Miglio agli aromi d’inverno

Come cucinare nel modo corretto il miglio con gli aromi e le verdure disponibili nel periodo invernale.

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

In estate preparo spesso l’ insalata di miglio con ceci, pomodori e cipolla, ma oggi voglio darvi la ricetta che faccio  in questi mesi freddi: miglio ai profumi invernali, preparazione adatta anche a chi è vegano o affetto da celiachia.
Ho sempre saputo che il miglio fa bene, ma tempo fa lo mangiavo raramente in quanto lo ritenevo insipido e non mi piaceva molto.


Ma da qualche anno a questa parte mi sto ricredendo: ero io che non sapevo come cucinarlo e come abbinarlo ad altri alimenti adatti, come in questa preparazione, facile a realizzarsi e che io trovo molto gustosa oltre che sana.

Ingredienti:

250 grammi di miglio decorticato;
1 melanzana;
2 zucchine;
2 carote;
1 radicchio rosso;
1 fetta di zucca;
1 cipolla rossa o gialla;
4/5 funghi secchi;
1 spicchio di aglio;
1 broccolo verde;
4 pomodorini tondi;
olio extravergine di oliva q.b;
sale q.b;
pepe q.b.

Preparazione del miglio agli aromi invernali

Sbucciate la cipolla e fatela a fettine; sbucciate l’aglio; lavate, mondate, tagliate a dadini le zucchine, le carote, la melanzana, il broccolo e poi sbollentateli.

Mettete in ammollo i funghi secchi per 20 minuti in acqua tiepida e poi fateli a pezzetti.

Mondate, lavate, asciugate il radicchio rosso e la zucca e riduceteli in pezzi.

Sminuzzate le noci.

Cuocete il miglio:

lavate il miglio decorticato sotto l’acqua fredda e scolatelo in un colino a maglia stretta in modo che non ne fuoriescano i chicchi e cercate di eliminare tutta l’acqua lasciando scolare per almeno 10 minuti.

Poi fatelo lievemente tostare con un filo di olio in una pentola capiente a fuoco basso, mescolando con un cucchiaio di legno e facendo attenzione che il miglio non prenda colore e a non farlo abbrustolire.

Mettete a bollire l’acqua necessaria per cuocere il miglio che deve essere almeno il doppio del suo volume.

Una volta che il bollore è stato raggiunto, versate l’acqua nella pentola contenente il miglio tostato e fate riprendere l’ebollizione a fiamma alta e poi abbassate il fuoco , salate e fate cuocere col coperchio e,possibilmente, con la rete frangifiamma per circa 20 minuti, controllando di tanto in tanto che l’acqua non si asciughi: in tal caso, aggiungete acqua bollente.

Quando il miglio è cotto, spegnete il fuoco e lasciatelo riposare da 10 minuti ad 1 ora per permettergli di gonfiarsi e assorbire tutta l’ acqua.

Mettete in una padella capiente le fette di cipolla e l’aglio intero a soffriggere col l’olio e poi aggiungete i pomodorini fatti a pezzi, le carote, gli zucchini  e fate cuocere qualche minuto.

Poi inserite le melanzane e il broccolo e i funghi secchi e salate e pepate.

Per ultimo aggiungete la zucca e il radicchio.

Quando le verdure avranno raggiunto una consistenza croccante, unite il miglio con le noci spezzettate e mescolate col cucchiaio di legno affinché il tutto si amalgami bene.

 Levate l’aglio ed….ecco fatto il miglio ai profumi d’inverno! 🙂

Credit photo: Flickr.com by Steven Jackson

Salva

Loading...
Scritto da Francesca Be
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Condividi
Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

19 commenti su “Miglio agli aromi d’inverno

  1. Non utilizzo spesso il miglio e proprio per questo ne ho ancora un po’, lì, che attende il suo destino. Questa ricetta colorata e leggera mi ispira tantissimo!!!!
    Grazie!!!

  2. anni fa lo assumevo come integratore, lo mettevo nello yogurt la mattina e benché di suo non abbia un gran sapore, le sue proprietà sono molteplici. Tu qui l’hai fatto tipo cous cous, direi che è stata un’ottima scelta! bacioni

  3. Ne sento palare ma non lo conosco affatto! Mi stuzzica parecchio.. poi con tutte le verdurine.. Baci e buon w.e.

  4. Mi piacciono tutti i cereali e quindi anche il miglio, che però non ho mai mangiato. Molto interessante la tua ricetta, io magari non metterei il broccolo che non mi piace. A presto

  5. Ciao , conosco il miglio molto bene.
    Perdonami se non sono presente ma il contenuto di molti articoli li uso come ad esempio l’aglio che mi serve per il colesterolo tra le altre cose che prendo sotto forma di olio….le cicale o canocie come le chiamoamo noi non ho coraggio di farle visto che bisogna utilizzarle possibilmente vive.
    Argomenti interessanti e utili brava anche perchè non tutti hanno il tempo di fare ricerche e qui le trovano tutte condensate.
    Avanti cosi…buona domenica.

    1. Ciao Edvige e buona domenica a te.Ti confesso che anche io non amo cucinare le cicale vive e, anche se questa è la stagione in cui sono più piene, sono più serena quando le compro in estate dai pescatori.In estate, forse per il caldo, muoiono subito anche se sono freschissime.

  6. Il miglio lo adoro! Pensa che iri ci ho anche fatto un dolce ^_^
    Certo è che con tutte queste verdure l’hai impreziosito mica poco!! Bravissima, splendido piatto!

    1. Deve essere niente male come accostamento.Spero che tu la pubblichi presto sul tuo blog 🙂

  7. Lo mangio anch’io il miglio sai Franci ? Ultimamente è un po’ che non lo preparo ma penso che proverò presto questa tua bella ricettina. Ti abbraccio

I commenti sono chiusi.

Commenta con il tuo profilo Facebook
  • Ricevi Ultimi Articoli

    I tuoi dati sono al sicuro