Torta moka farcita con amaretti e panna al caffè e cacao

La torta moka con gli amaretti e la panna al caffè e cacao è una versione della classica torta a strati di pan di Spagna e crema al caffè contenente meno burro: la ricetta del delizioso dolce gradito da grandi e piccini.

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Oggi voglio proporvi la torta moka con amaretti e panna aromatizzata al caffè e cacao, versione un po’ diversa dalla classica moka al caffè, che faccio spesso per i miei nipoti, i quali, come me, preferiscono questa variante al dessert classico, eccessivamente grasso a mio parere.

La ricetta originale della torta moka, dolce a strati a base di pan di Spagna e crema di caffè (da cui deriva il nome “moka”), prevede l’uso della “mocha buttercream“, preparata aggiungendo della crema inglese al caffè al burro montato, ma, anche se devo ammettere che il risultato è superlativo sul piano del gusto, trovo che la quantità di burro sia esagerata e renda la torta troppo pesante e ne faccia una vera e propria “bomba”calorica. 🙂

Allora faccio il dolce classico con la crema pasticcera al caffè e la torta moka con amaretti e panna seguendo questa facile ricetta.

Ingredienti:

130 grammi di farina bianca

65 grammi di burro

135 grammi di zucchero semolato

4 uova freschissime

75 millilitri di liquore Amaretto

30 amaretti

500 millilitri di panna da montare

3 cucchiai di cacao in polvere

1 cucchiaio di caffè solubile

11 grammi di zucchero a velo

Preparazione della torta moka con amaretti e panna al gusto di caffè e cioccolato

Prima di passare all’esecuzione vera e propria dello squisito dolce, un consiglio: seguite le fasi nella sequenza indicata per impiegarci di meno ed evitare tempi morti.

Preparazione della base di pan di Spagna

Imburrate e infarinate lo stampo, foderatelo con la carta da forno e imburrate e infarinate anch’essa.

Sciogliete 60 grammi di burro a fiamma bassa e fatelo raffreddare.

Sbattete brevemente le uova in una grossa ciotola, unite lo zucchero semolato e lavorate con la frusta fino a quando il composto sarà sodo ed omogeneo (4-5 minuti).

Setacciate la farina, aggiungetene 1/3 al composto, incorporatela delicatamente e ripetete l’operazione, 1/3 per volta, fino ad esaurimento della stessa.

Poi unite anche il burro fuso (deve essersi raffreddato completamente) e lavorate l’impasto delicatamente, ma velocemente, servendovi della spatola flessibile prima di versarlo nello stampo.

Una volta che vi avrete trasferito dentro il  composto, battete delicatamente i bordi per fare in modo che la superficie dell’impasto sia ben livellata e non rimangano bolle d’aria.

Mettete nel freezer una ciotola capiente che dovrà essere ben fredda quando la userete per montare la panna ( bisogna che rimanga all’interno del vano congelatore per almeno 30 minuti).

Preriscaldate il forno e, una volta che avrà raggiunto 180° di temperatura,  infornate lo stampo e fate cuocere il pan di Spagna fino a quando risulterà ben lievitato e compatto se premuto lievemente con un dito ( ci vogliono 25-35 minuti di cottura secondo il tipo di forno).

Una volta cotto, levate il dolce dallo stampo, eliminate anche la carta da forno e ponetelo su una gratella (io uso la griglia apposita per raffreddare il pane) per fare uscire tutto il vapore mentre si raffredda.

Nel frattempo tritate grossolanamente gli amaretti e, fatto questo, procedete nel montare la panna, aromatizzarla e arricchirla con parte degli amaretti nel modo seguente:

  • togliete dal freezer la ciotola capiente raffreddata e mettetela in una più grande colma di acqua e cubetti di ghiaccio:
  • versateci dentro la panna liquida e lavoratela con la frusta elettrica fino a quando si sarà addensata:
  • unite 3 cucchiai di cacao in polvere, 1 di caffè solubile e lo zucchero a velo e lavorate ancora fino a quando gli ingredienti saranno bene amalgamanti e la panna avrà raggiunto la densità desiderata.

Attenzione: non montatela troppo, perché potrebbe diventare granulosa e separarsi in siero e burro.

Aggiungete alla panna un terzo degli amaretti sbriciolati e mescolate molto delicatamente con il cucchiaio di legno.

Assemblaggio della torta moka

Quando il pan di Spagna si sarà raffreddato del tutto, pareggiatelo bene, tagliatelo orizzontalmente in 3 strati con un lungo coltello dentellato e spruzzatelo con il liquore Amaretto.

Poi distribuite un po’ di crema sul primo strato di pan di Spagna, coprite col secondo strato e distribuitevi sopra ancora un poco di panna.

Aggiungete l’ultimo strato di pasta e finite con la panna rimasta, distribuendola uniformemente sulla superficie e sui bordi e, infine, coprite i lati del dolce con gli amaretti tritati, premendo bene per fare in modo che aderiscano e non si stacchino.

La torta moka può essere preparata con un giorno di anticipo: basta tenerla in frigorifero, coperta con  la pellicola da cucina, fino al momento del consumo.

 

Se vi piacciono i dolci ricchi e cremoso, date un’occhiata anche a:

Loading...
Scritto da Francesca Be
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Condividi
Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Commenta con il tuo profilo Facebook
  • Ricevi Ultimi Articoli

    I tuoi dati sono al sicuro