Brodo di carne fatto in casa

Come fare il brodo di carne in casa: la ricetta con ingredienti, dosi e consigli per preparare un brodo gustoso e genuino in alternativa a quello del bollito.

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

L’inverno è ormai iniziato e, quando torniamo a casa a fine giornata, non c’è nulla di meglio di un buon pasto con brodo caldo per rifocillarsi con gusto e averne comfort.

Proprio per questo vi propongo oggi la ricetta del brodo di carne fatto in casa, calda preparazione casalinga, in cui si incontrano semplicità e sapore e protagonista indiscusso in cucina nella stagione fredda.

Io uso spesso il brodo del bollito per cucinare i tortellini e i ravioli in brodo, mentre seguo questa ricetta se devo farne uno più leggero per la preparazione di minestre e zuppe più delicate, per aggiungerlo nell’esecuzione di molte ricette e per servirlo come accompagnamento a pietanze varie.

Fare in casa il vero brodo di carne è un po’ lungo in termini di tempo impiegato, ma la realizzazione non presenta alcuna difficoltà e in circa 180 minuti sarà pronto.

Si può usare la carne utilizzata per farne un’insalata di manzo bollito e verdure o delle polpette.

Ingredienti per 4 persone:

800 g di carne di manzo;
2 carote;
1 gambo di sedano;
1 cipolla;
3 ciuffetti di prezzemolo;
2 foglie di alloro;
pepe nero in grani q.b;
sale q.b.

Pochi ingredienti, dunque, per una combinazione davvero gustosa e genuina.

Preparazione del brodo di carne casalingo

Iniziate con lo sciacquare velocemente la carne di manzo sotto l’acqua, dopodiché sgocciolatela e ponetela in una pentola capiente e con i bordi alti.

Pelate e sciacquate le carote, lavate il sedano e privatelo  delle foglie e mondate la cipolla e poi unite le verdure alla carne nella pentola.

Se preferite potete anche tagliarle in pezzi grandi.

Con l’apposito strumento tritate il prezzemolo o spezzettatelo, aggiungetelo al resto insieme alle foglie di alloro, salate il tutto a piacere e insaporite con una manciata di pepe nero in grani.

A questo punto coprite gli ingredienti con abbondante acqua, accendete il fornello, regolandolo a fiamma bassa, e portate a ebollizione.

Lasciate procedere la cottura per 2 ore e mezza circa.

Durante questo tempo controllate spesso il vostro brodo e, qualora tendesse a restringersi, versate dell’altra acqua calda.

Ogni volta che grasso e impurità affiorano in superficie,  asportatele con l’aiuto della schiumarola o di un mestolo piatto a trama sottile.

Se volete schiarire il brodo di carne, ecco un vecchio e utilissimo trucco della nonna: sbattete un albume con un po’ d’acqua e aggiungetelo all’ultimissima fase di cottura( dato che gli albumi che avanzano si possono riciclare in questo e in altri modi, non buttateli via, ma congelateli in modo di averli pronti all’occorrenza).

Se desiderate renderlo più limpido e di colorazione ancora più tenue, seguite il procedimento per chiarificare il brodo.

Quando il brodo sarà cotto, scolate la carne e le verdure e lasciatelo raffreddare.

Una volta a temperatura ambiente, schiumate ancora e levate i residui di grasso e i cosiddetti “ occhi ” che si saranno eventualmente formati e poi filtratelo.

Servite il brodo di carne nelle apposite tazze o in ciotoline in abbinamento alle seconde portate realizzate per l’occasione.

Le verdure e le carni, soprattutto le polpettine, sono l’ideale.

Se non lo consumate subito, potete coprilo con un foglio di stagnola e conservarlo in frigorifero.

La ricetta può essere arricchita aggiungendo nella preparazione le verdure che più gradite.

Per impreziosirlo di sapore invece vi suggerisco le bacche di ginepro!

Infine vi ricordo che, per fare il brodo di carne in casa, in alternativa al sale fino potete impiegare una cucchiaiata di sale grosso marino.

Articoli correlati:

Loading...
Scritto da Francesca Be
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Condividi
Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp

8 commenti su “Brodo di carne fatto in casa

  1. Questo lo fa nonna. Mi piace, lo mangio (o bevo? Oo) ma non ne vado pazzo. Ho sempre preferito il brodo vegetale, specie coi tortellini.

    Moz-

  2. Cara Franci, dopo tante traversie con la linea telefonica e l’adsl sono tornata, ma comunque “a singhiozzo” perchè sono presa da tante cose avendo anche i monelli in casa 24 su 24 per le Feste e amici e parenti che vanno e che vengono… Ma non mi dimentico di te e del tuo blog, stanne certa 😉
    Con le temperature gelide di questi giorni il brodo di carne che proponi ci sta benissimo, un bel piatto fumante, la sera, al calduccio in casa…siiiii 🙂
    Un abbraccio e buona continuazione delle Feste!!

    1. Che piacere vederti, Maris.I miei più cari auguri a te, ai monellini e a tuo marito 🙂

  3. Il brodo è una cosa che con le giornate fredde al rientro scalda lo stomaco e ci fa concigliare con le avversità del tempo. Vige sempre la regola come descritto che per un buon brodo l’acqua deve essere fredda mentre per avere la carne buona se non interessa il brodo, l’acqua deve essere bollente perchè chiude i pori …diciamo così della carne e tutti gli umori ecc. rimangono all’interno. Marito adora le polpette di carne cotta per cui brodo meno buono ma carne succulenta. Grazie cara buona giorna.
    Buon Anno a te e famiglia.

I commenti sono chiusi.

Commenta con il tuo profilo Facebook
  • Ricevi Ultimi Articoli

    I tuoi dati sono al sicuro