Fagioli cannellini all’uccelletto

I fagioli cannellini all'uccelletto sono un tipico piatto fiorentino, servito come contorno o come zuppa: la ricetta classica.

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

I fagioli cannellini all’uccelletto costituiscono un  piatto tipico e antico della tradizione culinaria fiorentina: la preparazione gode, a giusto titolo, di fama al di fuori dei confini nazionali e moltissimi turisti stranieri la chiedono nei ristoranti e nelle caratteristiche trattorie di Firenze.

Il piatto deve il nome alla particolare cottura nel tegame di coccio con il pomodoro e la salvia: lo stesso materiale della pentola e i medesimi ingredienti usati per cucinare la piccola cacciagione nelle campagne e città toscane.

I fagioli all’uccelletto vengono solitamente portati in tavola come contorno a secondi piatti a base di salsicce e carni varie, ma possono anche essere serviti da soli come primo piatto o in zuppa: direi proprio che la zuppa è ” la morte ” migliore per i cannellini all’uccelletto. 🙂

Durante la stagione estiva sarebbe ideale adoperare i cannellini freschi per l’ottimale riuscita del piatto, ma, dato che questo tipo di fagioli non è facilmente reperibile, riporto la ricetta che prevede l’impiego di fagioli cannellini secchi.

La cucina toscana presenta numerose versioni, ma questa è la ricetta originale di Firenze.

Ingredienti per 4/6 persone:

400 grammi di cannellini secchi;
500 grammi di pomodori;
5 cucchiai di olio extravergine di oliva;
2 spicchi di aglio;
1 foglia di alloro;
salvia fresca q.b;
sale q.b;
pepe q.b.

Preparazione dei fagioli all’uccelletto

Lasciate i fagioli in ammollo in acqua fredda ( da cambiare 2 volte ) per 12 ore  (il loro peso raddoppia: se usate fagioli freschi già sgranati, ne occorrono 800 grammi per la realizzazione dei fagioli all’uccelletto) e poi scolateli e fateli lessare, con l’aggiunta di una foglia di alloro, in acqua bollente per circa 40 minuti dal momento del bollore e quindi scolateli in uno scolapasta.

Lavate i pomodori, praticate una incisione a croce su ognuno di essi, scottateli, sempre in acqua bollente, per mezzo minuto e levate loro la pelle; poi tagliateli in quarti, levate i semini e fateli a pezzetti.

In un tegame di coccio basso e capiente fate rosolare, dolcemente e a fiamma bassa, gli spicchi d’ aglio schiacciati con la loro buccia e qualche foglia di salvia  in 5 cucchiai di olio evo, mescolando delicatamente con un cucchiaio di legno.

Aggiungete poi i pezzetti di pomodoro, fate insaporire per 1 minuto (sempre mescolando), unite i cannellini, aggiustate di sale e pepe e continuate la cottura dei fagioli all’uccelletto per ancora 10 minuti.

Credit photo: Michela Simoncini for Flickr.com

Loading...
Scritto da Francesca Be
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Condividi
Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

9 commenti su “Fagioli cannellini all’uccelletto

    1. Io li abbino al pane di Altamura lievemente grigliato…..prova, caro Moz .-)

  1. Amo i fagioli, quelli cannellini poi li uso spesso perchè piacciono molto anche a mia figlia 🙂
    Ma sai che non ho mai avuto un tegame di coccio? Faccio mea culpa, devo provvedere all’acquisto e utilizzarlo per zuppe come questa buonissima che presenti nel post, cara Franci.
    Un bacione!

    1. Compra subito un tegame di terracotta, cara Maris e…..non ne potrai più fare a meno, specie per i sughi.
      Io ieri l’ho usato per fare una variante, gli azuki all’uccelletto ( non avevo cannellini in casa e, in compenso, mi avanzavano gli azuki e…..buonissima!La cottura in pentola di coccio è un pò differente: ho fatto un post a proposto, ma ,se hai qualche dubbio, chiedimi.Buon fine settimana!
      Franci

I commenti sono chiusi.

Commenta con il tuo profilo Facebook
  • Ricevi Ultimi Articoli

    I tuoi dati sono al sicuro