Come fare in casa i panini per hamburger al sesamo

Il tipo di pane usato fa la differenza tra un hamburger mediocre ed uno perfetto: come fare in casa facilmente e con poca spesa i burger buns, tipici panini americani tondi e soffici con semi di sesamo in superficie.

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Nella preparazione di un hamburger perfetto il pane svolge un ruolo fondamentale ed avendo fatto da sola proprio ieri i cosiddetti ” burger buns ” ottenendo un risultato più che soddisfacente, voglio spiegarti come fare i panini per hamburger in casa, seguendo la ricetta  DOC e le dritte di una cara amica americana che inorridisce solo all’idea di comprare quelli già pronti prodotti industrialmente, poco sani in quanto pieni di sostanze chimiche, mollicci, dal ” sapore di gomma ” e che lei definisce giustamente un  “obbrobrio alimentare “.

Il pane adatto per l’hamburger non è quello di tipo normale, troppo duro e che richiede forza nella masticazione con il rischio di fare cadere sul piatto o, peggio ancora, sui vestiti la golosa farcitura ad ogni morso, ma quello giusto per accompagnare la polpetta di carne più famosa e consumata al mondo con è  quello che viene chiamato comunemente american burger bun, realizzabile con un impasto fatto manualmente o, come vedremo, anche con la planetaria.

Cosa è il burger bun?

E’ il tipico panino tondo, soffice, dal sapore vagamente dolce e ricoperto di semi di sesamo, nel quale l’hamburger fu servito per la prima volta nel lontano 1891 a Tulsa in Oklaoma da Oscar Weber Bilby, il suo inventore.

Fino ad allora l’hamburger veniva racchiuso in fette di “patty melt”, pane molto simile a quello a cassetta, ma  meno adatto ad integrarsi perfettamente con la svizzera di carne come lo è, invece, il morbido e friabile bun dal sapore che ricorda vagamente quello della brioche.

Se possiedi la planetaria, puoi anche fare i panini per hamburger veloci in questo modo ( il più facile e rapido che conosco), mentre, se non disponi dell’apparecchio, segui la ricetta originale americana per prepararli a mano fornitami gentilmente dalla mia amica.

Credimi, vale proprio la pena autoprodurli artigianalmente, perché i burger buns fatti in casa riescono perfetti, sono tutta un’ altra cosa rispetto a quelli già pronti che si trovano sugli scaffali del supermercato e fanno davvero la differenza tra un hamburger perfetto ed uno mediocre: sono sicura che, quando li avrai assaggiati, non vorrai più neanche sentire parlare dei panini per hamburger prodotti industrialmente e continuerai a farli a mano, ottenendo un prodotto genuino e fragrante con una spesa limitatissima.

Se non ti piacciono i semi di sesamo, puoi benissimo evitare di aggiungerli, ma, se invece decidi di usarli per cospargere la superficie dei panini, non tostarli prima, come si fa generalmente in altre preparazioni che ne prevedono l’impiego come il gomasio e la salsa tahina, perché rischieresti di bruciarli durante la cottura del pane nel forno.

Ingredienti per 12 panini:

500 grammi di farina bianca Manitoba 0
500 grammi di farina bianca 00
500 millilitri di latte
100 grammi di burro
24 grammi di lievito di birra fresco
2 cucchiai di miele
2 cucchiai di zucchero
4 cucchiai di sale
tuorlo di uovo fresco q.b
semi di sesamo q.b

Preparazione a mano dei panini per hamburger secondo la ricetta originale americana

Fai ammorbidire il burro, taglialo a pezzetti piccoli e tienilo da parte.

Metti il latte sul fuoco in un pentolino e poi, quando si sarà intiepidito, versalo in una ciotola assieme al miele, allo zucchero e al lievito di birra sbriciolato e mescola accuratamente il tutto.

Disponi a fontana sulla spianatoia le due farine mischiate e passate al setaccio in precedenza, fai un incavo centrale e versaci dentro poco per volta il composto a base di latte, zucchero, lievito e miele.

Impasta delicatamente in modo che tutto il liquido venga assorbito dalla farina; poi unisci i tocchetti di burro, aggiusta di sale e continua a lavorare fino a quando avrai ottenuto un impasto privo di grumi, morbido ed elastico.

Dai all’impasto la forma di un panetto tondo, coprilo con un canovaccio da cucina e lascialo riposare per circa 2 ore lontano da correnti d’aria per fare in modo che possa lievitare bene e raddoppiare di volume.

Trascorso questo tempo, riprendi l’impasto, lavoralo ancora brevemente, dividilo in 12 parti uguali e forma altrettanti panini rotondi (i dischetti che otterrai devono avere uno spessore di circa 2,5 centimetri).

Disponi i panini, distanziati tra loro, sulla placca o in una teglia rivestita di carta da forno, copri nuovamente con un canovaccio pulito e lasciali lievitare ancora per una quarantina di minuti circa per fare in modo che diventino ben gonfi.

Poi spennellali con del rosso di uovo sbattuto con acqua (1 cucchiaio di acqua per ogni tuorlo) e ricoprine la superficie con i semi di sesamo: fai questo solo prima di cuocerli.

Preriscalda il forno a 200° e, quando sarà diventato ben caldo, inforna i panini, falli cuocere a 200° per i primi 10 minuti e poi regola il termostato a 170° e continua la cottura a tale temperatura per ulteriori 5 minuti circa.

Una volta cotti e dorati in superficie, sforna i burger buns e lasciali intiepidire prima di tagliarli in due parti per non rischiare di romperli.

Come deve essere tostato l'interno del panino per hamburger

Passa brevemente sulla piastra le parti con la mollica di ciascun panino affinché la tostatura ne intensifichi profumo e gusto e per rendere l’interno ben croccante in modo che gli umori che fuoriusciranno dall’hamburger caldo, i liquidi di vegetazione delle verdure e le salse con cui lo farcirai non riescano a spappolarlo o a renderlo troppo molle.

Puoi conservare i burger buns in sacchetti per alimenti ben chiusi o in una scatola di latta per biscotti, ma consiglio di prepararne un quantitativo maggiore e di metterli in freezer, sempre chiusi negli appositi sacchetti, dopo averli cotti e fatti raffreddare completamente: in questo modo all’occorrenza ti basterà farli scongelare e poi scaldare brevemente sulla piastra per averli pronti e fragranti.

Se sei alla ricerca di spunti per farcire in altri modi golosi e diversi dal solito i panini, dai un’occhiata anche a:

Credit photo intestazione: Arnold Gatilao for Flickr.com

Credit photo interno tostato del panino: Stacy Spensley for Flickr.com

Loading...
Scritto da Francesca Be
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Condividi
Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Commenta con il tuo profilo Facebook
  • Ricevi Ultimi Articoli

    I tuoi dati sono al sicuro