Home Ricette Bevande Bibite al latte con sciroppi di un tempo tornate di moda

Bibite al latte con sciroppi di un tempo tornate di moda

Bevande a base di latte e sciroppi pronti

Ho da poco ritrovato per puro caso i sapori di una volta nelle semplici e forse un po’ “ ingenue ” bevande a base di latte e sciroppi che mi preparava la nonna quando voleva premiarmi ed oggi voglio proporti la ricetta di questi soft drink analcolici del passato, realizzabili in meno di 5 minuti e tornati  assai di moda negli Stati Uniti, dove vengono apprezzati in modo particolare dai giovani che, cosa incredibile ma che pare vera, attualmente li stanno sostituendo alle quasi sempre dannose bibite gasate in lattina.

Quando ero piccola long time ago,  non esistevano gli smoothies e tutte le bibite analcoliche più o meno salutari di consumo comune al giorno d’oggi.

Mamme e nonne facevano regolarmente per noi bambini spremute di agrumi, bevande vegetali e succhi di frutta pressati a mano (i primi modelli di estrattori e centrifughe erano stati appena immessi sul mercato e costituivano beni di lusso) e quando ci concedevano l’agognata bevanda di latte e sciroppo era una vera festa.

Ricordo ancora la gioia provata da me, cuginetti e amichetti ogni volta che ci mettevano in mano il bicchierone pieno della bevanda ghiacciata che sorseggiavamo con la cannuccia negli afosi pomeriggi estivi, dandoci arie “ da grandi ” per il fatto che finalmente potevamo bere anche noi un drink che allora consumavano d’abitudine i grandi.

Sciroppo alla granatina in bottiglia della marca Fabbri

SE VUOI RICEVERE GRATUITAMENTE I NUOVI POST IN ANTEPRIMA CLICCA SU

Poi sono arrivati i frappé, fatti sempre con latte e sciroppi ( i prodotti in bottiglia della marca Fabbri, specie quelli alla granatina, all’amarena e alla menta erano i più “ gettonati ” in Italia), ma con l’aggiunta di gelato ed emulsionati con il blender per fare loro inglobare aria in modo che ottenessero una consistenza “ mangia e bevi ” e le semplici bevande di latte e sciroppi mescolati a mano o con il frullino meccanico non elettrico sono a poco a poco cadute in disuso.

Anche io me ne ero dimenticata e, quando a New York mi sono ritrovata in mano il bicchiere di latte e sciroppo di amarene con tanto di ghiaccio tintinnante e cannuccia stile anni Settanta durante un ricevimento  importante del mondo della moda, ho provato la stessa gioiosa sensazione di tanti anni fa.

Ora che ho riscoperto la bevanda progenitrice del milkshake, la faccio spesso per me e per i miei ospiti con latte e sciroppo di menta, di granatina, di arancia e di fragola in estate e con zucchero caramellato frantumato o con cioccolato solubile negli altri periodi dell’anno.

Non mi adeguo alle mode e non la preparo certo perché è diventata  cool  tra gli americani che contano e piace ai giovani, ma per il motivo che, sebbene contenga zucchero, è veramente buona, dissetante e più genuina e sana di molti junk drinks pieni di sostanze artificiali che abbiamo la cattiva abitudine di consumare abitualmente.

L’uso degli sciroppi di frutta in bottiglia ( io ti ho indicato quelli classici adoperati dalle nonne, ma puoi benissimo usarne altri di tuo gusto, purché si sposino bene con il latte) è maggiormente indicato quando fa caldo, mentre gli altri ingredienti in polvere sono più adatti alla preparazione di una bevanda invernale.

Io, per esempio, consumo la bibita alla menta, alle fragole e all’arancia come dissetante estivo, mentre preferisco sorseggiare quella al cioccolato, che si sposa alla perfezione con le chiacchiere di Carnevale, nei mesi freddi.

In ogni caso, sia che tu usi sciroppi sia gli altri due aromatizzanti, in estate servi i drink con il ghiaccio in bicchieri fatti prima raffreddare nel freezer, mentre nei mesi di clima rigido è preferibile assumerli a temperatura ambiente.

Qualora tu voglia adoperare dei cubetti di ghiaccio, butta via quelli che ti dovessero avanzare nella vaschetta, perché non bisogna mai riutilizzare quelli rimasti per non correre rischi per la salute.

Esecuzione della ricetta: facilissima

Tempo occorrente: 5 minuti

Costo: basso

 

Ingredienti per 4 bicchieri grandi:

1 l di latte fresco

8 cucchiai di sciroppo di menta, o di fragola, o di arancia o di zucchero caramellato frantumato o di cioccolato solubile

Preparazione delle bevande di una volta con latte, sciroppi, cioccolato e caramello

Se usi uno sciroppo, la preparazione è davvero semplice: versane 2 cucchiai sul fondo di ogni bicchiere, aggiungi qualche cubetto di ghiaccio, colma con il latte e mescola delicatamente il tutto con un cucchiaino dal manico lungo prima di servire il soft drink ben freddo.

Shakerare il latte aromatizzato lo rende spumoso

Invece, se adoperi cioccolato solubile in polvere o caramello sminuzzato, procedi in quest’altro modo per prepara la bevanda di latte aromatizzato:

  • versa nel  bicchiere di uno shaker l’aroma scelto;
  •  aggiungi il latte freddo passato al colino (o allo strainer);
  • chiudi con il coperchio e, tenendo l’utensile in senso orizzontale con tutte e due le mani per evitare che il tappo si stacchi, agita con energia per 50-60 secondi fino all’ottenimento di un mix omogeneo che servirai a temperatura ambiente o con del ghiaccio a seconda della stagione.

A me piace molto il gusto un po’ retrò delle bevande fatte con il latte e gli sciroppi di una volta tornate in voga, ma, se le vuoi rendere più attuali e trasformarle in  moderni milkshake, non devi fare altro che aggiungere una pallina di gelato di vaniglia al miscuglio e poi sbatterlo bene.

 

Se ti piacciono bevande del passato da riscoprire perché buone, genuine e salutari, dai un’occhiata anche a:

Credit photo granatina Fabbri: G. Fabbri Deutschland GmbHfor Wikimedia.org

Credit photo bevanda shakerata: Maxpixel.com

Change privacy settings