono al sicuro