Come creare un menù importante

Sapere come si crea un menù per occasioni di rilievo è importante per non commettere errori e fare bella figura con gli ospiti: regole e usi per pranzo e cena.

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

La composizione di un mènu è una cosa importante: saper creare un menù equilibrato e raffinato ci permette di non sbagliare le portate e la sequenza delle stesse e ci consentirà di fare un “figurone”con gli ospiti di riguardo che invitiamo alla nostra tavola in occasioni di rilievo e in ricorrenze particolari.

Il menù, il cui nome deriva dal francese menu (“particolareggiato”), è l’insieme delle portate e dei vini che compongono un pasto, ma il termine è usato anche per indicare il cartoncino su cui è scritta la lista e la sequenza dei cibi che verranno serviti in pranzi importanti e in occasione di cerimonie.

Stilare un menù può sembrare, a prima vista, una cosa semplice, ma non lo è affatto: occorre rispettare alcune regole se non si vuole alterare l’armonia del pasto e compromettere il risultato finale di tempo e fatica impiegati in cucina.

Bisogna sempre tener presente che il menù va sempre adattato al massimo alla specifica circostanza e non solo ai nostri gusti e preferenze personali.

Logicamente, la creazione di un menù per un pranzo natalizio sarà differente da quello di una cena di lavoro e sarà anche diversa da quella per una semplice riunione di amici, nella quale si può anche “sgarrare” e prenderci maggiori libertà.

Per l’abbinamento del vino rimando al post scelta dei vini per un pranzo importante.

Come si crea un menù per un pasto elegante senza commettere errori?

Ecco le regole da rispettare per fare bella figura con ospiti a cui teniamo in modo particolare:

  • Non serviamo mai in tavola antipasti caldi e freddi insieme in un pranzo seduto ( mentre l’abbinamento di stuzzichini caldi e freddi è ottimale se il ricevimento è in piedi ).
  • Non si devono proporre 2 piatti freddi.
  • Il piatto di pesce deve essere portato in tavola prima dell’eventuale portata a base di carne.
  • L’arrosto va presentato per ultimo se è preceduto da altri piatti ” forti”.

  • I piatti a base di uova devono tassativamente costituire un antipasto o una pietanza.

Menù per un pranzo di mezzogiorno importante

Gli antipasti freddi assortiti sono particolarmente indicati per una colazione elegante.

Dopo gli antipasti è consigliabile servire un piatto a base di farinacei ( risotti, orzotti, pasta al forno, gnocchi al semolino, etc. )

Segue un piatto forte ( di carne o di pesce ), accompagnato da verdure cotte o crude a piacere, evitando insalate miste ricche e preparate con vari ingredienti.

Chiudono la colazione il dolce ( possibilmente caldo) o torte leggere a base di frutta.

Se preferiamo servire un dolce freddo, scegliamone uno delicato e digeribile.

Per una colazione più leggera, è possibile presentare in tavola, al posto degli antipasti, una zuppa leggera calda ( che non va servita nelle scodelle, ma in tazze, possibilmente in quelle da consommè coi 2 manici se è particolarmente delicata o contiene del brodo di carne ).

In questo caso non si serve il primo piatto, ma devono essere portati in tavola 2 secondi: un arrosto a piacere con insalata mista o patate al forno e un pesce di qualunque specie, purché non sia farcito ( il pesce ripieno, secondo l’etichetta, va riservato ai pranzi serali ).

Menù per una cena elegante

Il pranzo serale può essere iniziato con un antipasto freddo, se lo si ritiene opportuno.

Segue un consommè o una royale o una zuppa legata a piacere.

Se non si sono presentati in precedenza stuzzichini freddi, a questo punto si serve un antipasto caldo.

Portiamo poi in tavola un pesce farcito o decorato, che può essere caldo o freddo.

Si fa seguire un piatto forte di carne con ortaggi cotti e purè di patate o il solito arrosto a piacere e insalata fresca mista.

Il menù si chiude con  una preparazione dolce (gelati, charlotte, creme a cucchiaio con piccola pasticceria, etc. ).

Ora che siamo vicini alle Feste di Natale e molti di noi si cimenteranno nella preparazione di pasti importanti, seguiamo queste semplici regole nel creare i menù di pranzi e cene prima di pensare alle ricette……non ce ne pentiremo e faremo felici i nostri ospiti. 😉

 articoli correlati:

credit photo: wikimedia.org by  Égoïté – Bibliothèque de la Gourmandise, Hermalle-sous-Huy, Public Domain,

Loading...
Scritto da Francesca Be
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Condividi
Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

2 commenti su “Come creare un menù importante

  1. I suggerimenti per un pranzo o cena di rappresentanza e per chi non sa cosa presentare ok. deve però avere anche un bell’aiuto in cucina.
    Da parte mia le mie cene solitamente anche importanti rappresentavano la visita di sedi estere, ho sempre formato il menu informandomi prima sulle preferenze, eventuali intolleranze ma, non rappresentando un cane di rappresentanza ho dato un carattere come si dice …alla mano anche al capo e moglie di mio marito.
    Ottimi consigli comunque bravissima.
    Buona domenica.

    1. Ciao Edvige.Ti dirò che col passare degli anni ho sempre meno voglia di preparare cene e pranzi impegnativi e gli aiuti in cucina scarseggiano assai 🙂 , ma, visto che si avvicinano le feste, credo che il post possa essere utile.Buona domenica!

I commenti sono chiusi.

Commenta con il tuo profilo Facebook
  • Ricevi Ultimi Articoli

    I tuoi dati sono al sicuro