Spaghetti di grano saraceno e frumento con melanzane e miso

La soba è una pasta tipica giapponese a base di acqua, farina di grano saraceno e farina di frumento: come usarla per preparare un primo piatto altamente salutare con le melanzane e il miso di soia.

Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Ho mangiato per la prima volta la soba con melanzane e miso in occasione dell’Expo a Milano e da allora preparo spesso i tipici spaghetti asiatici di grano saraceno e frumento in questo modo saporito e particolarmente salutare.

Infatti la soba, pasta tipica giapponese a forma di spaghetti o di taglierini e fatta con le 2 farine impastate con sola acqua, è ricca di proteine, flavonoidi, vitamine del gruppo B e di sostanze preziose per l’organismo come la rutina e la colina.

L’aggiunta di miso, preparato naturale macrobiotico ottenuto dalla fermentazione della pasta di soia e apportatore di lecitina, rende questo piatto ideale quando ci si vuole curare con il cibo e prevenire l’insorgenza di malattie di vario genere.

La ricetta originale, tipica della cucina giapponese e vegan a tutti gli effetti, prevede l’uso di noodles di grano saraceno e frumento fatti a mano, ma, dato che la preparazione della soba fatta in casa non è così semplice come potrebbe sembrare e richiede un certo impiego di tempo, ti consiglio di usarla secca (quella biologica ed essiccata naturalmente a basse temperature è reperibile qui, ma è possibile trovare la soba giapponese anche su Amazon).

La soba può essere consumata calda o fredda  e, per comodità,  la ricetta prevede che sia cotta in anticipo e scaldata con acqua bollente al momento del consumo, ma puoi benissimo non farla raffreddare e condirla ancora fumante con le melanzane e il loro sugo di cottura.

Se preferisci impiegare pasta di solo grano saraceno, non occorre evitare che l’acqua bolla durante la cottura: lessala normalmente e scolala non appena è al dente.

Per ottenere un piatto più ricco nutrizionalmente, ma sempre salutare al massimo e strettamente vegetariano, aggiungi alla fine un cipollotto tritato sottilmente e servi la soba alle melanzane e miso con del gomasio di sesamo a parte (puoi prepararlo in casa in modo facile e rapido)

Ingredienti per 4 persone:

300 grammi di soba (o di spaghetti di grano saraceno)
2 grosse melanzane
2 coste di sedano
4 cucchiai di miso rosso
2 cucchiai di olio di sesamo
6 cucchiai di olio extravergine di oliva
sale q.b

Preparazione della soba con melanzane secondo la ricetta giapponese

Metti sul fuoco una pentola con abbondante acqua fredda, portala ad ebollizione, tuffaci dentro gli spaghetti di grano saraceno e frumento e, quando ricomincerà il bollore, fermalo con un bicchiere di acqua fredda.

Interrompi il bollore quando riprende per 2-3 volte nello stesso modo fino a quando la pasta sarà cotta al dente.

Arrivata a questo punto di cottura, scolala e condiscila con l’olio di sesamo a crudo.

Togli il picciolo alle melanzane, lavale, scolale, asciugale, tagliale a metà e poi riducile in cubetti irregolari.

Fai sciogliere completamente il miso in 4-5 cucchiai di acqua appena tiepida.

Monda le coste di sedano, levando loro le foglie e i filamenti; poi sciacquale sotto il getto d’acqua del rubinetto, scolale e tagliale a rondelle.

Trasferisci i dadini di melanzana ottenuti in una grossa padella antiaderente e falli saltare con l’olio extravergine di oliva, mescolandoli di tanto in tanto con una spatola di silicone o con l’aiuto del classico cucchiaio di legno.

Aggiungi il miso diluito nell’acqua e fai cuocere a fiamma al minimo fino a quando avrai ottenuto una salsa di melanzane piuttosto densa; infine regola di sale.

Trasferisci la soba cotta in uno scolapasta, versaci sopra abbondante acqua bollente per farla riscaldare, scolala e metti gli spaghetti di grano saraceno e frumento nei singoli piatti di servizio.

Aggiungi su ogni porzione abbondanti melanzane con la loro salsa di cottura, guarnisci con le rondelle di sedano crude e servi in tavola la soba, accompagnando  possibilmente il piatto giapponese con un vino giovane e leggero come il San Severo bianco.

Se vuoi scoprire altri piatti privi di ingredienti di derivazione animale, dai un’occhiata anche a:

Loading...
Scritto da Francesca Be
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Condividi
Condividi su facebook
Condividi su pinterest
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Commenta con il tuo profilo Facebook
  • Ricevi Ultimi Articoli

    I tuoi dati sono al sicuro