Polpette di melanzane riciclate

Come riciclare le melanzane avanzate: la ricetta per farne delle saporite polpette.

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

In cucina non si butta via niente“: cosa assai vera e molto attuale, visti i tempi che corrono:  fare le polpette con gli avanzi è da sempre un ottimo metodo per riciclarli in modo gustoso e gradito soprattutto dai bambini ed ottenere un notevole risparmio allo stesso tempo con l’uso d’ingredienti altrimenti inutilizzabili.

Oggi voglio scrivere  delle polpette di melanzane di recupero, nella cui preparazione  non si seguono  le ricette classiche ( nelle quali le melanzane vengono bollite o passate in padella), ma del semplice modo di riciclare gli avanzi di piatti  a base di questa solanacea, come la fricassea o la preparazione a funghetto.

La scorsa settimana, facendo appunto la caponata di melanzane e peperoni light,  ho ecceduto nelle dosi e, sebbene sia gradevolissima anche riscaldata, fredda a temperatura ambiente o servita su crostini e bruschette, alla fine me ne era avanzato ancora circa mezzo chilo.

Ho allora fatto delle deliziose polpette di melanzane avanzate e poi, visto il grande successo riscosso presso i miei nipotini, le ho preparate nuovamente, usando gli avanzi di peperonata di sole melanzane ( non che la peperonata classica ci stia male, ma, semplicemente….non la avevo 🙂 ).

Le dosi sono variabili e ne fornisco una indicazione sommaria, in quanto dipende dal quantitativo di “materiale da riciclare” a disposizione e dal gusto personale.

Infatti la polpetta è piuttosto “soggettiva” : c’è chi la ama molto morbida e chi più consistente, chi vuole sentire il gusto dell’uovo e chi no, chi mette nell’impasto il pangrattato e chi preferisce farne a meno, chi le predilige piccole e chi più grandi.

In questo post voglio dare dosi e indicazioni  di massima, quelle da me seguite l’ultima volta che ho fatto queste polpette, avendo a disposizione circa 1/2 chilo di fricassea e ricavandone alla fine circa 1 chilo di polpette di recupero di melanzane veramente deliziose.

Potete, ovviamente, apportare modifiche secondo il proprio gusto e le preferenze personali.

Ingredienti:

1/2 chilo di melanzane in fricassea o a funghetto;
350 grammi di mollica di pane;
2 spicchi d’aglio non troppo grossi;
4 uova;
4-6 cucchiai di parmigiano grattugiato;
prezzemolo q.b;
sale q.b;
olio extravergine d’oliva q.b;
pangrattato q.b;
peperoncino ( facoltativo) q.b.

Preparazione delle polpette con  melanzane avanzate

Prendete dal frigo le melanzane avanzate, lasciate che raggiungano la temperatura ambiente, levate eventuale sugo in eccedenza e passatele al mixer o fatene un trito con la mezzaluna.

Mettete a bagno la mollica di pane in acqua fredda (o in metà acqua e metà latte) poi, una volta ammorbidita, strizzatela delicatamente.

Pulite l’aglio, lavate e asciugate le foglie di prezzemolo e fate con questi elementi  un trito.

Mettete tutti gli ingredienti in una ciotola capiente, aggiungete le uova, il parmigiano grattugiato, il sale, l’eventuale peperoncino e “impastate”, mescolando il tutto bene con le mani fino ad ottenere un composto ben amalgamato ed omogeneo.

Se la consistenza non avesse abbastanza “corpo”, potete aggiungere un po’ di pangrattato fino ad ottenere quella desiderata.

Lasciate riposare 10-15 minuti e poi formate le polpette delicatamente con le mani o con l’attrezzo apposito, compattandole bene in modo che rimangano integre durante la cottura.

Passatele poi nel pangrattato in modo che ne siano interamente ricoperte e pressatele ancora delicatamente con le mani: le polpette dovranno essere compatte ed omogenee, senza crepe, fessure e zone disomogenee sulla superficie.

Friggete in abbondante olio extravergine di oliva o in olio di arachidi o di semi di girasole, facendo attenzione che non la superficie diventi uniformemente dorata e poi tamponate con carta da cucina assorbente l’unto in eccesso prima di servire in tavola le squisite polpette di melanzane avanzate.

Articoli correlati:

Credit photo: Flickr.com by Gennaro Visciano

 

Loading...
Scritto da Francesca Be
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Condividi
Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

5 commenti su “Polpette di melanzane riciclate

  1. é vero in cucina, chi si sa organizzare, riesce a tirar fuori una cena squisita anche riciclando alimenti di recupero, e a volte risultano anche molto più buone…..anche se a casa mia difficilmente restano le melanzane ahahahha, io le adoro

  2. Buonissime queste polpette…ed è giusto riciclare magari una pietanza che è stata fatta in abbondanza e trasformarla e dar vita ad un’ennesima prelibatezza!!

  3. Bella idea! Poi x una amante delle verdure come sono io, direi che è una super ricetta!! Proverò sicuramente la ricetta..se vuoi sbirciare anche le mie ti lascio il link.

  4. Le polpette da riciclo sono alle volte le migliori la fantasia non ha limiti ed il risultato è assicurato. Ottimo anche con i gusci dei crostacei il post precedente.
    Buona settimana ciaooo.

I commenti sono chiusi.

Commenta con il tuo profilo Facebook
  • Ricevi Ultimi Articoli

    I tuoi dati sono al sicuro