Shuba: insalata russa con verdure e aringa

La Shuba è un'insalata tipica della cucina russa a base di aringa, verdura cotta e maionese: la ricetta per preparare al meglio questo antipasto invernale.

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

La Shuba , o “aringhe in pelliccia“, è un’ insalata a base di verdure cotte e aringa salata tipica della Russia e può costituire un antipasto allegro, colorato e diverso per il Capodanno e per i pranzi invernali.

Il piatto, divenuto popolare negli ultimi decenni, secondo alcuni trarrebbe le sue origini dalla cucina della comunità ebraica russa, mentre, secondo altri, la Shuba sarebbe stata inventata durante la Rivoluzione d’ottobre da un  certo Anastas Bogomilov, proprietario di mense, che voleva dare l’idea della stratificazione sociale del tempo nei caratteristici strati della preparazione culinaria.

Ci sono diverse varianti di questa insalata  ( quella vegan, per esempio, sostituisce la maionese con la versione a base di soia e le aringhe vengono rimpiazzate da alghe commestibili ), ma lo strato esterno di barbabietole rosse non deve mai mancare.

Anche se la Shuba è un piatto tipico russo, è evidente l’influenza della cucina transalpina: la maionese non solo serve da addensante, ma conferisce un tocco di eleganza a questa “cugina” dell’insalata russa preparata con ingredienti poveri.

Occorrente:

3 filetti di aringhe salate;
4 piccole barbabietole rosse lesse;
1 tazza e 1/2 di maionese;
5 uova sode;
6 patate;
5 carote;
1 cipolla rossa ( meglio se di Tropea );
aneto q.b;
sale q.b.

Preparazione della Shuba russa di ortaggi bolliti, aringhe e uova con maionese

Sciacquate i filetti di aringa sotto il getto di acqua fredda, scolateli, lasciateli in ammollo in una ciotola contenente latte per 10-15 minuti e poi fateli a piccoli pezzetti.

Mondate le carote, lavatele e fatele lessare in acqua bollente non salata.

A parte fate cuocere anche le patate (scegliete patate che non sfarinino) con la loro buccia ( sempre in acqua senza l’aggiunta di sale ).

Sbucciate la cipolla di Tropea, lavatela, asciugatela e fatene un trito.

Tritate grossolanamente anche le uova sode.

Quando le patate e le carote saranno cotte, scolatele in uno scolapasta e lasciate intiepidire.

Poi levate la pelle alle patate, passatele allo schiacciapatate e mettete il purè ottenuto in una ciotola capiente.

Grattugiate le barbabietole e le carote dalla parte della grattugia con i fori larghi e unite il ricavato alla ciotola.

Iniziate a comporre la Shuba sul piatto da portata, alternando uno strato di patate, un velo di maionese, uno strato di rape rosse, un altro velo di maionese, uno di aringhe sminuzzate, uno di carote con la cipolla tritata e finite con le barbabietole.

Completate il tutto con un velo di maionese , le uova sode tritate ( volendo, potete anche passarle al colino ) e una spolverata di aneto.

Lasciate riposare la Shuba in frigorifero per 2 ore e servitela in tavola fredda.

Consigli per ottenere una Shuba perfetta

Come scrivevo prima, fate lessare le verdure in acqua non salata, in quanto le aringhe sono di per sé saporite e, se è il caso, aggiustate di sale solo prima di comporre l’insalata, facendo la “prova assaggio”.

Consiglio di preparare la maionese in casa, in quanto…. è tutta un’altra cosa da quella di produzione industriale. 😉

Potete usare barbabietole lesse, fatte al forno o cotte alla brace, ma evitate la cottura al vapore per non fare perdere loro il gusto.

Per una più elegante presentazione in tavola, potete confezionare con l’aiuto del cerchio coppapasta una piccola Shuba per ciascun commensale, decorandone la superficie con carotine sott’aceto tagliate a striscioline o a julienne.

 

Loading...
Scritto da Francesca Be
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Condividi
Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

6 commenti su “Shuba: insalata russa con verdure e aringa

  1. Ho giusto delle aringhe che studiavo come farle le mangio solo io… Grazie buona idea.
    Buon Anno 2016 carissima che sia salute prima di tutto e ti auguro di stare bene e poi felicità e i desideri che possano essere esauditi.
    Buon anno a te e famiglia.
    Un abbraccio.

    1. Sono contenta di averti dato questa idea, cara Edvige e ricambio gli auguri di cuore.

  2. Franci cara è un ottimo modo per fare gli auguri di buon anno, questo: un’ insalata russa un pò diversa da quella classica, quindi….mi piace 🙂 questi strati multicolore la rendono originale e scenografica!
    Sono alle prese ancora con tosse e raffreddore, ma ciò non mi impedisce di farti gli auguri più cari per il 2016: che sia un anno ricco di tutto ciò che desideri e che è importante per te!
    Bacioni.

    1. Mia cara Maris, che piacere è sempre leggerti.Che il nuovo anno porti ogni bene a te e alla tua famiglia.

  3. Mamma mia quanto è goduriosa questa insalata russa, tanto ricca e invitante!!!! Un abbraccio Franci e auguri di uno spumeggiante 2016!!!!

I commenti sono chiusi.

Commenta con il tuo profilo Facebook
  • Ricevi Ultimi Articoli

    I tuoi dati sono al sicuro